image_pdfimage_print

DAVIDE INCONTRA GOLIA A CAPANNORI

20 maggio 2013 at 5:33

920975_10201044929476047_1728809419_o

 

Sabato 18 maggio una delegazione del M5S di Follonica e Gavorrano è partita alla volta di Capannori per assistere all’incontro tra il “piccolo” Davide-Ercolini e il gigante Golia-Rossi, plenipotenziario presidente della Regione Toscana e degli Inceneritori del PD.
Reduce dai trionfi negli USA ove gli è stato consegnato da Obama il Goldman Environmental Prize l’equivalente premio Nobel per l’Ambiente, Davide ha impegnato la prima parte della mattinata, con una Lectio Magistralis di altissimi contenuti e di forte tensione emotiva, armato con la sola fionda dello Zero Waste.
Interrotto più volte da applausi scroscianti, Davide ha lanciato gli strali della politica della riduzione dei rifiuti-riciclo-riuso contro l’ottusa, speculativa e mortale politica delle Discariche e degli inceneritori.
Golia ha trascorso tutto il tempo occupato da Davide alternandosi tra:

  1. la lettura dell’Unità
  2. risolini e bisbiglii con l’Assessore Anna Rita Bramerini
  3. ironiche alzatine di sopracciglia e borbottii.

Terminata l’orazione di Davide con una Standing Ovation, alla macchinetta del caffè abbiamo incontrato Golia, al quale abbiamo chiesto se, dopo l’intervento di Davide, aveva davvero l’intenzione di tenere il suo discorso parlando dei tumorali Inceneritori del PD e, ricevuta risposta affermativa (con la precisazione che non ci sono statistiche che dimostrano la pericolosità degli Inceneritori per la salute), l’abbiamo invitato con “calore” a vergognarsi.
Dopo l’incolore e insapore intervento della Bramerini, Golia ha svolto il suo pietoso intervento, parlando di interesse e attenzione, di tempi indefiniti, di confronti imprecisati, di visioni a 360° e via svicolando.
Dal pubblico si sono allora levate energiche, ma civili contestazioni e “sottolineature”, visto che non era previsto un dibattito.
Che dire?
Ogni volta che si ascoltano anche per poche ore persone dello spessore culturale, politico ed umano di Rossano Ercolini si cresce più che se si fosse frequentato un Master Universitario.
Al nostro Gabriele Cecchini, esperto in materia di rifiuti, è stato impedito di parlare nonostante Golia l’avesse invitato a prendere la parola.

Rossano Ercolini, vince il Goldman Environmental prize

19 aprile 2013 at 9:29

2013_RossanoErcolini_PortraitOR2

In questi giorni molte testate hanno ripreso questa notizia ansa del 15 aprile: ”Un italiano sul tetto dell’ecologia mondiale“.

E’ un maestro toscano di scuola elementare.

Si chiama Rossano Ercolini e ha messo in piedi una campagna anti-inceneritori che poi è diventato un movimento, ‘Rifiuti zero’.

Ercolini ha vinto il premio ambientale Goldman, che per tutti è più semplicemente il premio ‘Nobel’ per l’ambiente”. 

Come italiani e ancor più come toscani questo premio ci rende tutti molto orgogliosi.“Rifiuti Zero” è anche una proposta di legge d’iniziativa popolare che mira ad una riforma organica del sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti e che si articola attorno a cinque parole chiave: sostenibilità, ambiente, salute, partecipazionelavoro (proposta depositata lo scorso 27 marzo in Corte di Cassazione).

Così lo stesso giorno in cui a San Francisco Rossano Ercolini riceve il prestigioso premio, a Roma, in completa solitudine, i parlamentari del M5S esaminano e perfezionano la “Rifiuti Zero” nell’ambito delle commissioni permanenti disertate da tutti gli altri gruppi parlamentari con la scusa che le commissioni non sono legittimate a lavorare.

Molti follonichesi hanno avuto la possibilità di incontrare Rossano Ercolini insieme al professor Paul Connett lo scorso 26 gennaio in occasione della conferenza dal titolo “Rifiuti Zero” organizzata dal M5S di Follonica con il fine di creare consapevolezza sul tema dello smaltimento dei rifiuti.

Seppur completamente ignorato dai media, l’evento ha avuto una partecipazione oltre ogni aspettativa, sala piena, persone in piedi, molti giovani delle scuole, addirittura l’interprete lis: unici assenti la Giunta e gli Assessori del Comune di Follonica, ma si sa non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire.

La registrazione dell’evento, mandato anche in diretta streaming, è disponibile a questo indirizzo:

http://bambuser.com/v/3322372

Informiamo i cittadini che da Sabato 20 Aprile saremo presenti tutti i fine settimana, in via Roma, per raccogliere le firme necessarie per la presentazione della legge “Rifiuti Zero”.

Appello al Sindaco, agli Assessori ed ai Consiglieri comunali

10 aprile 2013 at 7:55
rifiuti zero

 

Gentile Sindaco

A giorni inizierà la raccolta firme per la proposta di una legge di iniziativa popolare denominata Rifiuti Zero (http://www.leggerifiutizero.it/ ) che, in accordo con le direttive europee del dicembre 2012, vuole portare il nostro paese, entro il 2020, a fare a meno di discariche ed inceneritori.

Nel Comitato Promotore Nazionale figura anche l’Associazione Comuni virtuosi di cui Follonica fa da tempo parte. http://www.leggerifiutizero.it/chi-siamo

Il Movimento 5 stelle, in coerenza con il proprio programma, è tra i soci sostenitori della proposta di legge e si adopererà convintamente per la raccolta delle firme necessarie (50.000 secondo l’art.71 della Costituzione Italiana), che vanno autenticate.

Visto la comune presenza nel Comitato (anche se con ruoli diversi) e dei comuni obiettivi Le chiediamo di dare la sua disponibilità ad essere presente ai nostri banchetti per l’autentica delle firme.

Rimaniamo in attesa di una cortese risposta per comunicarLe le date e i luoghi della raccolta.

Cordiali saluti

MOVIMENTO CINQUE STELLE FOLLONICA

www.follonica5stelle.it
info@follonica5stelle.it
@m5s_follonica

La Sanità, ex fiore all’occhiello di Rossi Presidente

7 dicembre 2012 at 15:02

A seguito delle numerose segnalazioni che pervengono dalle realtà locali e alle notizie pubblicate di conseguenza dai media nazionali, il MoVimento 5 Stelle avanza alle autorità competenti Toscane alcuni interrogativi, in merito ai provvedimenti inseriti nella legge n. 135 del 7/8/2012, detta Spending Review e richiamata nella Legge di Stabilità all’art. 6. Ci chiediamo ovvero quali siano le Asl toscane in deficit, di quanto dovranno essere ridotti i loro bilanci e a quanto ammonti con precisione il taglio alla Sanità Toscana? Se il decreto Monti è infatti votato al risparmio e prevede per questo la chiusura di alcune cliniche sul territorio regionale, cosa ne sarà dei nuovi ospedali costruiti fra Prato, Pistoia, Massa, Carrara e Lucca, che sono costati alla collettività oltre 400 milioni di euro? Quali saranno i policlinici attualmente già funzionanti che si intenderà chiudere? E quali i servizi che si intende altrimenti “razionalizzare” o “ridurre”?

Comprendendo la delicatezza dell’argomento e la condivisibile entità di preoccupazione diffusa nella popolazione, ci aspettiamo chiarimenti puntuali e inequivocabili, nel rispetto di un doveroso e corretto rapporto fra cittadini e amministratori. Oltre a ciò, alla luce delle recenti indagini sul Presidente della Regione Enrico Rossi per falso ideologico (accusato per aver fatto pressione sul direttore della Asl di Massa e averlo istigato a ridurre le spese dichiarate dalla struttura quando era ancora Assessore alla Sanità), invitiamo i cittadini a riflettere se sia opportuno o meno che la Regione porti avanti la direttiva sanitaria nazionale, quando proprio il Presidente della Giunta è coinvolto in un’inchiesta giudiziaria per reati concernenti la stessa materia.

Gruppi Meetup e liste civiche della Toscana aderenti al MoVimento 5 Stelle