image_pdfimage_print

CENTRAL PARKING IN TUTTO IL SUO SPLENDORE

9 agosto 2016 at 21:49

Central parking realtàAlla fine l’area dell’ex ippodromo è diventata quello che è …un Parcheggio Centrale!

Ormai anche culturalmente pare tramontata la Rassegna degli spettacoli “Parco Centrale”.

Il Parco Centrale non esiste più, anzi non è mai esistito.

Questa Amministrazione si ostina a negare l’evidenza che è sotto gli occhi di tutti coloro che vengono e vivono a Follonica. Un grande, magnifico parcheggio che inspiegabilmente è inaccessibile alle auto dei turisti e residenti. Nessuno potrebbe mai immaginare che quell’area strutturata a parcheggio è in realtà un Parco. Dov’è il verde? Dove sono le fresche fronde che rigenerano il corpo e la mente nella calura estiva? Dove sono i lussureggianti prati dove stendere il plaid? La concezione di “Verde Pubblico” di questa Amministrazione è una concezione un po’ sbiadita, scolorita, tendente al marrone chiaro, lo stesso colore del prato dell’Arena Spettacoli, che sarebbe dovuta essere la “Biblioteca Arborea” dell’Assessore Catalani i cui “scaffali”, diciamocelo, sono un po’ “sofferenti”. Sarebbe ora che il Central Parking rivelasse tutta la sua (palese) vocazione di parcheggio, ritrovasse la sua sintonia con le auto piuttosto che con gli arbusti secchi. Certo che rimpinguare le casse comunali con le multe può essere allettante, ma non crediamo che sia rendere un buon servizio alla cittadinanza ed ai turisti chiudere quest’area specialmente in occasione dello spettacolo pirotecnico di Ferragosto.

Questa Amministrazione rifletta e faccia l’unica scelta saggia e coerente: apra finalmente alle auto il Central Parking.

CENTRAL PARKING

17 aprile 2014 at 11:09

Central-park-New-York-City-Wallpaper-

Nel 2008 l’allora Sindaco di Follonica cominciò un percorso per la realizzazione del Parco Centrale o della Rimembranza di Follonica con il progettista Arch. Pierluigi Cervellati; nel 2010 con il Sindaco Eleonora Baldi subentrò l’architetto Gonҫalo Byrne con il progetto esecutivo del Parco Centrale; dopo diverse varianti in corso d’opera, oggi nel 2014, il candidato Sindaco Andrea Benini  ci  avvisa attraverso un’ intervista giornalistica, della trasformazione del parco centrale a mega parcheggio.

Dopo il taglio dei Tigli, delle Palme, dopo la nuova rotonda, ci sentiamo in diritto di sostenere che i famigerati 25 milioni di € che il PIUSS avrebbe dovuto portare a Follonica, ci sembrano un po’ troppi per solo movimento di  terra e per la realizzazione di parcheggi a raso.

Come minimo un parcheggio interrato, negozi, ciclabili e scuole…scusate quello è il progetto Saragosa –Cervellati, che almeno affrontava problematiche diverse, il Parco Centrale Baldi –Byrne doveva essere un’oasi naturalistica.

Ora il parco del Benini sarà un PARCHEGGIO CENTRALE, perché se l’area mercatale sarà convertita in parcheggio per ospitare l’imponente flusso turistico estivo, non verrà più utilizzata come area mercatale e senz’altro mai più come parco: non ci si parcheggiano le auto a Central Park!

Ricordiamo che l’area dell’ex ippodromo fu donata con l’obbligo di un uso a parco pubblico ludico- sportivo e non come CENTRAL PARKING, riducendo il parco ad un giardinetto.

Follonica è e deve essere una città turistica, deve risolvere il problema del traffico e dei parcheggi, ma non è facendo scempio di un’area naturalistica o naturalizzata che valorizziamo l’offerta turistica di Follonica, non è svalutando gli immobili degli intorni, portandoli da vista ippodromo a vista parco a vista parcheggio, che incrementiamo il servizio al turista.

Per noi questa zona della città dovrebbe essere esclusivamente verde, con spazio – giochi per i bambini, un’area  sgambamento  cani, zona mercatini, fontanelle, percorso ciclabile e pedonabile. Insomma vorremmo creare un’oasi di collegamento al centro usufruendo dell’ingresso dell’ILVA, perché valorizzare il turismo vuol dire offrire la migliore ospitalità ed accessibilità, attrazioni, sport, zone di relax e aree verdi dove passeggiare.

PARCO CENTRALE ANCORA SPRECHI !!

24 giugno 2015 at 12:04

Parco centraleLe amministrazioni PD che si sono avvicendate negli anni alla guida di Follonica confermano, con il Parco Centrale, la loro visione, se ne hanno una, della città di Follonica. Sviluppo e mobilità sostenibile, risparmio delle materie prime e programmazione sono lontani anni luce dal pensiero della maggioranza, che li propaganda ma di fatto si dirige nella direzione opposta.

Nel Central Parking difatti si erigono edifici come il bar/ristoro in prossimità della rotonda per poi essere parzialmente demoliti a causa di distanze non adeguate, non di certo fatte notare da chi dovrebbe controllare. Gli stessi edifici sono stati costruiti prima in mattoni e poi rivestiti in legno, una tecnica che sfugge a qualsiasi senso logico; ci chiediamo infatti come mai non siano stati realizzati fin da subito in legno, visto che in tale materiale si realizzano intere palazzine con notevoli vantaggi rispetto al cemento o al mattone, tecnologia tra l’altro già utilizzata a Follonica nell’ampliamento della ASL

La nuova viabilità non prevede corsie ciclabili né tantomeno lascia intuire un miglioramento nel futuro traffico attorno all’area del Central Parking. Tonnellate di bitume sono state necessarie per livellare il manto stradale inspiegabilmente rialzato di parecchio rispetto al precedente piano strada. La segnaletica orizzontale, appena realizzata, evidenzia, la noncuranza nell’abbattimento delle barriere architettoniche, come dovrebbe essere fatta a priori, in prossimità degli attraversamenti pedonali. Intanto la maggioranza evita e schiva la commissione viabilità ormai chiesta da tempo dal Movimento 5 Stelle di Follonica e rinviata per ben due volte.

Quando si tratta di spendere denaro pubblico gli amministratori PD sono distratti, poco scrupolosi nel controllo dei lavori e nel contenimento della spesa, tanto a pagare sono sempre quei cittadini onesti che con le proprie tasse finanziano il Bilancio del Comune e i fondi pubblici come il PIUSS.

ANCORA UNA VOLTA AREE VERDI DIVENTANO UN PARCHEGGIO E PURE PRIVATO

1 agosto 2018 at 21:07

parco-gioventuCon delibera di Giunta n.195 del 6 luglio 2018 l’Amministrazione Benini ha approvato il progetto di riqualificazione del punto di ormeggio Circolo Cala Violina con annesso parcheggio privato per 48 posti auto nell’attuale Parco della Gioventù in Via Francia/Via Portogallo. Il parco pubblico è stato realizzato grazie alla volontà di un gruppo di cittadini ,”I nonni”, i quali nel tempo hanno provveduto a mettere a dimora un albero per ogni nato follonichese con data di nascita, nome del bambino e tipologia di pianta, come peraltro previsto obbligatoriamente dalla L. 10/2013.

Arbitrariamente, senza alcun coinvolgimento dei “nonni”, l’Amministrazione Benini, ha deciso di convertire parte del Parco Pubblico in un parcheggio, per di più privato, ad uso ESCLUSIVO del Circolo Cala Violina.

Su richiesta del Cala Violina questi 48 posti vengono riservati ai non soci che possiedono un posto barca.

La Giunta Benini ha prontamente, ancora una volta, accolto l’istanza del Circolo, in barba alla normativa regionale sui porti toscani che dispone la realizzazione di stalli di sosta ESCLUSIVAMENTE per PORTI ED APPRODI, mentre è escluso per PUNTI D’ORMEGGIO quale è il circolo CALA VIOLINA.

Nuovamente questa Amministrazione palesa una politica che mira esclusivamente alla riconferma elettorale. Ad un anno dalle elezioni si elargiscono privilegi ad associazioni che sono un NOTEVOLE bacino di voti, escludendo la partecipazione ed il confronto con l’intera comunità, senza prendere in considerazione altre soluzioni o proposte.

Si sacrificano ancora una volta aree verdi per adibirle a parcheggi quando esiste già una zona cementificata e strategica quale il “Central Parking”.

Si sarebbe dovuto procedere invece alla riqualificazione della via e del parcheggio lungo la foce della Gora, retrostante il Circolo Cala Violina, area che se opportunamente organizzata avrebbe potuto accogliere diversi posto auto e un’adeguata pista ciclabile, senza sottrarre verde pubblico alla fruizione della città.

TUTTO TACE SU MOBILITA’, VIABILITA’ E TRASPORTI?

4 luglio 2018 at 16:59

parcheggio-599963-660x368Sulla viabilità, trasporto pubblico e mobilità urbana, ad un anno dalla fine della legislatura targata PD-GENTE DI FOLLONICA-SEL-SOCIALISMO DEMOCRAZIA AMBIENTE, continua l’inerzia che perdura da 4 anni.

Nel 2014 in campagna elettorale tuttavia la coalizione di maggioranza, attualmente allo sbando e con l’evidente perdita di alcuni dei suoi componenti, prometteva l’ampliamento delle aree pedonali e a ZTL, una città moderna con il potenziamento del servizio navette per le spiagge ed il centro città, il completamento di piste ciclabili e l’introduzione del Bike-sharing, incentivi per l’acquisto di biciclette elettriche e/o pedalata assistita. Di tutto questo nulla è stato fatto. Il buon proposito di tenere lontano le auto dal centro anche al fine di diminuire l’inquinamento soprattutto nei mesi estivi è miseramente fallito. L’Amministrazione Benini è stata capace di inaugurare il “Central Parking” investendo circa 9 milioni di euro di denaro pubblico e allo stesso tempo far diventare il Parco della Rimembranza, uno dei parchi pubblici più storici di Follonica, un parcheggio. Di modernità in materia di trasporti e mobilità nemmeno l’ombra, nessuno dei parcheggi scambiatori periferici collegati da navette, alcun nuovi percorsi pedo-ciclabili e nuove zone a traffico limitato il tutto coordinato da un efficiente trasporto pubblico. A pochi mesi dalla scadenza della legislatura la Giunta Benini con i suoi assessori, fino ad ora silenti, pare che tirino fuori dal cilindro un project financing trentennale vincolando arbitrariamente così i bilanci delle future amministrazioni. Progetto che, se venisse confermato nei contenuti come pubblicato sulla stampa dal Gruppo Misto in Consiglio Comunale, troverebbe la forte contrarietà anche del Movimento 5 Stelle. Un progetto che prevede di far diventare tutti i parcheggi della città a pagamento come ad esempio via Golino, via Apuania. Sarebbe l’ennesima conferma dell’incapacità della Giunta Benini di amministrare e di avere una visione del futuro anacronisticamente ottusa. Intanto Follonica soffre dei soliti mali, troppo traffico, parcheggi selvaggi e scarsi servizi di mobilità sostenibile e non.

Per il Movimento 5 Stelle rimane vincolante potenziare prioritariamente il trasporto pubblico locale che deve essere più efficiente e meno inquinante, individuare parcheggi scambiatori collegati con navette alla città e al lungomare, piste ciclabili e nuove aree pedonali.

 

L’UNICA RICETTA PD….TASSARE E TASSARE

12 settembre 2016 at 8:40

taSSESembra che l’unica ricetta che questa maggioranza conosca per creare nuove opportunità di liquidità per le casse comunali sia tassare sistematicamente i cittadini; questa volta tocca a quelli non residenti e trasformare quelli residenti in esattori.

Con una mozione che verrà discussa probabilmente nel prossimo consiglio comunale, dal cappello magico il PD si è inventata la tassa di soggiorno estesa a tutti, non più quindi limitata alle attività di ricezione turistica ma anche alle seconde case che vengono date in affitto nel periodo estivo. Ma per quale motivo? Forse sempre al fine di finanziare spese che nulla hanno a che fare con l’accoglienza turistica come, ad esempio, il compenso al direttore artistico del Teatro? NO GRAZIE! La tassa di soggiorno è una delle tasse più inique che il panorama fiscale possa prevedere e non è certo con l’estenderla a tutti che si ristabilisce l’equilibri, ma, a nostro avviso, l’unica alternativa è l’AZZERAMENTO! È questa la nostra controproposta. La tassa di soggiorno apporta un introito nelle casse comunali follonichesi che oscilla tra i 400 e i 500 mila euro l’anno, cifra che può benissimo essere recuperata facendo un po’ di economia visto, ad esempio, che tra cultura ed eventi in soli due mesi estivi sono stati bruciati circa 70 mila euro. L’estate 2016 ormai agli sgoccioli ha messo in risalto tutta la fragilità di questa Giunta nell’incapacità di dare un impronta turistica alla città, risultando fortemente carente nel settore del decoro urbano, abbondantemente documentato, fornendo come biglietto da visita ai turisti strade dissestate, aiuole inesistenti, rotonde simili a campi incolti, sporcizia e manutenzione totalmente assente in quel poco di buono che era stato realizzato come ad esempio il parcheggio Apuania, i giardini pubblici di Pratoranieri, o il monumento a Ettore Socci e, per finire in bellezza, decine di multe alle auto parcheggiate nel Central Parking .

Ecco l’accoglienza turistica del PD a Follonica con l’unica soluzione di migliorare la situazione aumentando le tasse, contrariamente a quanto previsto dalla legge di stabilità 2016 (partorita sempre dallo stesso PD), secondo la quale sarebbe fatto divieto ai comuni di aumentare la pressione tributaria. Invece di inventarsi ulteriori tasse che andrebbero poi a ricadere sempre sui soliti contribuenti onesti e che invoglierebbero ancor più alla pratica dell’affitto in nero, l’Amministrazione farebbe bene a combattere l’elusione e l’evasione fiscale, visto che la forbice delle mancate riscossioni dei tributi comunali negli ultimi anni si sta allargando sempre di più superando il milione di euro annui senza peraltro aver preso misure efficienti per contrastare tale fenomeno.

Vecchia politica, vecchio copione

4 agosto 2016 at 7:21

Cultura1Che qualcosa tra le file della maggioranza non andasse era evidente da molto tempo e crediamo che non sia un caso isolato quello scoppiato adesso, con le dimissioni (per ora solo) dal consiglio di Amministrazione ES dell’Assessore Baldi.

La Cultura, con la C maiuscola che l’Assessore Catalani e l’Amministrazione vuole far intendere ai cittadini Follonichesi, a nostro avviso, è figlia di una visione totalmente fuori da quello che è il contesto socioeconomico follonichese. Per intendersi: viene sbandierato da tempo alla cittadinanza il grande investimento di circa 25.000.000 di euro su Follonica: Magma, fonderia 1, fonderia 2 Teatro, Parco Centrale, che ha necessitato oltre che del finanziamento del PIUSS, anche di risorse dei follonichesi, sottratte ad altro.

Ma siamo sicuri che a Follonica ci siano le condizioni per sostenere e far vivere tutte queste attività, fruibili da tutti e “VIVE TUTTO L’ANNO”?

Continua a leggere…

ARENA SPETTACOLI, QUALE SARA’ IL SUO FUTURO?

2 giugno 2016 at 10:29

parco-centraleIl Movimento 5 Stelle di Follonica ha depositato in data 21 gennaio 2016 un’interrogazione riguardante la riqualificazione urbanistica dell’intera area ex ippodromo “Central Parking”.

Come spesso è accaduto, con comodo, precisamente dopo ben 117 giorni, l’amministrazione comunale ci ha risposto.

Naturalmente il tempo ha dato spontaneamente alcune risposte alle domande formulate, tattica ormai collaudata da questa Maggioranza, eccetto ad una, quella con la quale si chiedeva quando l’Arena Spettacoli sarebbe stata usufruibile per ospitare eventi culturali e musicali.

Ebbene non sono stati sufficienti anni di progettazione, ulteriori quattro anni per la realizzazione, alcuni mesi di attesa per l’inaugurazione e non avere poi la benché minima idea di cosa fare di quella parte del parco. Con meraviglia, la risposta, che citiamo testualmente, è stata “L’organizzazione di eventi musicali o altro nell’Arena Spettacoli è ancora in fase di valutazione”. Cosa ha impedito nel frattempo di studiare un piano di programmazione di eventi? Tale inerzia è solo dovuta ad una scarsa organizzazione o da un’incapacità di progettazione? Non sono stati valutati attentamente alcuni aspetti tecnici?  Forse l’opera non è adeguata ai tempi che viviamo e forse sovrastimata per la nostra città? Dobbiamo rassegnarci e accontentarci di avere nel centro di Follonica solo una collina arborea corredata di prato? Ricordiamo ai cittadini che l’area dell’arena è costata circa 4 milioni di euro!! Comunque se venissimo interpellati per avanzare proposte forse qualche nome dello spettacolo da proporre l’avremmo, non sappiamo però se risulterebbero graditi.

PROGRAMMAZIONE E PROGETTUALITA’ CARATTERISTICHE SCONOSCIUTE ALLA GIUNTA FOLLONICHESE

2 aprile 2016 at 18:19

Central Parking

Il “Central Parking” – così lo chiamavamo in tempi non sospetti   – è stato inaugurato.

Polemiche a parte, la struttura c’è e ormai circa 9 milioni di soldi pubblici sono stati spesi. Ora ci aspettiamo da questa Amministrazione un’efficiente e puntuale progettualità futura nonché un’infallibile programmazione dell’utilizzo dell’intera area.

Per questo motivo il Movimento 5 Stelle ha depositato in data 21.01.2016 un’interrogazione al Sindaco Benini per capire se l’attuale Amministrazione abbia le idee chiare su come valorizzare e utilizzare l’intero complesso dell’Ex-Ippodromo. Nello specifico chiedevamo quando era previsto il trasferimento del mercato settimanale, se e quando era possibile svolgere eventi musicali o altro nell’Arena Spettacoli e in ultimo se l’Area Mercatale poteva essere usata anche come area per eventi fieristici o simili all’aperto, naturalmente escluso il venerdì quando la stessa è occupata dal mercato settimanale. Altre erano le domande che venivano poste al sindaco (per esempio quando sarebbe stato inaugurato visti i continui rinvii), ma la tecnica di soprassedere nel rispondere all’opposizione, spesso adottata da questa amministrazione, è risultata chiarificatrice.

Continua a leggere…

AMMINISTRAZIONE BENINI COME IL GOVERNO RENZI

28 luglio 2015 at 11:25

Come il Parlamento viene sempre più relegato ad un ruolo marginale di mero ratificatore degli atti emanati dal Governo, così il Consiglio Comunale di Follonica non viene adeguatamente informato e addirittura escluso anche su materie di sua specifica competenza, come ad esempio questioni collegate al bilancio, contravvenendo così anche alle disposizioni normative previste dal TUEL.

Esempio evidente è la mancata informazione al Consiglio Comunale della pronuncia specifica della Corte dei Conti per IRREGOLARITA’ GRAVI del Bilancio 2013, notificata all’Amministrazione Benini. La stessa Corte dei Conti disponeva, con la delibera 141/2015, di darne notizia al Consiglio che ricordiamo è espressione dei cittadini. Ma l’Amministrazione ha perseverato, omettendo di condividere con il Consiglio stesso le manovre correttive studiate per eliminare le gravi irregolarità contabili oggetto della pronuncia.

In breve:
– non è stata data notizia in Consiglio Comunale della delibera della Corte dei Conti e del suo contenuto;
– non è stata convocata la commissione bilancio;
– non è stata inviata dal dirigente dei Servizi Finanziari una relazione esplicativa delle manovre correttive elaborate al fine di rimuovere le contestazioni dell’organo di controllo.

Conseguentemente tutti i consiglieri, sicuramente quelli di minoranza, sono stati lasciati all’oscuro di tutta la vicenda.
Le responsabilità sono da attribuire a tutti, nessuno escluso: all’organo esecutivo dell’ente, all’apparato dirigenziale dello stesso più volte risultato irrispettoso del ruolo che i consiglieri comunali hanno nel contesto del Comune e per ultima, ma non per gravità, la Presidenza del Consiglio, la quale, in questo primo anno di mandato, più volte non è riuscita a garantire quell’imparzialità, quella trasparenza ed efficienza dell’attività consiliare, che invece le deve essere propria, penalizzando, naturalmente, le forze di opposizione.

Il Movimento 5 Stelle ritiene il Bilancio una materia delicata, dalla cui tenuta possono scaturire ripercussioni negative per i cittadini, per questo motivo prestiamo attenzione e pretendiamo dall’ente e dagli amministratori che lo guidano una puntuale informazione e condivisione delle problematiche ad esso correlate.
Vogliamo pertanto sapere quali sono nel dettaglio le gravi irregolarità contestate al Comune di Follonica per il 2013 e quali sono le manovre correttive per ristabilire la buona tenuta del bilancio, questo è quello che abbiamo già chiesto nell’interrogazione urgente presentata lo scorso 21 luglio.

Facciamo presente che molti altri comuni, ma non la maggior parte, hanno ricevuto pronunce specifiche, anche se con contenuti diversi, ma molti di questi hanno seguito un iter di informazione e di condivisione coinvolgendo tutto il Consiglio, quindi anche le minoranze, con commissioni, convocazioni di sedute consiliari, trasmissione di relazioni.
Tutto quello che Follonica NON ha fatto.

Da quando il Movimento 5 Stelle, è entrato in Consiglio, il bilancio del comune è stato sempre disegnato come un quadro idilliaco, poi nel tempo abbiamo scoperto la tirata d’orecchie della Corte dei Conti, la maggioranza che, da sola, approva in Consiglio Comunale il rinnovo di una serie di mutui solo per avere in cassa circa € 300.000,00 annui in più, il riaccertamento dei residui che, seppur dovuto per Legge, limiterà la capacità di fare investimenti futuri specialmente se i conti non sono stati tenuti in ordine e per finire la realizzazione del Central Parking che ha fagocitato milioni di euro delle entrate del Comune.
Speriamo che nel futuro il Bilancio di Follonica non ci riveli altre brutte sorprese.