image_pdfimage_print

ASSESSORE ALLA CULTURA……..ANCORA NON CI SIAMO!

28 settembre 2017 at 18:08

musica1Il Movimento 5 Stelle di Follonica ritiene che l’Assessore alla Cultura Barbara Catalani non abbia chiare le responsabilità e le modalità di operare che il suo ruolo comporta.

Dopo aver concesso l’utilizzo della Pinacoteca a favore di un privato senza concessione e gratuitamente, l’Assessore continua a perseverare utilizzando l’Ente Pubblico per veicolare le iniziative solo di alcune associazioni operanti nel settore culturale e musicale di Follonica. Ad essere entrata nelle grazie dell’Assessore, questa volta, è stata la scuola privata “Spazio Arte”, per la cui nuova stagione l’Amministrazione Benini ha indetto apposita conferenza stampa tenutasi direttamente nel Palazzo Comunale. Riconosciamo a “Spazio Arte” meriti, valore e l’importanza del suo ruolo all’interno del panorama musicale follonichese, ma riteniamo che il sistema di lavorare e di rapportarsi dell’assessore Barbara Catalani con la comunità cittadina sia assolutamente inopportuno e inadeguato.

Si ricorda che l’azione della Pubblica Amministrazione deve essere imparziale.

A tal proposito il Gruppo Consiliare M5S ha provveduto a depositare un’interrogazione al Sindaco con la speranza che lo stesso si dissoci da questo modo di interagire con il mondo culturale follonichese al fine di non perseverare nel madornale errore di privilegiare alcune realtà a discapito di altre.

Ci aspettiamo quindi che l’Assessore Catalani promuova in altre conferenze stampa, TUTTE le realtà private e associazioni presenti sul territorio, al fine di presentare la variegata pluralità dell’offerta culturale, sociale e musicale affinché tale pluralità, a parità di meriti, cresca ogni giorno di più nella nostra città in nome di una leale competizione nonché collaborazione reciproca.

GESTIONE IMPIANTI CALCISTICI ALLA UISP

25 settembre 2017 at 18:49

CalcioAnche nello sport la Giunta Benini non si smentisce, affidata direttamente la gestione provvisoria dei campi di calcio di Follonica ad un’associazione facente parte della grande famiglia del Partito Democratico, la UISP. Anche in questo caso si tratta di un servizio, nello specifico di guardiania, pulizia e tenuta campi, per un importo di poco inferiore ai 40.000 euro (€ 38.720). Una gestione provvisoria della durata di quattro mesi in previsione che l’Ente predisponga la gara pubblica per la gestione sportiva e degli impianti in maniera definitiva.

La scelta della UISP ci fu anticipata in occasione dell’ultima commissione consiliare sul Calcio, richiesta da una parte dell’opposizione per avere il punto della situazione a seguito della revoca della gestione degli impianti alla USD Follonica da parte dell’Amministrazione Comunale. In quella sede il Sindaco anticipò che la gestione provvisoria del calcio sarebbe ricaduta su un soggetto terzo quale la UISP.

Continua a leggere…

SETTE INTERROGAZIONI IN 45 GIORNI

19 giugno 2017 at 18:53

interrogazioniSette, tante sono le interrogazioni del Movimento 5 Stelle di Follonica rivolte al Sindaco Andrea Benini dalla seconda metà di aprile ad oggi. Interrogazioni scaturite dallo studio di dati e atti amministrativi che portano a fare importanti valutazioni politiche. Molti sono gli argomenti toccati dalle interrogazioni dopo esser passati sotto la lente di ingrandimento; Tributi Comunali, Follonica Summer Festival, Progetto Daily News, Spiaggia Fosso Cervia, Incarichi legali esterni, Accoglienza Turistico Sportiva e Controllo delle infestanti nei marciapiedi.

Al momento sono due le interrogazioni che hanno avuto risposte e che andranno in discussione nel prossimo Consiglio Comunale, Tributi Comunali e Follonica Summer Festival. Con la prima il Movimento 5 Stelle vuole evidenziare come poco o nulla sta facendo l’Amministrazione Benini per garantire una equa ed imparziale politica di recupero tributario. Sono alcune centinaia di migliaia di euro ogni anno i tributi comunali che non vengono riscossi dall’Amministrazione follonichese, frutto di una gestione carente sia nel recupero del contenzioso sia nel venire incontro a coloro che si trovano in difficoltà ad onorare i pagamenti richiesti. Oltre a risentirne il bilancio comunale, tale inerzia potrebbe causare la decadenza dei tributi degli anni precedenti e far ricadere il pagamento dei servizi a coloro che pagano regolarmente le tasse.

Continua a leggere…

FOLLONICA SUMMER FESTIVAL…. C’E’ QUALCHE PROBLEMA?!

18 maggio 2017 at 16:59

circus

Con lo stesso metro di giudizio riservato agli eventi culturali, oggi siamo ad informare e condividere con la cittadinanza, iter amministrativi di dubbia trasparenza. Dunque parliamo di Follonica Summer Festival, evento che era nell’ambizione della Giunta Benini e che è diventato realtà dopo la recente conferenza stampa.

I fatti:

  • il primo giorno di aprile magicamente si materializza su fb una pagina dedicata al “Follonica Summer Festival” con i primi artisti confermati e qualche giorno dopo addirittura la prevendita dei biglietti. Nonostante la richiesta di accesso presentata, ad oggi non abbiamo ricevuto alcuna risposta ufficiale.
  • Il 05 maggio viene approvata la delibera di Giunta n°113 dove l’Amministrazione approva la “proposta avanzata dalla Società Non c’è problema S.r.l. con sede a Livorno (Prot. n. 14734 del 2.05.2017) per la realizzazione di un evento denominato FOLLONICA SUMMER FESTIVAL”, tuttavia la nota protocollata è meramente una “richiesta di contributo per la realizzazione dell’attrazione turistica Follonica Summer Festival”. Puntualmente l’Amministrazione concede il contributo di SETTANTATREMILAEURO sulla base di una scarna e sommaria dichiarazione d’intenti dell’agenzia: ”si esibiranno artisti di fama nazionale”. Nella stessa delibera si dà mandato al dirigente del settore n. 3 di predisporre gli atti conseguenti necessari alla realizzazione della manifestazione e per reperire risorse finanziare esterne al bilancio dell’ente.
  • Lunedì 8 maggio viene trasmessa dal Comune ai Consiglieri la delibera con allegata la richiesta da parte dell’agenzia di spettacolo “Non c’è problema” di un contributo di € 73.200 per la realizzazione di questa attrazione turistica. La data riportata sulla lettera risulta tuttavia del 14.02.2017.
  • Questa lettera di richiesta è stata protocollata in data 02.05.2017. 
  • L’11 maggio la delibera è pubblicata all’albo.

Ricapitolando: ad aprile su fb ci sono già le date confermate dell’evento con prevendita dei biglietti, ma non esiste un atto ufficiale. (Chi gestisce la pagina fb?) Viene fatta la conferenza stampa di presentazione ma ancora non si conosce alcunché. Successivamente vengono pubblicate la delibera di Giunta e la richiesta di contributo –NON IL PROGETTO DELL’EVENTO!!! – per organizzare l’evento dall’agenzia proponente. Ad oggi non esiste però una Determina Dirigenziale di impegno di spesa né il progetto dettagliato …forse perché ancora si stanno cercando soldi per abbattere i costi? A tal proposito abbiamo presentato un’interrogazione.  Assessore Baldi, è tutto a posto, o  C’E’ QUALCHE PROBLEMA?

 

 

PROLOCO FOLLONICA: FARE TURISMO CON I FICHI SECCHI

13 marzo 2017 at 20:08

PROLOCORimanendo fedeli al proprio programma elettorale, il Movimento 5 Stelle ribadisce con convinzione che occorre puntare seriamente sul turismo follonichese cercando di utilizzare e valorizzare, attraverso un progetto d’insieme, tutte le potenzialità del nostro territorio. Lo Sport, il Parco di Montioni, l’Area Mercatale, la Fonderia n.1, il museo Magma, la cultura, lo spettacolo dovranno attraverso una sinergia far sì che il turismo si estenda anche durante i mesi invernali. In questa ottica è inevitabile affidare un ruolo primario alla Proloco, attribuendole compiti precisi ed obbiettivi importanti in termini di coordinamento, di organizzazione e di promozione turistica, assegnandole risorse finanziarie adeguate sia pubbliche che private. Una struttura dinamica ed efficiente sotto il controllo dell’Amministrazione Comunale con al suo interno personale motivato e retribuito adeguatamente. Un catalizzatore per gli studenti provenienti dagli istituti superiori con orientamento di informatica, linguistico, turistico e di marketing del territorio oltre al personale stabilmente impiegato.

Il Movimento 5 Stelle di Follonica in sede di deliberazione in Consiglio Comunale della convenzione tra Amministrazione Comunale e l’Associazione Proloco, decise di esprimersi con un voto di astensione proprio perché la convezione stanzia soli € 38.000,00 per garantire l’accoglienza e l’informazione turistica, contributo a nostro avviso totalmente insufficiente se rapportato all’orario e al numero dei collaboratori dell’associazione impiegati e assolutamente inadeguato per assicurare loro una dignità retributiva.

Altro aspetto è il controllo da parte dell’Amministrazione Comunale sull’attività svolta dalla Proloco. Il Movimento 5 Stelle è infatti in attesa di risposte a richieste di accesso agli atti avanzate per venire in possesso di alcune rendicontazioni in merito ai compensi liquidati ai propri collaboratori. E’ ancora giacente un’interrogazione presentata a febbraio per sapere di chi si è avvalsa la Proloco per l’esecuzione del Progetto Daily News, mentre un’altra richiesta di accesso agli è stata appena depositata per conoscere quale struttura ricettiva sia stata scelta per ospitare la nazionale MTB che ha soggiornato nella nostra città pochi giorni or sono e con quale criterio. In entrambi i casi l’amministrazione ha deliberato contributi pubblici di € 6000,00 e di € 7000,00 a fronte di progetti presentati dall’associazione  poco dettagliati nei costi, negli obbiettivi e nelle attività previste. Insomma ci sono sembrate delle semplici richieste di cofinanziamento ad occhi bendati più che di veri e propri progetti.

Risulta quindi indispensabile non solo un potenziamento della Proloco, ma un maggior controllo e condivisione delle iniziative con l’Amministrazione e con tutto il tessuto sociale cittadino.

 

LA SPIAGGIA DEL FOSSO CERVIA APPRODA IN PARLAMENTO

27 febbraio 2017 at 18:31

M5S ParlamentoLa vicenda legata al ripascimento della spiaggia a nord del fosso Cervia approda in Parlamento con una interrogazione a firma di Chiara Gagnarli portavoce alla Camera dei Deputati del Movimento 5 Stelle.

Dopo le risposte insufficienti da parte dell’Amministrazione follonichese e della Regione Toscana, il gruppo consiliare pentastellato al Comune di Follonica aveva promesso di arrivare fino in Parlamento per pretendere un chiarimento definitivo sulla questione. La promessa l’abbiamo mantenuta, ora non ci resta che attendere un doveroso pronunciamento del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Lo stesso Ministero, come da accordo sottoscritto con la Regione Toscana in data 3 novembre 2010, ha infatti il compito attraverso l’ISPRA del monitoraggio e del controllo sui lavori di difesa a mare che sono in corso nel Golfo di Follonica.

Il Movimento 5 Stelle ha sempre avuto dubbi sul materiale utilizzato per quel tratto di spiaggia e a partire da luglio 2016  abbiamo cercato di portare all’attenzione dell’opinione pubblica tutte le contestazioni a nostro avviso legittime rilevate sull’intervento.  L’inidoneità e la difformità nella forma, composizione, colorazione e provenienza della ghiaia sono state rappresentate in modo dettagliato e tecnico in due interrogazioni rivolte alla Regione Toscana e al Comune di Folloni, le cui risposte non hanno lasciato spazio ad un confronto costruttivo ma in sostanza alzando un muro di omertà e dichiarazioni contrastanti.

L’interrogazione parlamentare al Ministero dell’Ambiente mira a conoscere l’esito del monitoraggio eseguito con il supporto tecnico operativo dell’Ispra.

Continua a leggere…

ASSEGNAZIONE PERSONALE DELLA FARMACIA: VUOTO PNEUMATICO!

18 gennaio 2017 at 16:50

il vuoto pneumatico(1)Ci aspettavamo una Supercazzola invece è arrivato il VUOTO PNEUMATICO!

La risposta dell’Amministrazione Benini alla nostra interrogazione sull’assegnazione temporanea del personale della Farmacia al Comune di Follonica è a dir poco INCONSISTENTE.

Nessuna replica precisa, puntuale, ben circostanziata che confutasse punto per punto la nostra tesi sull’illegittimità degli atti di quell’Assegnazione Temporanea. Una risposta che lascia esterrefatti dal NULLA che vi è scritto. 30 righi di vuoto assoluto. 30 righi di presupponenza e arroganza. 30 righi che evidenziano una manifesta impossibilità di difendersi, perché difatti sono indifendibili. Rispondendo sul merito avrebbero soltanto potuto farsi del male.

Ci ricordano che la Farmacia Comunale è un’azienda pubblica e non privata. LO SAPPIAMO. Ma ribadiamo che la Farmacia Comunale che applica un contratto ASSOFARM gestisce e opera come un ENTE PUBBLICO ECONOMICO, quindi il personale NON E’ PUBBLICO MA E’ PERSONALE PRIVATO a cui NON POSSONO APPLICARSI LE NORME DEL PUBBLICO IMPIEGO e nulla rileva se l’Azienda Farmaceutica è a totale partecipazione pubblica.

Avevamo dato al Sindaco, all’Assessore al Personale Giorgieri e a tutta la Giunta la possibilità di intervenire sistemando la questione in autotutela, ma evidentemente l’invito non è stato colto.

Gli atti quindi finiranno sulle scrivanie della Procura della Repubblica e della Corte dei Conti.

IPPODROMO: THE TRUMAN SHOW

6 gennaio 2017 at 20:19

The Truman Show IppodromoFacemmo forte pressione per ottenere la commissione sull’Ippodromo dei Pini, concessa poi il 21 aprile 2016, richiedendo la presenza della Follonica Corse Cavalli (FCC), titolare della convenzione con il Comune e della Sistema Cavallo (gestione sportiva) rappresentata dall’Amministratore unico Toriello. L’Amministrazione Comunale, fu rappresentata dal Sindaco Benini, da alcuni consiglieri e parte dello staff degli uffici tecnici.

In quella sede, evidenziammo le grosse criticità che secondo noi erano presenti nella gestione politica, economica, sportiva dell’Ippodromo, quindi i bilanci delle società, tributi non pagati al Comune, attività sportiva approssimativa e poco produttiva, dubbi sulla validità giuridica della convenzione.

Ma fu come essere nel “The Truman Show”, nel quale i tre attori protagonisti (Amministrazione, FCC, e Sistema Cavallo) rappresentarono un quadro della situazione quasi idilliaco, tutti felici di essersi trovati, di aver contribuito a realizzare questa opera e di essere i condottieri uniti e compatti a dispetto delle nostre lecite quanto fondate domande, relegati nel contesto, semplici comparse. Si unirono poi a questo gioioso coro i tecnici che dispensarono rassicurazioni sull’operato del Comune, sulla gestione dei contenziosi in atto, della riscossione dei tributi, dove la FCC, si prestò a riconoscere i debiti con un piano di rientro, guarda caso in successione ad una nostra interrogazione in merito proprio sui tributi non riscossi.

Continua a leggere…

SIAMO PER LA MERITOCRAZIA

22 settembre 2016 at 19:32

CalcioIl Calcio follonichese ancora una volta si trova in una situazione a dir poco grottesca. Dopo le note vicende, messe in risalto dal M5S, la situazione dell’USD Follonica non è affatto migliorata, tant’è che i molti allenatori, che facevano parte della scuola calcio, hanno preferito andarsene e fondare una nuova società chiamata “Real Follonica”. Così adesso a Follonica ci sono 2 società di calcio dilettantistiche: l’USD con pochi iscritti alla scuola calcio, il Real con oltre 100. Niente di strano, se non fosse che l’USD Follonica gestisce due impianti comunali, mentre la nuova società ha trovato spazio nel campo in concessione ai Veterani pagando una quota di affitto mensile e nei campetti di sintetico di Cassarello sempre a pagamento. Quindi, in evidente difficoltà logistiche, il “Real Follonica” non potrà garantire per molti bambini l’iscrizione alla scuola calcio, costringendoli ancora una volta, ad emigrare nelle società limitrofe, impoverendo di nuovo il nostro settore giovanile. Siamo costretti a ribadire e mettere in evidenza la gestione fallimentare del calcio follonichese da parte del Sindaco Benini e della sua Amministrazione che, pur avendo una città attrezzata, riesce ancora oggi a far emigrare altri 15 ragazzini follonichesi, con famiglie al seguito. Sulla vicenda calcio, è bene ricordare che il M5S in data 28/12/2015 protocollò un’interrogazione in merito alle note vicende del calcio, di cui abbiamo avuto risposta solo in data 26/7/2016. Ci sono voluti 7 mesi per avere una risposta alle richieste di una forza politica e di tanti cittadini stufi di questo sistema. Il Sindaco Benini si è altamente infischiato di regolamenti e tempistiche congrue alle risposte che un Sindaco deve ai suoi cittadini. Nel frattempo ci sono stati nuovi avvenimenti, ai quali abbiamo chiesto ulteriori chiarimenti al Sindaco con una nuova  interrogazione, fiduciosi che la risposta non superi il tempo di una gestazione.

IL PD E LA POLVERE SOTTO IL TAPPETO

15 settembre 2016 at 19:56

la-polvere-sotto-il-tappetoAncora una volta una delicata questione come un procedimento disciplinare a carico di dipendenti del Comune è stata mal gestita dall’Amministrazione PD.

Già alcuni anni fa, durante il mandato del Sindaco Baldi, il PD non affrontò con la dovuta attenzione la notizia, serpeggiata nei banchi dell’Opposizione, di un procedimento penale avviato a carico di alcuni vertici amministrativi e assessori dell’Ente.

Tacitare, silenziare ostinatamente un fatto grave come quello che la cittadinanza ha appreso dalla stampa a seguito di una interrogazione presentata da alcune forze di opposizione sulla base di “illazioni” di “sentito dire” è peccare d’ingenuità; difatti la notizia è uscita e l’Amministrazione non l’ha saputa gestire.

Nessun chiarimento doveroso è stato fornito. Forse che i cittadini non hanno diritto di sapere se, quali reati e per quali importi, sono stati commessi da alcuni dipendenti dell’Ufficio Tributi e quali sanzioni disciplinari sono state applicate? Pur nel totale rispetto della privacy, queste sono le minime informazioni che sarebbero doverose per un’Amministrazione trasparente, invece di fornire repliche evasive e fuorvianti.

Siamo quindi contrari ad un Consiglio a porte chiuse. Riteniamo che, poiché un’Amministrazione gestisce risorse e beni pubblici e quindi della cittadinanza, la stessa debba essere edotta di cosa avviene con le tasse che paga. Non è necessario fare nomi e cognomi, quello che è fondamentale è capire e valutare politicamente come l’Amministrazione ha affrontato questa vicenda e soprattutto quali provvedimenti ha adottato a tutela della cittadinanza.