Popular Tags:

TRE MOZIONI A 5 STELLE

23 settembre 2016 at 14:23
image_pdfimage_print

MOZIONENegli ultimi giorni abbiamo depositato al protocollo del Comune di Follonica tre mozioni, Azzeramento dell’Imposta di Soggiorno, Contro la Capitozzatura degli Alberi e 50 litri di Acqua Gratuita Giornalieri. Fin dall’inizio del nostro mandato come gruppo politico ci siamo sempre impegnati e interessati affinché beni pubblici essenziali come l’acqua e il verde pubblico fossero il più possibile tutelati e garantiti alla cittadinanza così come crediamo fortemente che lo sviluppo economico della nostra città passi attraverso una reale ed efficiente accoglienza turistica.

Nello specifico con la mozione, con la quale andiamo a proporre l’Azzeramento dell’Imposta di Soggiorno, siamo certi di dare un contributo concreto per cercare di rilanciare il Turismo a Follonica contrastando di fatto la concorrenza delle altre località balneari. Intervenire sulla tassa, parallelamente ad altre azioni come la destagionalizzazione dell’offerta turistica legata alle iniziative sportive, alla valorizzazione del vicino Parco di Montioni, oppure aprire concretamente le porte della città al turismo accessibile ai disabili significherebbe collocare Follonica tra le mete preferite dai flussi turistici nazionali ed internazionali. Questa è la nostra visione di Follonica diametralmente opposta a quella dell’attuale Maggioranza, che invece vuole estendere l’imposizione dell’imposta anche alle seconde case celandosi dietro ad una falsa giustizia fiscale.

Continua a leggere…

SIAMO PER LA MERITOCRAZIA

22 settembre 2016 at 19:32
image_pdfimage_print

CalcioIl Calcio follonichese ancora una volta si trova in una situazione a dir poco grottesca. Dopo le note vicende, messe in risalto dal M5S, la situazione dell’USD Follonica non è affatto migliorata, tant’è che i molti allenatori, che facevano parte della scuola calcio, hanno preferito andarsene e fondare una nuova società chiamata “Real Follonica”. Così adesso a Follonica ci sono 2 società di calcio dilettantistiche: l’USD con pochi iscritti alla scuola calcio, il Real con oltre 100. Niente di strano, se non fosse che l’USD Follonica gestisce due impianti comunali, mentre la nuova società ha trovato spazio nel campo in concessione ai Veterani pagando una quota di affitto mensile e nei campetti di sintetico di Cassarello sempre a pagamento. Quindi, in evidente difficoltà logistiche, il “Real Follonica” non potrà garantire per molti bambini l’iscrizione alla scuola calcio, costringendoli ancora una volta, ad emigrare nelle società limitrofe, impoverendo di nuovo il nostro settore giovanile. Siamo costretti a ribadire e mettere in evidenza la gestione fallimentare del calcio follonichese da parte del Sindaco Benini e della sua Amministrazione che, pur avendo una città attrezzata, riesce ancora oggi a far emigrare altri 15 ragazzini follonichesi, con famiglie al seguito. Sulla vicenda calcio, è bene ricordare che il M5S in data 28/12/2015 protocollò un’interrogazione in merito alle note vicende del calcio, di cui abbiamo avuto risposta solo in data 26/7/2016. Ci sono voluti 7 mesi per avere una risposta alle richieste di una forza politica e di tanti cittadini stufi di questo sistema. Il Sindaco Benini si è altamente infischiato di regolamenti e tempistiche congrue alle risposte che un Sindaco deve ai suoi cittadini. Nel frattempo ci sono stati nuovi avvenimenti, ai quali abbiamo chiesto ulteriori chiarimenti al Sindaco con una nuova  interrogazione, fiduciosi che la risposta non superi il tempo di una gestazione.

IL PD E LA POLVERE SOTTO IL TAPPETO

15 settembre 2016 at 19:56
image_pdfimage_print

la-polvere-sotto-il-tappetoAncora una volta una delicata questione come un procedimento disciplinare a carico di dipendenti del Comune è stata mal gestita dall’Amministrazione PD.

Già alcuni anni fa, durante il mandato del Sindaco Baldi, il PD non affrontò con la dovuta attenzione la notizia, serpeggiata nei banchi dell’Opposizione, di un procedimento penale avviato a carico di alcuni vertici amministrativi e assessori dell’Ente.

Tacitare, silenziare ostinatamente un fatto grave come quello che la cittadinanza ha appreso dalla stampa a seguito di una interrogazione presentata da alcune forze di opposizione sulla base di “illazioni” di “sentito dire” è peccare d’ingenuità; difatti la notizia è uscita e l’Amministrazione non l’ha saputa gestire.

Nessun chiarimento doveroso è stato fornito. Forse che i cittadini non hanno diritto di sapere se, quali reati e per quali importi, sono stati commessi da alcuni dipendenti dell’Ufficio Tributi e quali sanzioni disciplinari sono state applicate? Pur nel totale rispetto della privacy, queste sono le minime informazioni che sarebbero doverose per un’Amministrazione trasparente, invece di fornire repliche evasive e fuorvianti.

Siamo quindi contrari ad un Consiglio a porte chiuse. Riteniamo che, poiché un’Amministrazione gestisce risorse e beni pubblici e quindi della cittadinanza, la stessa debba essere edotta di cosa avviene con le tasse che paga. Non è necessario fare nomi e cognomi, quello che è fondamentale è capire e valutare politicamente come l’Amministrazione ha affrontato questa vicenda e soprattutto quali provvedimenti ha adottato a tutela della cittadinanza.

L’UNICA RICETTA PD….TASSARE E TASSARE

12 settembre 2016 at 8:40
image_pdfimage_print

taSSESembra che l’unica ricetta che questa maggioranza conosca per creare nuove opportunità di liquidità per le casse comunali sia tassare sistematicamente i cittadini; questa volta tocca a quelli non residenti e trasformare quelli residenti in esattori.

Con una mozione che verrà discussa probabilmente nel prossimo consiglio comunale, dal cappello magico il PD si è inventata la tassa di soggiorno estesa a tutti, non più quindi limitata alle attività di ricezione turistica ma anche alle seconde case che vengono date in affitto nel periodo estivo. Ma per quale motivo? Forse sempre al fine di finanziare spese che nulla hanno a che fare con l’accoglienza turistica come, ad esempio, il compenso al direttore artistico del Teatro? NO GRAZIE! La tassa di soggiorno è una delle tasse più inique che il panorama fiscale possa prevedere e non è certo con l’estenderla a tutti che si ristabilisce l’equilibri, ma, a nostro avviso, l’unica alternativa è l’AZZERAMENTO! È questa la nostra controproposta. La tassa di soggiorno apporta un introito nelle casse comunali follonichesi che oscilla tra i 400 e i 500 mila euro l’anno, cifra che può benissimo essere recuperata facendo un po’ di economia visto, ad esempio, che tra cultura ed eventi in soli due mesi estivi sono stati bruciati circa 70 mila euro. L’estate 2016 ormai agli sgoccioli ha messo in risalto tutta la fragilità di questa Giunta nell’incapacità di dare un impronta turistica alla città, risultando fortemente carente nel settore del decoro urbano, abbondantemente documentato, fornendo come biglietto da visita ai turisti strade dissestate, aiuole inesistenti, rotonde simili a campi incolti, sporcizia e manutenzione totalmente assente in quel poco di buono che era stato realizzato come ad esempio il parcheggio Apuania, i giardini pubblici di Pratoranieri, o il monumento a Ettore Socci e, per finire in bellezza, decine di multe alle auto parcheggiate nel Central Parking .

Ecco l’accoglienza turistica del PD a Follonica con l’unica soluzione di migliorare la situazione aumentando le tasse, contrariamente a quanto previsto dalla legge di stabilità 2016 (partorita sempre dallo stesso PD), secondo la quale sarebbe fatto divieto ai comuni di aumentare la pressione tributaria. Invece di inventarsi ulteriori tasse che andrebbero poi a ricadere sempre sui soliti contribuenti onesti e che invoglierebbero ancor più alla pratica dell’affitto in nero, l’Amministrazione farebbe bene a combattere l’elusione e l’evasione fiscale, visto che la forbice delle mancate riscossioni dei tributi comunali negli ultimi anni si sta allargando sempre di più superando il milione di euro annui senza peraltro aver preso misure efficienti per contrastare tale fenomeno.

IO DICO NO. INVITO ALLA CITTADINANZA

7 settembre 2016 at 12:05
image_pdfimage_print

IODICONO

Venerdì 9 settembre alle ore 21 presso i locali dell’ex Casello Idraulico il M5S di Follonica invita la cittadinanza ad un incontro informativo sulla riforma costituzionale che sarà oggetto di referendum in Autunno. All’incontro saranno presenti i consiglieri comunali del M5S DI Follonica, Alfonso Bonafede deputato M5S, vicepresidente commissione giustizia, la Senatrice Sara Paglini M5S, commissione lavoro e prevenzione sociale. M5S Follonica. Approfondiremo tanti buoni motivi per decidere per un NO consapevole su una riforma pensata male e scritta peggio. Smonteremo le giustificazioni sbandierate dagli ideatori della riforma, a partire dal gonfiato risparmio per lo stato alla falsa promessa di accelerare l’iter delle leggi. Una riforma che allontanerà sempre di più i cittadini dalle scelte delle istituzioni poiché saranno triplicate le firme (da 50mila 150mila) per la presentazione di una legge di iniziativa popolare e innalzate a 800mila le firme per poter indire un referendum. Senza dimenticare che il Senato sarà composto da consiglieri regionali e sindaci che non saranno scelti dai cittadini.

CERCASI TRASPARENZA NELL’AMMINISTRAZIONE PD

18 agosto 2016 at 18:04
image_pdfimage_print

accesso-attiIl Movimento 5 stelle ha presentato, ormai da tempo, alcune richieste di accesso agli atti per le quali l’Amministrazione PD ancora non ha fornito risposte. Atteggiamento abbastanza frequente, quello di rispondere con forte ritardo, alle richieste avanzate dal Movimento.

Gli argomenti sui quali chiediamo approfondimenti riguardano il demanio marittimo, il canile abusivo del Martellino e la gestione dei rifiuti.

A maggio 2016 abbiamo richiesto le analisi, qualora fossero state eseguite, della sabbia dragata in quel periodo nei pressi della foce del Petraia (Circolo Cala Violina), ad oggi la richiesta risulta inspiegabilmente inevasa nonostante che l’elaborazione della risposta non dovrebbe essere così difficoltosa.

Per quanto riguarda invece il canile abusivo del Martellino ormai smantellato da mesi, si chiede di venire a conoscenza dell’attività di monitoraggio promessa dalla stessa amministrazione, anche nell’ambito del Forum Ambiente, al fine di verificare il benessere e la nuova sistemazione dei cani trasferiti, richiedendo inoltre i certificati di eventuali decessi avvenuti successivamente allo sgombero della struttura.

Continua a leggere…

IL MOVIMENTO 5 STELLE INTERROGA IL SINDACO

12 agosto 2016 at 17:33
image_pdfimage_print

interrogazioni m5sContinua l’attività consiliare del Movimento 5 Stelle, sono ben tre le interrogazioni depositate giovedì 11 agosto 2016 al protocollo dell’amministrazione comunale. Tre interrogazioni per chiedere chiarimenti precisi sulla Fonderia n. 1, sulla convenzione con la USD Follonica Calcio e sull’Istituzione ES.

Con la speranza di avere delle tempestive e complete risposte, difficilmente avute in questi due anni di legislatura, cercheremo, Sindaco permettendo, di accendere un faro su tre situazioni delicate e importanti che investono settori altrettanti importanti quali sviluppo, cultura e sport. Con tali richieste vogliamo portare a conoscenza della cittadinanza di come vengono investiti i soldi pubblici e che tipo di ritorno hanno gli stessi sul tessuto socio economico di Follonica. Nello specifico vogliamo sapere la progettualità e la promozione che è stata studiata per la Fonderia n. 1 inaugurata a ottobre 2015, struttura che ha come destinazione d’uso quello di edificio adibito a fiere e mostre dei prodotti dell’artigianato e agricoltura locali e non, ricordando che il costo del recupero si è aggirato sui 4 milioni di euro per cui come cittadini oltre che come forza politica ci aspettiamo che la struttura sia valorizzata e impiegata a pieno delle sue potenzialità.

Continua a leggere…

QUANTO DEVE ESSERE DIFFICILE ACCULTURARE NOIALTRI FOLLONICHESI!

10 agosto 2016 at 18:39
image_pdfimage_print

HEARTFare l’Assessore alla Cultura è impegno difficile, specie quando hai a che fare con dei cittadini ignoranti e addirittura poco inclini ad elevarsi culturalmente. Pare che siano così refrattari a capire l’alto valore delle iniziative culturali in calendario nell’Estate 2016 poste in essere dall’attuale Amministrazione, da scontrarsi anche sui Social.

E’ incomprensibile che i follonichesi non apprezzino gli sforzi profusi dall’Amministrazione per la nostra “valorizzazione culturale” attraverso “strumenti di comunicazione, riflessione, raccoglimento e emozione fortemente connessi allo sviluppo del territorio”. Come si fa a non apprezzare le “sollecitazioni, segni, tendenze, ipotesi estetiche, linguaggi nuovi, contaminazioni”, un murale sgrondante di lettere, insegne luminose, rivisitazioni di segnaletica in chiave artistica.

Far venire artisti di fama non solo nazionale ma addirittura di livello internazionale non è mica da tutti! Personaggi di elevato spessore artistico che operano in citta come Parigi, Valencia, ma anche Roma, Firenze, Bologna portano Follonica a vette artistiche mai concepite prima.

Ingrati questi follonichesi che non capiscono come non si possa non spendere almeno € 30.000,00 per elevarli culturalmente…zoticoni che fanno baccano nelle piazze virtuali incapaci di comprendere l’importanza di vedere oltre l’impegno economico. Decisi a rimanere nell’oscurità dell’ignoranza più barbara contro cui prontamente si prodiga il CDA dell’Istituzione ES con una serie di talk per “riflettere sulla rigenerazione urbana in atto a Follonica”, su “come riportare il pubblico al centro del processo che sta portando un forte cambiamento socio-culturale”, per sviscerare in ogni suo aspetto l’arte di strada.

I Follonichesi invece ostinatamente concentrano la loro attenzione sulle buche nelle strade, nella sporcizia diffusa in tutta la città, nella raccolta differenziata non estesa a tutta la citta, al progetto “LED” che doveva partire 2 anni fa e di cui ancora non si vede la “luce”, delle strisce pedonali che si fanno e dopo pochi giorni non si vedono più, di un parco che è un insieme di asfalto, betonelle,  arbusti e prati secchi, di alberi violentati da capitozzature selvagge, da ciclici sversamenti di liquami in mare frutto di fogne miste, della storica mancanza della segnaletica nella campagna follonichese, di famiglie con soggetti disabili che “emigrano” perché nessuno li sostiene, di un’Istituzione, l’ES, di cui nessuno comprende la necessità.

Su, sforziamoci, distraiamoci dai € 30.000,00 spesi e perdiamoci nella contemplazione dell’Arte e beviamo dalla coppa del Sapere.

(le frasi in corsivo sono tratte dalla  Deliberazione ES n. 12/2016)

CENTRAL PARKING IN TUTTO IL SUO SPLENDORE

9 agosto 2016 at 21:49
image_pdfimage_print

Central parking realtàAlla fine l’area dell’ex ippodromo è diventata quello che è …un Parcheggio Centrale!

Ormai anche culturalmente pare tramontata la Rassegna degli spettacoli “Parco Centrale”.

Il Parco Centrale non esiste più, anzi non è mai esistito.

Questa Amministrazione si ostina a negare l’evidenza che è sotto gli occhi di tutti coloro che vengono e vivono a Follonica. Un grande, magnifico parcheggio che inspiegabilmente è inaccessibile alle auto dei turisti e residenti. Nessuno potrebbe mai immaginare che quell’area strutturata a parcheggio è in realtà un Parco. Dov’è il verde? Dove sono le fresche fronde che rigenerano il corpo e la mente nella calura estiva? Dove sono i lussureggianti prati dove stendere il plaid? La concezione di “Verde Pubblico” di questa Amministrazione è una concezione un po’ sbiadita, scolorita, tendente al marrone chiaro, lo stesso colore del prato dell’Arena Spettacoli, che sarebbe dovuta essere la “Biblioteca Arborea” dell’Assessore Catalani i cui “scaffali”, diciamocelo, sono un po’ “sofferenti”. Sarebbe ora che il Central Parking rivelasse tutta la sua (palese) vocazione di parcheggio, ritrovasse la sua sintonia con le auto piuttosto che con gli arbusti secchi. Certo che rimpinguare le casse comunali con le multe può essere allettante, ma non crediamo che sia rendere un buon servizio alla cittadinanza ed ai turisti chiudere quest’area specialmente in occasione dello spettacolo pirotecnico di Ferragosto.

Questa Amministrazione rifletta e faccia l’unica scelta saggia e coerente: apra finalmente alle auto il Central Parking.

Vecchia politica, vecchio copione

4 agosto 2016 at 7:21
image_pdfimage_print

Cultura1Che qualcosa tra le file della maggioranza non andasse era evidente da molto tempo e crediamo che non sia un caso isolato quello scoppiato adesso, con le dimissioni (per ora solo) dal consiglio di Amministrazione ES dell’Assessore Baldi.

La Cultura, con la C maiuscola che l’Assessore Catalani e l’Amministrazione vuole far intendere ai cittadini Follonichesi, a nostro avviso, è figlia di una visione totalmente fuori da quello che è il contesto socioeconomico follonichese. Per intendersi: viene sbandierato da tempo alla cittadinanza il grande investimento di circa 25.000.000 di euro su Follonica: Magma, fonderia 1, fonderia 2 Teatro, Parco Centrale, che ha necessitato oltre che del finanziamento del PIUSS, anche di risorse dei follonichesi, sottratte ad altro.

Ma siamo sicuri che a Follonica ci siano le condizioni per sostenere e far vivere tutte queste attività, fruibili da tutti e “VIVE TUTTO L’ANNO”?

Continua a leggere…