image_pdfimage_print

IL M5S ASSENTE IN CONSIGLIO COMUNALE PER PROTESTA

5 aprile 2018 at 20:34

protesta1Il Movimento 5 Stelle ha deciso di non presentarsi al Consiglio del 06 aprile quale formale protesta a fronte di un modus operandi ormai consolidato dell’Amministrazione Benini nell’organizzare e programmare i lavori riguardanti l’attività consiliare.

Riteniamo istituzionalmente indecoroso e irrispettoso affrontare la prossima seduta consiliare con ben 17 punti all’ordine del giorno; una quantità enorme tra interrogazioni, mozioni, proposte di delibere e convenzioni che dovevano essere gestite in due distinti Consigli Comunali. A causa dell’inaffidabilità di questa maggioranza PD/GDF, ormai palesemente in costante crisi, incapace perfino di garantire il numero legale sufficiente allo svolgimento della precedente seduta del 29 marzo, l’intero Consiglio si trova a dover discutere un ordine del giorno infinito e la cui discussione politica sarà sterile e puramente ratificatrice.

Da quattro anni di legislatura i consiglieri comunali si vedono arrivare in prossimità dei Consigli Comunali decine di atti e centinaia di pagine e documenti che magicamente vengono partoriti dagli uffici e dalla politica, sottoposti nelle commissioni convocate in modo seriale e a ridosso delle date stabilite per l’assise, senza una precedente condivisione e coinvolgimento della minoranza anche in questioni di carattere collettivo.

Continua a leggere…

GIUNTA BENINI INADEMPIENTE VERSO LA TUTELA ANIMALI

27 marzo 2018 at 5:57

CANILE MARTELLINOChe fine hanno fatto i cani ospitati nel canile abusivo del Martellino? Dove sono stati riallocati? Qual è il loro stato di salute? Quanti di questi sono deceduti successivamente al trasferimento?

Domande alle quali ancora l’Amministrazione Comunale e, per alcuni aspetti, anche l’Asl Veterinaria non rispondono. Domande che sono state rivolte con una richiesta di accesso agli atti a luglio 2016 e rinnovate con un’interrogazione a novembre 2017. SILENZIO ASSOLUTO!!

Ci sono voluti 15 anni prima che una struttura abusiva e fatiscente, tollerata da tre amministrazioni PD, all’interno di un parco, fosse smantellata. Solo grazie all’ingresso in Consiglio Comunale del Movimento 5 Stelle, una forza politica di opposizione assolutamente libera  da legaccioli, alle richieste di accesso agli atti, alle interrogazioni, ad un esposto in Procura, alla sollecitazione di privati cittadini e in ultimo alla visita a sorpresa di un portavoce pentastellato in parlamento  è stato possibile, nel giro di pochi mesi, far liberare l’area da un abuso che deteneva decine di cani in condizioni precarie.

Continua a leggere…

UN PARCHEGGIO PER LA PISCINA COMUNALE

19 marzo 2018 at 13:50

parcheggio-piscina-pozzangheraIl parcheggio della Piscina Comunale, da sempre senza un manto stradale adeguato e di una parziale illuminazione, è molto spesso impraticabile e pericoloso. Risulta anche indecoroso soprattutto nel periodo invernale proprio quando la struttura è nel pieno della propria attività e quindi molto frequentata. Un’immagine poco gratificante non solo della struttura sportiva ma dell’intera città.

Dal 2007, anno in cui la struttura sportiva è stata recuperata, incredibilmente, il parcheggio non è stato oggetto di attenzioni particolari e nemmeno la convenzione con cui la piscina è data in concessione al nuovo soggetto gestore ha previsto la sistemazione del relativo parcheggio.

La Piscina Comunale risulta essere una delle vetrine della città in quanto si tengono anche meeting di carattere nazionale ospitando centinaia di atleti e familiari degli stessi provenienti da altre regioni d’Italia. Un importante attrattore per Follonica, frequentato da associati e non, da nuotatori professionisti, dilettanti e amatoriali, da appassionati in genere, da persone con difficoltà temporanea di mobilità che necessitano di riabilitazione, da persone disabili, da bambini e tanti cittadini.

Per questi motivi il Movimento 5 Stelle di Follonica ha presentato, in data 15 marzo 2018, una mozione impegnando la Giunta e il Sindaco Andrea Benini affinché la Piscina Comunale sia dotata di un parcheggio decoroso, adeguato e soprattutto non pericoloso.

Per questo chiediamo con urgenza la realizzazione di un parcheggio, regolarmente asfaltato completo dei relativi sotto servizi e di un adeguato impianto di illuminazione pubblica secondo le modalità che l’Amministrazione riterrà più opportuna, o in alternativa al fine di contenere i costi, la realizzazione di un parcheggio con autobloccanti drenanti che eviterebbe di realizzare una parte dei sotto servizi come ad esempio la regimazione delle acque piovane.

La Giunta Benini non bada a spese quando si tratta di investire nell’intrattenimento o negli eventi, quindi nell’”apparire” è molto solerte mentre è completamente assente e disdegna gli investimenti per salvaguardare l’incolumità dei cittadini come ad esempio trovare risorse per asfaltare un parcheggio frequentatissimo, intervenire massicciamente in una seria manutenzione stradale, offrire servizi pubblici essenziali e decoro urbano anziché pensare solo ad intrattenere ed avere puerile visibilità.

GIUNTA BENINI: ANCORA AFFIDAMENTI DIRETTI

13 marzo 2018 at 6:59

follonica-summer-festivalEbbene sì la Giunta Benini, così come denunciato da tempo dal Movimento 5 Stelle Follonica, insistentemente ricorre allo strumento dell’affidamento diretto anche nel caso in cui il costo del servizio che si intende affidare superi l’importo di € 40.000.

L’art. 36 del Dlgs 50/2016 comma 2 lettera B dispone che, nei casi in cui il servizio superi la soglia prevista dei 40.000,00 euro, di intraprendere una procedura negoziata. Inoltre il codice degli appalti pubblici obbliga l’Ente al rispetto del principio di rotazione degli inviti e degli affidamenti come citato al comma 1 sempre dell’art. 36 del dlgs 50/2016.

Continua a leggere…

MERCATO COPERTO, QUALE FUTURO?

24 febbraio 2018 at 18:04

mercato-copertoUno dei simboli storici della città di Follonica è senza dubbio il Mercato Coperto. Una struttura nel cuore della città che ha contribuito per tanti anni a garantire un servizio pubblico importante per la cittadinanza, un presidio per il commercio e di aggregazione sociale sicuramente da sostenere, implementare, migliorare e riqualificare. Ma l’Amministrazione Benini cosa sta facendo per il Mercato Coperto? Sono anni che la struttura vede cessare gradualmente molte delle attività al suo interno e cosa fa la Giunta Benini per arrestare questa emorragia? Quali sono i progetti ed i programmi per il futuro della struttura? L’inerzia politica e amministrativa nasconde forse progetti non condivisi con i cittadini e i diretti interessati?

Il Movimento 5 Stelle invita tutta la cittadinanza e i commercianti del Mercato Coperto ad esprimersi in merito ai progetti futuri per ridare vita al mercato sia che si tratti di mantenere la struttura nel suo luogo originario sia che si parli di una nuova collocazione altrettanto idonea. Il Movimento 5 Stelle è aperto a qualsiasi soluzione purché condivisa con la comunità, chiaramente non si può non pensare ad una riqualificazione drastica e generale della struttura, se rimarrà dove è attualmente, secondo standard qualitativi più moderni e funzionali. Una struttura più inclusiva con spazi aperti, estensione dell’orario di apertura, somministrazioni di cibo e bevande, creazione di eventi eno-grastonomici programmati e con spazi riservati ai bambini. Una nuova struttura ricollocata nell’ambito di una riqualificazione urbanistica della piazza riconsiderando un più congeniale sistema di conferimento e raccolta rifiuti al fine di migliorare il decoro urbano di tutta la zona.

Il Movimento 5 Stelle di Follonica ritenendo inutile, insufficiente e senza programmazione l’intervento che è in corso presso la struttura proporrà varie soluzioni ma dovranno essere i cittadini i protagonisti sul futuro di una parte importante della città.

POTERE AL POPOLO…IN SALSA RADICAL CHIC

9 febbraio 2018 at 16:28

radical-chicIl Movimento 5 Stelle di Follonica invita il candidato alla Camera dei Deputati per Potere al Popolo, Massimo Cini, a riascoltare l’intervento del consigliere Gianfaldoni, non travisandone i contenuti.

Potere al Popolo, offuscato probabilmente dall’impellente necessità di capitalizzare consenso elettorale, accusa il Movimento di essere contro l’associazionismo e non vede la gravissima carenza del Comune di Follonica nella vicenda del Teatro Off.

Il Sindaco Benini, e la sua Amministrazione, ai fini del rilascio delle prescritte autorizzazioni DI COMPETENZA DELLA STESSA AMMINISTRAZIONE, avrebbe dovuto verificare PRIMA la situazione normativa dello stabile, e non a posteriori. Avallare la scelta politica di finanziare e patrocinare il Teatro off, senza prima aver fatto le doverose e rigorose verifiche di competenza dell’Amministrazione, come ad oggi sembra essere avvenuto, la definiamo eufemisticamente una grave “confusione” politica con conseguenze tecnico-amministrative altrettanto gravi.

Nessun tecnico comunale ha verificato le autorizzazioni, abilitazioni, agibilità dei locali del Teatro Off, quando il cartellone della stagione teatrale campeggiava in via Roma affianco di quello del Comune? E soprattutto … Perché questi tecnici non si sono attivati? Com’è possibile che l’amministrazione comunale abbia dato un contributo senza essere a conoscenza, come sembra, dell’assenza delle autorizzazioni? E se presso quei locali durante uno spettacolo teatrale fosse successo qualcosa? Dobbiamo forse aspettare che si verifichi una tragedia per intervenire? Perché tutta questa vicenda è passata sotto silenzio e se ne è parlato solo dopo l’interrogazione del Movimento 5 Stelle?

Queste sono le serie riflessioni che una forza politica responsabile dovrebbe fare!

Continua a leggere…

LE GARE NON SONO IL PEZZO FORTE DELL’AMMINISTRAZIONE BENINI

13 gennaio 2018 at 11:25

anticorruzioneAltro ricorso al Tar Toscana presentato contro l’Amministrazione Benini e altro ricorso perso con conseguente pagamento delle spese legali a carico dei cittadini follonichesi. Questa volta, la gara oggetto del ricorso interessa il servizio di ripristino delle condizioni di sicurezza stradale e il reintegro delle matrici ambientali delle strade per un valore stimato in € 45.000 e per la durata di tre anni. Come si legge dalla sentenza, all’Amministrazione vengono imputati: la violazione di alcuni articoli del dlgs 50/2016, il mancato rispetto del principio di rotazione degli inviti e degli affidamenti e l‘assenza della motivazione dell’affidamento stesso.

Più volte il Movimento 5 Stelle di Follonica ha denunciato pubblicamente sia sulla stampa che in Consiglio Comunale che troppo spesso l’Amministrazione Benini ricorre allo strumento dell’affidamento diretto, che, anche se legittimo, perde di legittimità nel momento in cui non viene adeguatamente motivato.

Per questi stessi motivi abbiamo proceduto in passato a presentare segnalazioni all’ANAC e alla Corte dei Conti perché riteniamo indispensabile che la trasparenza e la massima correttezza nelle procedure delle gare e dei contratti debbano essere garantite, anche per rimuovere qualsiasi ombra di corruzione, anche potenziale.

Continua a leggere…

E MENO MALE CHE SONO ESPERTI

11 gennaio 2018 at 6:58

omino-mozione-300x300Ebbene sì, ci si aspetterebbe di più da rappresentanti, assessori e consiglieri comunali di forze politiche che amministrano Follonica da decenni. Ci riferiamo alle esternazioni fatte in Consiglio Comunale dall’assessore al bilancio Alberto Aloisi e dall’assessora Myriam Giorgieri, sulla stampa, relativamente al reinvestimento da una parte degli utili derivanti dall’Acquedotto del Fiora spa e dall’altra quelli versati dalla Tioxide per il ripristino della Cava di Montioni.

Nel dettaglio si tratta degli utili che l’Acquedotto del Fiora distribuisce ai vari soci pubblici e privati. La quota spettante al Comune di Follonica sarà di circa € 100.000 che l’assessore al bilancio Aloisi Alberto ne avrebbe suggerito l’utilizzo per il rifacimento del manto stradale follonichese.

Che c’azzecca l’acqua con l’asfalto?

Continua a leggere…

FONDERIA 1 PRECLUSA AI CITTADINI

8 gennaio 2018 at 15:36

fonderia-1-follonicaSembra assurdo ma di fatto la Fonderia 1, edificio pubblico all’interno del complesso Ex-Ilva, restaurato per il 40% con i soldi dei follonichesi è precluso agli stessi per la maggior parte dell’uso che ne viene fatto.

Il recupero, costato circa 4,5 milioni di euro, è stato reso possibile grazie ad un cofinanziamento coperto per il 60% dalla Regione Toscana ed il restante dal Comune di Follonica attraverso l’accensione di un mutuo pagato, ribadiamo, con i soldi di tutti. Come si rileva dalla scheda tecnica dell’accordo di valorizzazione, la destinazione d’uso per la quale il cofinanziamento è stato erogato è di AP3: Attrezzature fieristiche, mostre e fiere dei prodotti d’artigianato e agricoltura locali e non.

Quante volte voi cittadini follonichesi avete avuto accesso agli spazi della Fonderia 1 per iniziative di tale tipo con finalità pubblica? Dall’inaugurazione avvenuta nell’ottobre del 2015, nella Fonderia 1 sono state realizzate, con la corretta destinazione d’uso, una mostra fotografica e una esposizione per articoli da cerimonie. Per il resto? Eventi PRIVATI per i quali è stato pagato regolare canone concessorio al Comune, nello specifico “EVENTO NUOVA SOLMINE” Cena Privata, “EVENTO ELETTROMAR SPA” Convivio Aziendale (evento ripetuto per due volte), “LA TAVOLATA IX EDIZIONE” Cena di Beneficienza (evento ripetuto per due volte), “FESTA DELLA LUCE” Raduno Massonico.Convivi, cene e ritrovi massonici, tutti eventi privati ai quali la cittadinanza viene esclusa.

Continua a leggere…

M5S: TRATTA FERROVIARIA TIRRENICA VOCE AI PENDOLARI

6 dicembre 2017 at 21:50

treniIl trasporto ferroviario come altri settori della costa e del sud della Regione Toscana sono totalmente trascurati e dimenticati dalla Regione Toscana e dalla Giunta Rossi. Il Movimento 5 Stelle è già intervenuto sul tema del trasporto ferroviario presentando una mozione, approvata all’unanimità dal Consiglio Comunale Follonichese, volta ad incrementare il numero delle corse e l’ottimizzazione degli orari sulle direttrici Pisa/Livorno/Grosseto e Firenze/Grosseto. La situazione è rimasta invariata, anche se il Governo Regionale (PD) si vanta di aver inserito due nuovi treni sulla tratta Firenze/Pisa, lasciando di nuovo a secco la costa sulle medesime direttrici. Questo non ci ferma e attraverso, l’assessore alla mobilità del Comune di Livorno, ed i nostri consiglieri regionali, abbiamo ottenuto l’istituzione di un tavolo di discussione sulle criticità espresse. All’ incontro con l’assessore Regionale Ceccarelli oltre ai Sindaci della costa sud è prevista una rappresentanza di tutti quei cittadini che subiscono quotidiane disfunzioni e disagi del servizio. Al fine di poter portare peso nella discussione, chiediamo a tutti gli utenti pendolari e non, interessati per studio, lavoro e turismo che  rilevano le problematiche rilevate sopra esposte, di farsi avanti e portare in questo gruppo le loro proposte. Siamo disponibili anche ad organizzare un primo incontro su Follonica cercando di creare rete con le altre località costiere. Il Movimento 5 Stelle di Follonica ritiene fondamentale l’efficientamento e il potenziamento del trasporto pubblico ferroviario per permettere uno sviluppo economico anche ecosostenibile senza tralasciare il sacrosanto diritto di una corretta e legittima fruizione dei servizi pubblici alla stregua del resto della Regione, contrastando con forza il progetto di una Toscana a due velocità.