image_pdfimage_print

PROLOCO FOLLONICA: FARE TURISMO CON I FICHI SECCHI

13 marzo 2017 at 20:08

PROLOCORimanendo fedeli al proprio programma elettorale, il Movimento 5 Stelle ribadisce con convinzione che occorre puntare seriamente sul turismo follonichese cercando di utilizzare e valorizzare, attraverso un progetto d’insieme, tutte le potenzialità del nostro territorio. Lo Sport, il Parco di Montioni, l’Area Mercatale, la Fonderia n.1, il museo Magma, la cultura, lo spettacolo dovranno attraverso una sinergia far sì che il turismo si estenda anche durante i mesi invernali. In questa ottica è inevitabile affidare un ruolo primario alla Proloco, attribuendole compiti precisi ed obbiettivi importanti in termini di coordinamento, di organizzazione e di promozione turistica, assegnandole risorse finanziarie adeguate sia pubbliche che private. Una struttura dinamica ed efficiente sotto il controllo dell’Amministrazione Comunale con al suo interno personale motivato e retribuito adeguatamente. Un catalizzatore per gli studenti provenienti dagli istituti superiori con orientamento di informatica, linguistico, turistico e di marketing del territorio oltre al personale stabilmente impiegato.

Il Movimento 5 Stelle di Follonica in sede di deliberazione in Consiglio Comunale della convenzione tra Amministrazione Comunale e l’Associazione Proloco, decise di esprimersi con un voto di astensione proprio perché la convezione stanzia soli € 38.000,00 per garantire l’accoglienza e l’informazione turistica, contributo a nostro avviso totalmente insufficiente se rapportato all’orario e al numero dei collaboratori dell’associazione impiegati e assolutamente inadeguato per assicurare loro una dignità retributiva.

Altro aspetto è il controllo da parte dell’Amministrazione Comunale sull’attività svolta dalla Proloco. Il Movimento 5 Stelle è infatti in attesa di risposte a richieste di accesso agli atti avanzate per venire in possesso di alcune rendicontazioni in merito ai compensi liquidati ai propri collaboratori. E’ ancora giacente un’interrogazione presentata a febbraio per sapere di chi si è avvalsa la Proloco per l’esecuzione del Progetto Daily News, mentre un’altra richiesta di accesso agli è stata appena depositata per conoscere quale struttura ricettiva sia stata scelta per ospitare la nazionale MTB che ha soggiornato nella nostra città pochi giorni or sono e con quale criterio. In entrambi i casi l’amministrazione ha deliberato contributi pubblici di € 6000,00 e di € 7000,00 a fronte di progetti presentati dall’associazione  poco dettagliati nei costi, negli obbiettivi e nelle attività previste. Insomma ci sono sembrate delle semplici richieste di cofinanziamento ad occhi bendati più che di veri e propri progetti.

Risulta quindi indispensabile non solo un potenziamento della Proloco, ma un maggior controllo e condivisione delle iniziative con l’Amministrazione e con tutto il tessuto sociale cittadino.

 

LA SPIAGGIA DEL FOSSO CERVIA APPRODA IN PARLAMENTO

27 febbraio 2017 at 18:31

M5S ParlamentoLa vicenda legata al ripascimento della spiaggia a nord del fosso Cervia approda in Parlamento con una interrogazione a firma di Chiara Gagnarli portavoce alla Camera dei Deputati del Movimento 5 Stelle.

Dopo le risposte insufficienti da parte dell’Amministrazione follonichese e della Regione Toscana, il gruppo consiliare pentastellato al Comune di Follonica aveva promesso di arrivare fino in Parlamento per pretendere un chiarimento definitivo sulla questione. La promessa l’abbiamo mantenuta, ora non ci resta che attendere un doveroso pronunciamento del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Lo stesso Ministero, come da accordo sottoscritto con la Regione Toscana in data 3 novembre 2010, ha infatti il compito attraverso l’ISPRA del monitoraggio e del controllo sui lavori di difesa a mare che sono in corso nel Golfo di Follonica.

Il Movimento 5 Stelle ha sempre avuto dubbi sul materiale utilizzato per quel tratto di spiaggia e a partire da luglio 2016  abbiamo cercato di portare all’attenzione dell’opinione pubblica tutte le contestazioni a nostro avviso legittime rilevate sull’intervento.  L’inidoneità e la difformità nella forma, composizione, colorazione e provenienza della ghiaia sono state rappresentate in modo dettagliato e tecnico in due interrogazioni rivolte alla Regione Toscana e al Comune di Folloni, le cui risposte non hanno lasciato spazio ad un confronto costruttivo ma in sostanza alzando un muro di omertà e dichiarazioni contrastanti.

L’interrogazione parlamentare al Ministero dell’Ambiente mira a conoscere l’esito del monitoraggio eseguito con il supporto tecnico operativo dell’Ispra.

Continua a leggere…

ASSEGNAZIONE PERSONALE DELLA FARMACIA: VUOTO PNEUMATICO!

18 gennaio 2017 at 16:50

il vuoto pneumatico(1)Ci aspettavamo una Supercazzola invece è arrivato il VUOTO PNEUMATICO!

La risposta dell’Amministrazione Benini alla nostra interrogazione sull’assegnazione temporanea del personale della Farmacia al Comune di Follonica è a dir poco INCONSISTENTE.

Nessuna replica precisa, puntuale, ben circostanziata che confutasse punto per punto la nostra tesi sull’illegittimità degli atti di quell’Assegnazione Temporanea. Una risposta che lascia esterrefatti dal NULLA che vi è scritto. 30 righi di vuoto assoluto. 30 righi di presupponenza e arroganza. 30 righi che evidenziano una manifesta impossibilità di difendersi, perché difatti sono indifendibili. Rispondendo sul merito avrebbero soltanto potuto farsi del male.

Ci ricordano che la Farmacia Comunale è un’azienda pubblica e non privata. LO SAPPIAMO. Ma ribadiamo che la Farmacia Comunale che applica un contratto ASSOFARM gestisce e opera come un ENTE PUBBLICO ECONOMICO, quindi il personale NON E’ PUBBLICO MA E’ PERSONALE PRIVATO a cui NON POSSONO APPLICARSI LE NORME DEL PUBBLICO IMPIEGO e nulla rileva se l’Azienda Farmaceutica è a totale partecipazione pubblica.

Avevamo dato al Sindaco, all’Assessore al Personale Giorgieri e a tutta la Giunta la possibilità di intervenire sistemando la questione in autotutela, ma evidentemente l’invito non è stato colto.

Gli atti quindi finiranno sulle scrivanie della Procura della Repubblica e della Corte dei Conti.

IPPODROMO: THE TRUMAN SHOW

6 gennaio 2017 at 20:19

The Truman Show IppodromoFacemmo forte pressione per ottenere la commissione sull’Ippodromo dei Pini, concessa poi il 21 aprile 2016, richiedendo la presenza della Follonica Corse Cavalli (FCC), titolare della convenzione con il Comune e della Sistema Cavallo (gestione sportiva) rappresentata dall’Amministratore unico Toriello. L’Amministrazione Comunale, fu rappresentata dal Sindaco Benini, da alcuni consiglieri e parte dello staff degli uffici tecnici.

In quella sede, evidenziammo le grosse criticità che secondo noi erano presenti nella gestione politica, economica, sportiva dell’Ippodromo, quindi i bilanci delle società, tributi non pagati al Comune, attività sportiva approssimativa e poco produttiva, dubbi sulla validità giuridica della convenzione.

Ma fu come essere nel “The Truman Show”, nel quale i tre attori protagonisti (Amministrazione, FCC, e Sistema Cavallo) rappresentarono un quadro della situazione quasi idilliaco, tutti felici di essersi trovati, di aver contribuito a realizzare questa opera e di essere i condottieri uniti e compatti a dispetto delle nostre lecite quanto fondate domande, relegati nel contesto, semplici comparse. Si unirono poi a questo gioioso coro i tecnici che dispensarono rassicurazioni sull’operato del Comune, sulla gestione dei contenziosi in atto, della riscossione dei tributi, dove la FCC, si prestò a riconoscere i debiti con un piano di rientro, guarda caso in successione ad una nostra interrogazione in merito proprio sui tributi non riscossi.

Continua a leggere…

SIAMO PER LA MERITOCRAZIA

22 settembre 2016 at 19:32

CalcioIl Calcio follonichese ancora una volta si trova in una situazione a dir poco grottesca. Dopo le note vicende, messe in risalto dal M5S, la situazione dell’USD Follonica non è affatto migliorata, tant’è che i molti allenatori, che facevano parte della scuola calcio, hanno preferito andarsene e fondare una nuova società chiamata “Real Follonica”. Così adesso a Follonica ci sono 2 società di calcio dilettantistiche: l’USD con pochi iscritti alla scuola calcio, il Real con oltre 100. Niente di strano, se non fosse che l’USD Follonica gestisce due impianti comunali, mentre la nuova società ha trovato spazio nel campo in concessione ai Veterani pagando una quota di affitto mensile e nei campetti di sintetico di Cassarello sempre a pagamento. Quindi, in evidente difficoltà logistiche, il “Real Follonica” non potrà garantire per molti bambini l’iscrizione alla scuola calcio, costringendoli ancora una volta, ad emigrare nelle società limitrofe, impoverendo di nuovo il nostro settore giovanile. Siamo costretti a ribadire e mettere in evidenza la gestione fallimentare del calcio follonichese da parte del Sindaco Benini e della sua Amministrazione che, pur avendo una città attrezzata, riesce ancora oggi a far emigrare altri 15 ragazzini follonichesi, con famiglie al seguito. Sulla vicenda calcio, è bene ricordare che il M5S in data 28/12/2015 protocollò un’interrogazione in merito alle note vicende del calcio, di cui abbiamo avuto risposta solo in data 26/7/2016. Ci sono voluti 7 mesi per avere una risposta alle richieste di una forza politica e di tanti cittadini stufi di questo sistema. Il Sindaco Benini si è altamente infischiato di regolamenti e tempistiche congrue alle risposte che un Sindaco deve ai suoi cittadini. Nel frattempo ci sono stati nuovi avvenimenti, ai quali abbiamo chiesto ulteriori chiarimenti al Sindaco con una nuova  interrogazione, fiduciosi che la risposta non superi il tempo di una gestazione.

IL PD E LA POLVERE SOTTO IL TAPPETO

15 settembre 2016 at 19:56

la-polvere-sotto-il-tappetoAncora una volta una delicata questione come un procedimento disciplinare a carico di dipendenti del Comune è stata mal gestita dall’Amministrazione PD.

Già alcuni anni fa, durante il mandato del Sindaco Baldi, il PD non affrontò con la dovuta attenzione la notizia, serpeggiata nei banchi dell’Opposizione, di un procedimento penale avviato a carico di alcuni vertici amministrativi e assessori dell’Ente.

Tacitare, silenziare ostinatamente un fatto grave come quello che la cittadinanza ha appreso dalla stampa a seguito di una interrogazione presentata da alcune forze di opposizione sulla base di “illazioni” di “sentito dire” è peccare d’ingenuità; difatti la notizia è uscita e l’Amministrazione non l’ha saputa gestire.

Nessun chiarimento doveroso è stato fornito. Forse che i cittadini non hanno diritto di sapere se, quali reati e per quali importi, sono stati commessi da alcuni dipendenti dell’Ufficio Tributi e quali sanzioni disciplinari sono state applicate? Pur nel totale rispetto della privacy, queste sono le minime informazioni che sarebbero doverose per un’Amministrazione trasparente, invece di fornire repliche evasive e fuorvianti.

Siamo quindi contrari ad un Consiglio a porte chiuse. Riteniamo che, poiché un’Amministrazione gestisce risorse e beni pubblici e quindi della cittadinanza, la stessa debba essere edotta di cosa avviene con le tasse che paga. Non è necessario fare nomi e cognomi, quello che è fondamentale è capire e valutare politicamente come l’Amministrazione ha affrontato questa vicenda e soprattutto quali provvedimenti ha adottato a tutela della cittadinanza.

IL MOVIMENTO 5 STELLE INTERROGA IL SINDACO

12 agosto 2016 at 17:33

interrogazioni m5sContinua l’attività consiliare del Movimento 5 Stelle, sono ben tre le interrogazioni depositate giovedì 11 agosto 2016 al protocollo dell’amministrazione comunale. Tre interrogazioni per chiedere chiarimenti precisi sulla Fonderia n. 1, sulla convenzione con la USD Follonica Calcio e sull’Istituzione ES.

Con la speranza di avere delle tempestive e complete risposte, difficilmente avute in questi due anni di legislatura, cercheremo, Sindaco permettendo, di accendere un faro su tre situazioni delicate e importanti che investono settori altrettanti importanti quali sviluppo, cultura e sport. Con tali richieste vogliamo portare a conoscenza della cittadinanza di come vengono investiti i soldi pubblici e che tipo di ritorno hanno gli stessi sul tessuto socio economico di Follonica. Nello specifico vogliamo sapere la progettualità e la promozione che è stata studiata per la Fonderia n. 1 inaugurata a ottobre 2015, struttura che ha come destinazione d’uso quello di edificio adibito a fiere e mostre dei prodotti dell’artigianato e agricoltura locali e non, ricordando che il costo del recupero si è aggirato sui 4 milioni di euro per cui come cittadini oltre che come forza politica ci aspettiamo che la struttura sia valorizzata e impiegata a pieno delle sue potenzialità.

Continua a leggere…

RIPASCIMENTO LITORALE NORD FOSSO CERVIA…TUTTO REGOLARE?

25 luglio 2016 at 13:58

Fosso cerviaTutto il litorale follonichese è interessato ormai da anni da un importante intervento di difesa a mare contro l’erosione costiera in base ad un accordo di programma stipulato in data 3.11.2010 tra Ministero dell’Ambiente per la Tutela del Territorio e del Mare (MATTM) e Regione Toscana. I lavori sospesi per il periodo estivo, che riprenderanno al termine della stagione balneare, vengono eseguiti secondo un progetto della Provincia di Grosseto. Per il tratto del litorale a nord della foce del Fosso Cervia è stato previsto, come dallo stesso progetto ed in base alle relative relazioni tecniche, “un ripascimento con ghiaia di cava policroma e poligenica impostate su depositi fluviali pertanto con elementi arrotondati, dimensioni comprese tra 7-15 mm, e tali da non determinare indesiderati fenomeni di intorbidamento delle acque se non nell’immediata fase di sversamento”. Sempre dalle stesse relazioni si evidenzia che le sabbie che compongono l’arenile di tale tratto (e del litorale follonichese in genere) sono prevalentemente quarzose.

Alla luce di questi importanti dettagli tecnici ufficiali, siamo proprio certi che il materiale utilizzato per il ripascimento del tratto a nord del fosso Cervia sia conforme al progetto e altrettanto idoneo e compatibile all’utilizzo che ne è stato fatto e con il sito interessato dall’intervento?

Continua a leggere…

ACCESSO ATTI: LE LUNGHE ATTESE

7 luglio 2016 at 17:44

ACCESSO ATTI INEVASI AGGIORNATO AL 07/07/2016

accesso-atti

19.10.2014 ECOTASSA Rendicontazione dall’anno 2012 dell’addizionale del 20% sul tributo per il conferimento dei rifiuti a carico del comune per non aver raggiunto il 65% della raccolta differenziata come previsto dall’art.205 D.Lgs.n.152/06. Si prega di fornire l’ammontare distinto per ogni anno (2012/2013).
In data 21/10/2014 con integrazione si richiede di fornire l’importo della ecotassa anche per gli anni dal 2006 al 2011 (INEVASA)

17/08/2015 VERBALI CONFERENZA DIRIGENTI Sollecito 25/11/2015 In riferimento alla vostra nota del 17/08/2015 di diniego, da parte del Segretario Generale alla nostra richiesta di accesso agli atti del 28/07/2015, con la quale si richiedevano i verbali della Conferenza dei Dirigenti, chiediamo cortesemente di approfondire nel merito la richiesta in oggetto ai sensi della normativa vigente in materia di accesso agli atti. L’art 43 co. 2 del decreto legislativo 267/2000 prevede che i consiglieri comunali hanno diritto di ottenere dagli uffici del comune, nonché dalle loro aziende ed enti dipendenti, tutte le notizie e le informazioni in loro possesso, utili all’espletamento del proprio mandato. I consiglieri comunali sono tenuti al segreto nei casi specificamente determinati dalla legge. Rileviamo che i verbali della Conferenza dei Dirigenti sono, a tutti gli effetti, atti amministrativi dell’Ente come si evince dall’art. 1 comma A DPR 445 del 28/12/2000 (così sostituito dall’art. 1 del D.P.R. n.137 del 2003), che definisce “DOCUMENTO AMMINISTRATIVO ogni rappresentazione, comunque formata, del contenuto di atti, anche interni, delle pubbliche amministrazioni o, comunque, utilizzati ai fini dell’attività amministrativa”. Chiediamo pertanto un’ulteriore riflessione di codesta Amministrazione prima di confermare un eventuale esito negativo, al fine di evitare di chiedere un parere agli organi preposti al rispetto del diritto di accesso agli atti da parte dei consiglieri comunali previsto dalla citata legge.

28.09.2015 “Referto Epidemiologico del proprio Comune”. E’ un documento che il Sindaco di ciascun comune può e deve richiedere alla ASL di appartenenza contiene dati su:
-Mortalità
-Ricoveri
-Accesso ai farmaci
-altre informazioni sanitarie
relativa alla popolazione del proprio comune di appartenenza.

14.01.2016 IPPODROMO
1)        Copia dei Contratti di lavoro dipendenti a tempo indeterminato e relative comunicazioni al Centro per l’impiego alla data odierna.
2)        Documentazione relativa ai Box contrattualizzati alla data odierna e relativo numero dei cavalli stanziali presenti nell’impianto.

14.01.2016 CALCIO:
1)        Numero degli iscritti alla “Scuola Calcio” (5/12 anni) US Follonica per gli anni 2012/2013-2013/2014-2014/2015-2015/2016 e suddivisi per anni
2)        L’importo della retta mensile richiesta per gli iscritti sempre alla suddetta scuola per la stagione 2015/2016.

17.03.2016 CANILE ABUSIVO Con la presente si richiede, alla luce dei nuovi sviluppi e delle ordinanze di sgombero emesse Dall’amministrazione, l’elenco ufficiale degli occupanti individuati con l’indicazione del numero di box di riferimento e il numero dei cani appartenenti per ciascun occupante. Abbiamo ricevuto un elenco parziale inseguito ad uno dei primi rilievi della Polizia Municipale.

05.05.2016 CIRCOLO CALA VIOLINA Con la presente si richiede gli esiti delle analisi, nel caso in cui siano stati eseguiti, della sabbia estratta in seguito al dragaggio effettuato in questi giorni presso la foce del Petraia zona Circolo Cala Violina.

05.06.2016 CARTELLI MARTELLINO sollecitata richiesta presentata ad agosto 2015. Ad oggi non abbiamo ricevuto una risposta se gli stessi devono essere rimossi o no.

ABBIAMO UN TEATRO?

6 luglio 2016 at 20:30

fonderia 2

ABBIAMO UN TEATRO?

Continua senza sosta l’azione di controllo del M5S sull’Amministrazione Comunale.

Il recupero della Fonderia 2, (TEATRO) è stato sicuramente un fatto positivo, con una buona adesione dei cittadini attraverso gli abbonamenti e quindi punto di aggregazione culturale che a Follonica mancava da molti anni.

Se da una parte abbiamo detto che il Teatro è sicuramente una crescita per la città, non possiamo far finta che il risultato finale sotto l’aspetto puramente tecnico non ci abbia lasciato alquanto perplessi.

Continua a leggere…