image_pdfimage_print

SCUOLA DI MUSICA “B.BONARELLI”: FACCIAMO CHIAREZZA

13 agosto 2017 at 20:59

scuola-musica-bonarelli

Troppo spesso, a nostro avviso impropriamente, la Scuola di musica “B.Bonarelli” viene associata ad una scuola di musica “comunale”. Tale definizione viene utilizzata sia sulla stampa che nella promozione della scuola stessa o negli eventi, ma di fatto l’istituto non ha i requisiti giuridici né tanto meno il metodo operativo di una scuola pubblica. L’utilizzo improprio del termine, e secondo noi ancor più grave, è adottato soprattutto dall’Amministrazione comunale e non solo da quella attuale.

Senza dubbio il fattore storico, il merito che tutti le riconosciamo compresa l’aver diffuso su tutto il nostro territorio la lingua universale della musica hanno portato a considerare la scuola come “comunale”. Ciò nonostante la storia ed i tanti meriti non possono portare a certificare l’istituto come pubblico e comunale, sarebbe fuorviante e scorretto verso le tante altre realtà culturali e musicali ormai affermate e altrettanto valide che si sono consolidate negli ultimi anni nella nostra città.

Ma perché riteniamo che definire tale scuola “COMUNALE” è sbagliato?  Perché non sceglie i propri docenti attraverso bandi pubblici, quindi con criteri certi e trasparenti senza nulla togliere a quelli attuali proprio per il fatto che di pubblico non ha niente; il bilancio non viene approvato dal Consiglio Comunale così come non vengono approvate o concordate le rette scolastiche dall’Amministrazione Comunale. Inoltre le cariche apicali non sono di nomina pubblica né tanto meno politica in quanto giustamente nello stesso statuto dell’Associazione Musicale Follonichese, attraverso la quale viene gestita la scuola di musica, si afferma che l’associazione stessa si definisce apolitica ed apartitica.

Continua a leggere…

EPPURE CI SI FACEVA IL BAGNO

25 luglio 2017 at 10:36

petraiaSuperficiale e poco credibile sarebbe fermarsi a ragionare del fatto che il problema della foce del Petraia (tratto terminale che sfocia in mare), si possa giustificare dalla mancanza di acqua, causata dalla siccità. Su questo sembra che tutte le forze politiche siano d’accordo.  Viene pompata acqua per irrigare i campi dalla Cura in poi dove la sorgente Inferno alimenta la Gora prima del Pecora; risulta inoltre che lo sfruttamento di questa importante risorsa sia anche per usi industriali e non si capisce perché, pur essendoci delle concessioni rilasciate dagli enti preposti, gli stessi non intervengono per garantire quel minimo di acqua necessaria per mantenere la vita in un canale ricco di biodiversità. Sicuramente ci saranno delle ragioni riguardanti il processo produttivo, ma sta di fatto che la Gora resta senza acqua a causa del forte emungimento. Si tratta di acqua di sorgente, e quindi un bene di tutti che cercheremo di difendere partendo dalle verifiche delle concessioni attraverso accessi agli atti già depositati! Denunciamo a tal proposito la conseguente moria di pesci nella zona di Cannavota, e presto, se l’Amministrazione non interverrà, succederà anche nella pozza di acqua rimasta tra i due ponti nel Parco della Rimembranza! Chiediamo quindi all’Amministrazione azioni celeri per ripristinare l’apporto di acqua da monte, incrementando il flusso della Gora delle Ferriere.

Continua a leggere… 

L’AMMINISTRAZIONE BENINI OFFENDE L’INTELLIGENZA DEI CITTADINI.

29 giugno 2017 at 21:56

19433825_1495753463778336_645385443_nL’Amministrazione Benini nella risposta all’interrogazione del Movimento relativamente all’assunzione presso la Proloco del figlio del Funzionario Responsabile proprio dei rapporti con la Proloco, offende l’intelligenza dei cittadini!

Risponde con affermazioni assurde che non trovano riscontro con le norme dell’Anticorruzione che vengono “piegate” da un atteggiamento di benevolenza verso dipendenti comunali affiliati al Partito!

Alcuna sanzione subirà il dipendente, perché, secondo anche il Responsabile dell’Anticorruzione, “le modalità e il breve lasso di tempo in cui si sono svolti i fatti non sono tali da sanzionarlo”.

Nessuno in Comune, nemmeno il “Babbo” sapeva dell’intenzione della proloco di assumere il figlio.

Semplicemente ASSURDO! ASSURDO da parte di questa Amministrazione pensare che tali affermazioni siano CREDIBILI!

Non risponde a verità nemmeno il fatto che il Dirigente si sia avocato gli atti, perché la determina di impegno di spesa e la relativa liquidazione sono stati seguiti dal medesimo Funzionario Responsabile dei rapporti con la Proloco, che ha espresso pure il parere di regolarità istruttoria (!), il cui figlio è stato assunto dalla Proloco!

Crediamo che in tutta Follonica ci sarebbero stati dei ragazzi con le medesime capacità del figlio del dipendente comunale, con la medesima dedizione e volontà di lavorare e magari con una famiglia alle spalle più bisognosa…magari figlio di lavoratori a casa a seguito della triste vicenda delle acciaierie o di altre ditte che hanno chiuso i battenti o di famiglie che comunque si trovano in difficoltà!

Questa Maggioranza invece di versare lacrime di coccodrillo davanti ai Sindacati e lavoratori, dovrebbe tenere un atteggiamento di doverosa correttezza e moralità e dare a tutti i follonichesi una possibilità di impiego.

Il PD e questa Maggioranza difende unicamente gli interessi di Partito e dei suoi affiliati, invece di difendere l’INTERESSE PUBBLICO ED IL BENE COMUNE!

E’ BENE CHE QUESTO SI SAPPIA, CHE I CITTADINI FOLLONICHESI LO SAPPIANO CHIRAMENTE ED IL MOVIMENTO E’ PRESENTE IN CONSIGLIO PER RENDERLO BEN EVIDENTE.

IL PD NON PUO’ PIU’ NASCONDERSI!

QUESTO NON E’ IL MODO DI FARE POLITICA DEL MOVIMENTO 5 STELLE.

LASCIAMO AL PD ED ALLA SUA COALIZIONE QUESTA TOTALE MANCANZA DI INTEGRITA’ E MORALITA’ NELL’AZIONE POLITICA E AMMINSTRATIVA.

SETTE INTERROGAZIONI IN 45 GIORNI

19 giugno 2017 at 18:53

interrogazioniSette, tante sono le interrogazioni del Movimento 5 Stelle di Follonica rivolte al Sindaco Andrea Benini dalla seconda metà di aprile ad oggi. Interrogazioni scaturite dallo studio di dati e atti amministrativi che portano a fare importanti valutazioni politiche. Molti sono gli argomenti toccati dalle interrogazioni dopo esser passati sotto la lente di ingrandimento; Tributi Comunali, Follonica Summer Festival, Progetto Daily News, Spiaggia Fosso Cervia, Incarichi legali esterni, Accoglienza Turistico Sportiva e Controllo delle infestanti nei marciapiedi.

Al momento sono due le interrogazioni che hanno avuto risposte e che andranno in discussione nel prossimo Consiglio Comunale, Tributi Comunali e Follonica Summer Festival. Con la prima il Movimento 5 Stelle vuole evidenziare come poco o nulla sta facendo l’Amministrazione Benini per garantire una equa ed imparziale politica di recupero tributario. Sono alcune centinaia di migliaia di euro ogni anno i tributi comunali che non vengono riscossi dall’Amministrazione follonichese, frutto di una gestione carente sia nel recupero del contenzioso sia nel venire incontro a coloro che si trovano in difficoltà ad onorare i pagamenti richiesti. Oltre a risentirne il bilancio comunale, tale inerzia potrebbe causare la decadenza dei tributi degli anni precedenti e far ricadere il pagamento dei servizi a coloro che pagano regolarmente le tasse.

Continua a leggere…

SFIDA ALL’ULTIMO EURO TRA IL TEATRO E I GRANDI EVENTI

13 giugno 2017 at 22:01

teatro-vs-eventiPrende sempre di più le sembianze di una gara a colpi di euro vera e propria, quella tra i due assessori Barbara Catalani e Baldi Massimo con le deleghe rispettivamente alla gestione del Teatro e degli Eventi. Ormai i due assessori non badano a spese, anzi sembra che tra i due sia in atto una rincorsa a chi spende di più. Tale atteggiamento ci lascia alquanto perplessi visti anche gli attacchi rivolti dal consigliere comunale di Gente di Follonica all’Assessora accusandola di una gestione del teatro alquanto spregiudicata sotto il profilo economico.

A quanto pare però, la stessa politica altrettanto spregiudicata, la stia perseguendo anche l’assessore, sempre in quota Gente di Follonica, Baldi Massimo.

In appena un anno, con l’Amministrazione Benini il budget speso per gli eventi supera i 125.000 euro e per il teatro sempre in un anno si è raggiunto i 250.000 euro. Mentre per il Teatro la cospicua somma è data da una serie di voci come la quota annuale della direzione artistica, dal compenso all’agenzia artistica per la stagione teatrale 2016/2017 e da tutta una serie di iniziative collegate all’attività teatrale, per gli eventi i 125.000 euro sono andati invece tutti appannaggio ad un’unica agenzia di spettacoli per ben quattro progetti (Radiostop, Follonica Summer Festival e due eventi di “Ridere non costa niente”).

Come gruppo politico presente in Consiglio Comunale non contestiamo assolutamente nel merito la scelta dei vari soggetti scelti e coinvolti nella variegata offerta culturale, ma di certo, possiamo affermare che l’Amministrazione non ha perseguito principi di trasparenza, concorrenza, imparzialità ed economicità ai quali un ente pubblico deve ispirarsi, dato che di fatto per la scelta delle agenzie di spettacolo è stato adottato lo strumento dell’affidamento diretto.

Se i soldi impegnati ed in parte già spesi, sia per il teatro che per gli eventi, sono eccessivi o invece idonei ad assicurare una adeguata offerta culturale e di intrattenimento lo dovranno stabilire esclusivamente i cittadini follonichesi.

Se i follonichesi hanno garantita la massima sicurezza stradale, se le scuole sono perfette, se ricevono servizi sociali adeguati, se i servizi socio-educativi sono al top, se il sistema fognario è perfetto, se l’accoglienza turistica è a ottimi livelli, se il decoro urbano è garantito, se la gestione dei rifiuti è all’avanguardia, se il trasporto pubblico è funzionale allora i quasi 400.000 euro destinati all’intrattenimento culturale sono per noi uno scarso investimento.

PRATORANIERI: CAOS TRAFFICO

8 giugno 2017 at 19:55

hotel-lido-follonicaLa Giunta a guida PD conferma le nostre perplessità sul piano del traffico presentato qualche tempo fa: un piano mal progettato, non organico, non partecipato, un grande flop.

Infatti è ormai evidente che a Follonica si procede senza un progetto complessivo della viabilità.  Tra i nostri amministratori non esiste più unione di intenti, ormai si va avanti per singole iniziative. Lo abbiamo visto con la cultura, lo vediamo con gli eventi musicali, e in ultimo proprio questo, la viabilità, ed in particolare quella del quartiere Pratoranieri, che da un anno a questa parte è stata stravolta senza alcun preavviso. Così siamo arrivati al ponte del 2 Giugno con un cantiere aperto sul lungomare tra l’hotel Lido e la Pensione Eden, perché l’Amministrazione decide di cambiare senso di marcia su quel tratto di strada.

Tanto spreco di energie per aver fatto la medesima viabilità al contrario?  Il traffico delle auto sarà anche ridimensionato, ma comunque bici, pedoni e auto saranno come sempre una miscela esplosiva in un tratto di strada frequentatissimo in estate.

La lungimiranza e qualità di una mobilità sostenibile così decantata dai nostri amministratori si riduce a questo?

Eppure non è così difficile avere una visione diversa del lungomare. Forse pensare a chiudere quel tratto di strada è così difficile?  Magari sostituire 50 posti auto con rastrelliere per biciclette avrebbe avuto molteplici benefici: in primis più sicurezza stradale, molta più vivibilità e la passeggiata sul lungomare degna di questo nome. Individuare possibili parcheggi, anche temporanei, incentivare l’uso della bici, soprattutto nei mesi estivi è oltre che salutare dal punto di vista ambientale, strategico dal punto di vista economico.

GIUNTA BENINI SPESSO IN RITARDO ALL’APPUNTAMENTO DELLA STAGIONE BALNEARE

31 maggio 2017 at 16:20

follonica-in-ritardoCome l’anno scorso, quando fummo costretti ad evidenziare il ritardo con cui l’Amministrazione Benini si presentava alla stagione balneare con una città che aveva poco di decoroso da offrire ai turisti, anche quest’anno dobbiamo segnalare alcune pecche che non mostrano certo la vocazione turistica della nostra città venendo meno una adeguata accoglienza degna di tale nome.

Ampi tratti del litorale pubblico di Pratoranieri, non è stato pulito, dando così un’immagine di trasandatezza e scarsa efficienza agli occhi dei primi bagnanti che hanno visitato Follonica nel primo fine settimana estivo. Ampi tratti di spiaggia sono invasi dalle alghe ormai da tempo e mai rimosse, che ostacolano la fruizione di quella poca sabbia che è rimasta, cosa che invece giustamente non si verifica nei tratti occupati dagli stabilimenti balneari.

Segnaliamo all’Assessore al mare Aloisi che sarebbe opportuno tentare di bonificare dai detriti residui dei lavori per la difesa a mare il tratto di fronte al campeggio Tahiti e dotare di postazioni per le biciclette il tratto finale di Pratonieri fino al Villaggio Golfo del Sole che ne è completamente sprovvisto.

Non va meglio per il verde pubblico, nonostante ci siano miglioramenti sulla gestione del taglio erba, risultano ancora assenti interventi alle aiuole davanti al Parco Centrale, ed in generale su buona parte della Città. L’Arena spettacoli, che ha visto ospitare nel Pomeriggio di domenica l’atto conclusivo del 9° raduno bandistico “Città di Follonica”, di decoroso aveva ben poco, visto che l’erba arrivava alle ginocchia delle persone sia nel prato arena che nella zona circostante.

Come mai un’Amministrazione che vuole definirsi di Centro Sinistra sembra essere sempre più attenta alle richieste dei privati e sempre meno verso il pubblico?

Rimaniamo in attesa di una risposta ma soprattutto di un immediato intervento dell’Assessore al Mare Aloisi e del Sindaco Benini.

FOLLONICA SUMMER FESTIVAL…. C’E’ QUALCHE PROBLEMA?!

18 maggio 2017 at 16:59

circus

Con lo stesso metro di giudizio riservato agli eventi culturali, oggi siamo ad informare e condividere con la cittadinanza, iter amministrativi di dubbia trasparenza. Dunque parliamo di Follonica Summer Festival, evento che era nell’ambizione della Giunta Benini e che è diventato realtà dopo la recente conferenza stampa.

I fatti:

  • il primo giorno di aprile magicamente si materializza su fb una pagina dedicata al “Follonica Summer Festival” con i primi artisti confermati e qualche giorno dopo addirittura la prevendita dei biglietti. Nonostante la richiesta di accesso presentata, ad oggi non abbiamo ricevuto alcuna risposta ufficiale.
  • Il 05 maggio viene approvata la delibera di Giunta n°113 dove l’Amministrazione approva la “proposta avanzata dalla Società Non c’è problema S.r.l. con sede a Livorno (Prot. n. 14734 del 2.05.2017) per la realizzazione di un evento denominato FOLLONICA SUMMER FESTIVAL”, tuttavia la nota protocollata è meramente una “richiesta di contributo per la realizzazione dell’attrazione turistica Follonica Summer Festival”. Puntualmente l’Amministrazione concede il contributo di SETTANTATREMILAEURO sulla base di una scarna e sommaria dichiarazione d’intenti dell’agenzia: ”si esibiranno artisti di fama nazionale”. Nella stessa delibera si dà mandato al dirigente del settore n. 3 di predisporre gli atti conseguenti necessari alla realizzazione della manifestazione e per reperire risorse finanziare esterne al bilancio dell’ente.
  • Lunedì 8 maggio viene trasmessa dal Comune ai Consiglieri la delibera con allegata la richiesta da parte dell’agenzia di spettacolo “Non c’è problema” di un contributo di € 73.200 per la realizzazione di questa attrazione turistica. La data riportata sulla lettera risulta tuttavia del 14.02.2017.
  • Questa lettera di richiesta è stata protocollata in data 02.05.2017. 
  • L’11 maggio la delibera è pubblicata all’albo.

Ricapitolando: ad aprile su fb ci sono già le date confermate dell’evento con prevendita dei biglietti, ma non esiste un atto ufficiale. (Chi gestisce la pagina fb?) Viene fatta la conferenza stampa di presentazione ma ancora non si conosce alcunché. Successivamente vengono pubblicate la delibera di Giunta e la richiesta di contributo –NON IL PROGETTO DELL’EVENTO!!! – per organizzare l’evento dall’agenzia proponente. Ad oggi non esiste però una Determina Dirigenziale di impegno di spesa né il progetto dettagliato …forse perché ancora si stanno cercando soldi per abbattere i costi? A tal proposito abbiamo presentato un’interrogazione.  Assessore Baldi, è tutto a posto, o  C’E’ QUALCHE PROBLEMA?

 

 

IL PIANO URBANO DEL TRAFFICO PER UNA CITTÀ SOSTENIBILE

11 aprile 2017 at 17:43

senzunoSi è fatto un gran parlare in questi giorni del nuovo piano del traffico che l’Amministrazione follonichese ha presentato nella commissione competente. Il M5S ritiene la mobilità un volano fondamentale della nostra vita che si evolve parallelamente allo sviluppo economico e sociale di ogni comunità tanto da diventare indispensabile e irrinunciabile.

La mobilità ha però dei limiti spaziali, temporali, oltre all’impatto ambientale ed energetico che genera. La soluzione a questi limiti è quindi data dalla necessità di rendere la nostra mobilità più sostenibile.

Vogliamo analizzare la proposta dell’Amministrazione cercando di portare il nostro contributo articolato in più comunicati che vadano ad approfondire i vari scenari espressi nella proposta del nuovo Piano del Traffico. Partiamo quindi analizzando la proposta che riguarda la riqualificazione del quartiere Senzuno.

Rimaniamo fedeli al programma presentato nel 2014, che prevedeva, attraverso un processo partecipativo, di trovare insieme alla cittadinanza il rilancio del quartiere Senzuno. Via della Repubblica chiusa al traffico veicolare, potrebbe essere un punto di partenza, inizialmente per la stagione estiva e successivamente per tutto l’anno, creando una ciclabile da una lato della strada che andrebbe a raccordarsi con i due tratti già esistenti, quelli della Pineta di Levante e del lungomare Carducci.

Continua a leggere…

SCADENZE DI BILANCIO…QUESTE SCONOSCIUTE AL COMUNE DI FOLLONICA

1 aprile 2017 at 12:05

bilancioEccoci di nuovo, come ogni anno- http://www.follonica5stelle.it/mancata-approvazione…/ , ad evidenziare la mancata approvazione del Bilancio di previsione nei tempi dovuti. Il bilancio di previsione, a norma di legge, deve essere approvato entro la fine dell’anno precedente, ma interviene puntualmente una proroga governativa che sposta il termine di qualche mese. Per il 2017 la scadenza della proroga è il 31 marzo. Il Comune di Follonica ANCHE QUEST’ANNO non ha rispettato la scadenza naturale, usufruendo quindi della proroga, ma pare che anche questa non basti. La commissione competente non è stata ancora convocata, né tanto meno il Consiglio! Come al solito il bilancio è stato approvato esclusivamente in Giunta relegando il Consiglio Comunale ad un ruolo di semplice ratificatore. ANCHE QUEST’ANNO il tanto decantato “percorso condiviso” e “rapporto collaborativo” sbandierati dal sindaco Benini non si sono attuati.

Del Bilancio consuntivo 2016, la cui scadenza è il 30 aprile, ancora non se ne parla.

A chi attribuire le responsabilità? L’Assessore Aloisi è latitante? Eppure i tecnici preposti, come affermato anche dall’Assessore al Personale Giorgieri, sono delle “eccellenze” anche se non rispettano le scadenze! Non è servito neppure il richiamo della Maggioranza in occasione dell’ultimo Consiglio al rispetto delle scadenze di bilancio.

Ma l’Amministrazione Benini sa governare?