Popular Tags:

AL COMUNE DI MONTEROSSO SI LICENZIA IL DIPENDENTE INFEDELE

29 novembre 2016 at 21:32
image_pdfimage_print

Licenziato-Vigile-infedele1

Condividiamo la mail inviata a tutto il Consiglio Comunale di Follonica, relativa ad alcune considerazioni in merito al provvedimento disciplinare adottato dal Comune di Monterosso nei confronti di un vigile infedele.

“Cari colleghi,
portiamo alla vostra attenzione la diversità con cui un’altra Amministrazione comunale ha gestito il caso, analogo a Follonica, di undipendente che ha rubato soldi delle casse Comunali.
Come potete verificare voi stessi, nell’allegato articolo, un’Amministrazione che si rispetti non indugia, non trova scuse ma
agisce nell’unico modo serio ed onesto: LICENZIA!
A Follonica non solo NON si è IMMEDIATAMENTE sospeso i dipendenti infedeli, ma li si è trasferiti alla Polizia Municipale a controllare altri colleghi e le multe dei cittadini, e poi “puniti”, si fa per dire, con una semplice sospensione.
Ci riesce veramente difficile capire quali siano state le motivazioni, le giustificazioni che hanno portato coloro che hanno deciso la sanzione disciplinare a non licenziare in tronco i dipendenti.
Il Segretario del Comune spezzino non ha esitato a licenziare il dipendente infedele, poiché, ovviamente, il rapporto di fiducia con questo soggetto era irrimediabilmente compromesso.
Qualunque motivazione potessero aver portato i dipendenti a rubare, gli stessi non possono essere in alcun modo giustificati né si comprende come può l’Amministrazione di Follonica avere ancora fiducia in questi soggetti.
L’Amministrazione follonichese ha invece COMPLETAMENTE IGNORATO E TRADITO il rapporto di fiducia con CITTADINI FOLLONICHESI, che si sarebbero aspettati una punizione esemplare. (Cos’altro deve fare un dipendente pubblico per essere licenziato?!)
Non ha nemmeno preso in considerazione il fatto di difendere invece l’immagine del Comune e l’onore dei restanti dipendenti comunali, non prendendo le dovute “distanze” da questo fatto penalmente rilevante, applicando la sanzione più giusta e doverosa, il licenziamento.
Singolare, a nostro avviso, è stato l’atteggiamento del Sindaco Benini dal quale ci saremmo aspettati una convocazione per informare almeno i capigruppo di quanto successo e, quando le Minoranze l’hanno portata alla luce del sole, ha solamente minimizzato la questione.
Di ben altro spessore invece è stato il Sindaco del Comune di Monterosso che ha fatto il suo dovere difendendo l’immagine del Comune e dei suoi dipendenti.
Cordiali saluti.
Gruppo Consiliare M5S Follonica”

NO ALLA RIFORMA COSTITUZIONALE!

28 novembre 2016 at 21:27
image_pdfimage_print

RIFORME-COSTITUZIONALI

Un NO consapevole, un NO deciso dopo aver attentamente valutato nel merito e nei contenuti la Riforma Costituzionale, un NO per salvare la sovranità popolare, la libertà e la democrazia nel nostro paese.

Una Revisione della Costituzione che nei modi con cui è stata scritta e imposta al Parlamento, è lontana anni luce dalla prima stesura e dalle modifiche che la stessa ha subito negli anni, che ha visto partecipi tutte le forze politiche in campo.

Un NO convinto perché si riduce drasticamente la partecipazione diretta dei cittadini alla vita politica aumentando il numero di firme necessarie per la presentazione di leggi di iniziativa popolare e l’indizione di referendum.

Un NO ad un Senato di nominati. Non scomparirà infatti il Senato ma scomparirà la scheda che per decenni dava la possibilità agli elettori di eleggere i propri rappresentanti democraticamente. Senatori che saranno scelti tra i consiglieri regionali e sindaci in carica regalando loro, nel pacchetto tutto compreso, anche l’IMMUNITA’ parlamentare!!

Qui sorge una domanda spontanea al Sindaco di Follonica Andrea Benini data la sua adesione al SI:

Sindaco crede che i due ruoli di Sindaco e Senatore possano essere sostenibili se svolti seriamente, con competenza e abnegazione? Oppure si rischia che un sindaco diventi troppo assente per la propria città o in alternativa un senatore part-time utile solo per un voto pilotato in Senato?

Continua a leggere…

DISCUSSIONE TARIFFE ASILO NIDO RINVIATA IN COMMISSIONE

17 novembre 2016 at 22:12
image_pdfimage_print

quanto-costaIl Movimento 5 Stelle di Follonica ha presentato, in data 3 ottobre, una mozione per rivedere le tariffe dell’asilo nido Le Mimose con relativa rivisitazione dei criteri per il calcolo delle stesse.

Nella mozione, inserita nell’ordine del giorno dell’ultimo Consiglio Comunale, dopo uno studio dei dati forniti dall’amministrazione, si propone di inserire più fasce reddituali alzando la soglia, attualmente ferma ai 17.000,00 euro di valore di ISEE, oltre la quale gli utenti sono chiamati a pagare per intero la retta al pari di chi detiene ISEE con valori ben più alti, un trattamento questo socialmente iniquo ed ingiusto.

Sempre nella mozione si propone di considerare il possesso di auto di nuova immatricolazione e di grossa cilindrata al fine di scongiurare ingiuste esenzioni.

Continua a leggere…

IPPODROMO DEI CITTADINI?

15 novembre 2016 at 21:45
image_pdfimage_print

ippodromoDopo la sentenza sull’Ippodromo di due settimane fa, adesso anche la Giunta e il Sindaco Benini parlano dell’impianto, che fino ad ora sembrava tabù. Il forte disappunto del Vicesindaco Pecorini sulla proposta del presidente del Consiglio comunale De Luca e le dichiarazioni della Giunta apparse sulla stampa, dicono molto di più di quello che sembra. Si parla infatti di analizzare la revoca della concessione, fino ad oggi congelata dall’Amministrazione, usata, a proprio dire, come deterrente verso la Follonica Corse Cavalli, per spingerla a risolvere le varie controversie sull’impianto in attesa della sentenza sulle foresterie. “Dell’attuale situazione non siamo soddisfatti” si legge nei comunicati. Tutto il contrario rispetto alla posizione tenuta dall’Amministrazione nell’ultima risposta all’interrogazione del M5S e nella conseguente commissione: l’Amministrazione dichiarò che le società dell’Ippodromo erano in piena salute e la gestione, se pur migliorabile, era comunque soddisfacente.

Continua a leggere…

PROGETTO LED

13 novembre 2016 at 17:43
image_pdfimage_print

Il 25 ottobre 2016 è stato presentato il progetto FOLLONICA LED.

follonica led 1

vediamoci chiaro

 

VUOI SAPERE CHI SARA’ A GESTIRE LA PUBBLICA ILLUMINAZIONE DELLA CITTA’ DI FOLLONICA? CLICCA QUI!

 

 

 

 

UNA BRUTTA ARIA TIRA IN COMUNE

30 ottobre 2016 at 8:38
image_pdfimage_print

CUG_136x74_d0Non si respira una bella aria ultimamente in Comune a Follonica. La norma prevede che l’Amministrazione garantisca il benessere organizzativo nella propria struttura con alcune azioni tra cui la costituzione obbligatoria di un Comitato denominato Comitato Unico di Garanzia. Questo Comitato collabora con l’Ente per contribuire alle pari opportunità, al benessere organizzativo e per contrastare qualsiasi forma di discriminazioni e violenza morale o psichica dei lavoratori.

La proverbiale arroganza e inerzia che contraddistingue questa Amministrazione, a questo punto non solo verso le Minoranze, ha comportato le dimissioni in tronco dei membri del CUG, comunicate in data 28 ottobre a tutto il Consiglio.

Come si apprende da questa comunicazione l’Amministrazione non solo non ha provveduto all’individuazione del quarto componente, attesa ormai da mesi ma ha anche tenuto un atteggiamento non collaborativo e non costruttivo, insomma tutto l’opposto rispetto alla ratio della norma.

Questo atteggiamento l’abbiamo rilevato anche ad un incontro a cui ha partecipato il Movimento 5 Stelle in Comune, in cui un’esperta ha illustrato i compiti del CUG. I tecnici presenti hanno dato l’impressione, confermata quindi dai fatti, di sottovalutare l’importanza del Comitato ed i suoi compiti. In effetti l’ultima rilevazione del Benessere Organizzativo, come si apprende dal sito, risale al 2014, effettuata dalla passata amministrazione e sollecitata alla predetta riunione.

Invitiamo quindi l’Assessore con delega al Personale ad interessarsi maggiormente delle questioni inerenti l’organizzazione dell’Ente attivando azioni più incisive per favorire un clima sereno e più produttivo. Restiamo in attesa di sapere cosa farà l’Assessore Giorgieri.

IPPODROMO: TANA LIBERA TUTTI!

22 ottobre 2016 at 8:22
image_pdfimage_print

TANA LIBERA TUTTISi è concluso il processo sulla presunta lottizzazione abusiva all’ippodromo dei Pini di Follonica. Preso atto dell’assoluzione della Giunta dell’ex Sindaco Baldi, di cui rispettiamo gli esiti, in attesa di leggere la sentenza, esprimiamo un fortissimo rammarico e disappunto per l’arrivo della prescrizione per tutti gli altri imputati coinvolti, le amministrazioni degli ex sindaci di Follonica, Emilio Bonifazi e Claudio Saragosa (consiglieri comunali compresi), così come per tutti gli amministratori di Consorzio Etruria e chi aveva stipulato contratti di compravendita, imputati di lottizzazione abusiva. Questa è una sconfitta per tutti! Da questa vicenda nessuno esce vincitore, hanno perso gli imputati, hanno perso tutti i soggetti economici ed imprenditoriali, ha perso il Comune di Follonica, hanno perso i cittadini, ha perso la giustizia. Il vero scandalo di questo processo e di tantissimi altri, è la legge sulla prescrizione in Italia, che esiste in quasi tutti i sistemi legali per impedire la persecuzione degli imputati. Però in qualsiasi altra democrazia che si conosca, l’orologio della prescrizione si ferma nel momento in cui inizia l’azione penale.

Continua a leggere…

APPELLO, DACCI UNA MANO!!!

15 ottobre 2016 at 15:44
image_pdfimage_print

Dacci una manoCari simpatizzanti, il M5S di Follonica ha deciso di tutelare i propri consiglieri stipulando alcune assicurazioni per la tutela legale. Come sapete il Movimento NON ha finanziamenti pubblici ed i propri attivisti, per il loro impegno, non percepiscono remunerazioni come avviene per gli altri partiti. C’è bisogno quindi di nuove forze per supportarci nell’intensa attività consiliare, forze economiche ma anche forze intese come impegno soggettivo, quella “Partecipazione attiva” che contraddistingue il Movimento. Non è sufficiente il voto, occorre impegnarsi fattivamente aiutandoci nell’attività politica.

Vi rivolgiamo quindi questo appello: abbiamo bisogno di persone che partecipino ai gruppi di lavoro e/o che versino una quota mensile per consentire di mantenere l’attività del Movimento.

CONTATTACI!!! E-mail:  info@follonica5stelle.it  Telefono: +39 324 89 97 491

RIFIUTI “ATO TOSCANA SUD SPECCHIO DEL FALLIMENTO DI UN SISTEMA, PAGATO DA 800MILA CITTADINI. COMMISSIONE PARLAMENTARE D’INCHIESTA VENGA IN TOSCANA

14 ottobre 2016 at 14:10
image_pdfimage_print

atorifiutiFirenze 14 ottobre 2016. Il Movimento 5 Stelle chiede l’intervento della “Commissione parlamentare d’inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati” sul caso ATO Toscana Sud.

“Il quadro d’insieme su ATO Toscana Sud è specchio preoccupante del fallimento del sistema regionale di gestione dei rifiuti a targa PD. Chiediamo alla Commissione parlamentare d’inchiesta di aiutare il Consiglio Regionale in un percorso di approfondimento su una situazione che, al netto degli illeciti in accertamento e da accertare, vede come sempre i cittadini quali vittime dell’incapacità di governo” segnala Giacomo Giannarelli, consigliere regionale M5S vicepresidente della Commissione Ambiente e Territorio e primo firmatario dell’atto.

“800 mila cittadini tra Siena, Grosseto e Arezzo pagano una TARI tra le più alte d’Italia benché la raccolta differenziata media sia al 33,56% cioè la metà dell’obiettivo al 2012. Col paradosso di Comuni con buone performance affossati da aumenti del costo del servizio anche del 63%. Per dirne una lo smaltimento in ATO Toscana SUD costa circa 3 milioni di euro più del tabellare ministeriale” prosegue il Cinque Stelle.

“La giunta regionale continua ad ignorare la questione e questo è inaccettabile. Ricordiamo ai cittadini che è lei ad aver creato quel sistema che ha fatto vincere a Sei Toscana un appalto ventennale da 160 milioni per ottenere queste performance. Appalto finito poi sotto indagine di Procura di Firenze e Corte dei Conti per turbativa d’asta e danno erariale” aggiunge il consigliere regionale M5S.

“Il sistema ATO Toscana Sud, che Rossi insiste per esportare negli altri due ATO, è inefficiente e inefficace. Si fermino. L’esempio deve insegnare altrimenti ripeteremo gli stessi errori anche su ATO Costa e Centro. Basta con i Comuni azionisti del gestore della raccolta, proprietari degli impianti di conferimento e soci del soggetto “terzo” che dovrebbe vigilare: l’ATO. E’ un corto circuito inefficiente, al pari del socio privato, da sempre portatore in Toscana di aumenti del costo del servizio e conflitti di interesse pagati dai cittadini. Sei Toscana è oggi al 26,8% di S.T.A. spa, primo socio privato, che ha quote azionarie anche di chi gestisce gli impianti e fa capo a Banca Etruria. Se il sistema è inefficiente ma qualcuno ci continua a guadagnare sulla pelle dei cittadini, è l’ora di dire No” conclude il Cinque Stelle.

TARIFFE DI LUSSO PER L’ASILO NIDO COMUNALE “LE MIMOSE”!

3 ottobre 2016 at 6:20
image_pdfimage_print

quanto-costaSe si vuole essere credibili agli occhi dei cittadini, non basta definirsi di sinistra, occorre soprattutto esserlo nella pratica! Questa volta abbiamo passato al setaccio le tariffe deliberate per la retta dell’asilo nido comunale “Le Mimose” per l’anno scolastico 2016/2017.

Sono stati decisi drastici aumenti che variano dai 50 ai 67 euro mensili a seconda delle fasce orarie scelte, prevedendo pochissimi scaglioni reddituali e stabilendo come limite € 17.000,00 di ISEE, oltre il quale le famiglie follonichesi sono chiamate a pagare la quota intera, che, ad esempio, per la fascia oraria più diffusa 08.00-16.00 ammonta a € 380,00 mensili.

Tale sistema, a nostro avviso, equipara ingiustamente famiglie che hanno un ISEE di 18.000,00 euro a quelle che l’hanno ad esempio di 30.000,00 e oltre, una situazione che per noi del Movimento 5 Stelle risulta inaccettabile e contraria a qualsiasi tipo di equità e giustizia sociale.

Continua a leggere…