image_pdfimage_print

L’IPPODROMO DEI PINI NON GALOPPA VERSO UN ROSEO FUTURO

26 maggio 2018 at 22:47

ippodromoApprendiamo dalla stampa locale, che Follonica è pronta ad accogliere il galoppo, disciplina che fino ad ora trovava spazio nella città di Grosseto e che la Sistema Cavallo, società che gestisce l’Ippodromo dei Pini di Follonica, investirà 170 mila euro per fare la pista, migliorare i box, e in previsione per il prossimo anno verrà fatta l’illuminazione alla nuova pista.

Letto cosi, si potrebbe dire che le cose funzionano e che l’Impianto Follonichese gode di ottima salute con presupposti futuri rassicuranti. La realtà purtroppo è ben diversa, e chi come noi, ha seguito e segue da vicino le vicende dell’ippica follonichese, sa benissimo come la situazione sia sempre più precaria. L’impianto follonichese viene gestito con scarsa manutenzione ed investimenti. La pista per il trotto ha raggiunto uno stato di degrado inaccettabile. Manca la sabbia, il fondo è pericoloso e inoltre l’autobotte è inadeguata a garantire l’innaffiatura. Correre in queste condizioni mette a repentaglio la salute dei cavalli e non garantisce il regolare svolgimento delle corse. Siamo di fronte ad una situazione limite, occorre prendere decisioni immediate e drastiche per rispetto verso i cavalli e gli uomini. La prossima settimana ci sarà un’ispezione da parte dei funzionari del Ministero sull’impianto, proprio per le numerose segnalazioni ricevute e per verificare la reale fattibilità di una pista per Galoppo. Sarà compito nostro vigilare e informare ancora una volta i cittadini follonichesi.

UN PARCHEGGIO PER LA PISCINA COMUNALE

19 marzo 2018 at 13:50

parcheggio-piscina-pozzangheraIl parcheggio della Piscina Comunale, da sempre senza un manto stradale adeguato e di una parziale illuminazione, è molto spesso impraticabile e pericoloso. Risulta anche indecoroso soprattutto nel periodo invernale proprio quando la struttura è nel pieno della propria attività e quindi molto frequentata. Un’immagine poco gratificante non solo della struttura sportiva ma dell’intera città.

Dal 2007, anno in cui la struttura sportiva è stata recuperata, incredibilmente, il parcheggio non è stato oggetto di attenzioni particolari e nemmeno la convenzione con cui la piscina è data in concessione al nuovo soggetto gestore ha previsto la sistemazione del relativo parcheggio.

La Piscina Comunale risulta essere una delle vetrine della città in quanto si tengono anche meeting di carattere nazionale ospitando centinaia di atleti e familiari degli stessi provenienti da altre regioni d’Italia. Un importante attrattore per Follonica, frequentato da associati e non, da nuotatori professionisti, dilettanti e amatoriali, da appassionati in genere, da persone con difficoltà temporanea di mobilità che necessitano di riabilitazione, da persone disabili, da bambini e tanti cittadini.

Per questi motivi il Movimento 5 Stelle di Follonica ha presentato, in data 15 marzo 2018, una mozione impegnando la Giunta e il Sindaco Andrea Benini affinché la Piscina Comunale sia dotata di un parcheggio decoroso, adeguato e soprattutto non pericoloso.

Per questo chiediamo con urgenza la realizzazione di un parcheggio, regolarmente asfaltato completo dei relativi sotto servizi e di un adeguato impianto di illuminazione pubblica secondo le modalità che l’Amministrazione riterrà più opportuna, o in alternativa al fine di contenere i costi, la realizzazione di un parcheggio con autobloccanti drenanti che eviterebbe di realizzare una parte dei sotto servizi come ad esempio la regimazione delle acque piovane.

La Giunta Benini non bada a spese quando si tratta di investire nell’intrattenimento o negli eventi, quindi nell’”apparire” è molto solerte mentre è completamente assente e disdegna gli investimenti per salvaguardare l’incolumità dei cittadini come ad esempio trovare risorse per asfaltare un parcheggio frequentatissimo, intervenire massicciamente in una seria manutenzione stradale, offrire servizi pubblici essenziali e decoro urbano anziché pensare solo ad intrattenere ed avere puerile visibilità.

IPPODROMO: NON C’E’ PEGGIOR SORDO..

10 marzo 2018 at 14:35

ippodromoQuando il Movimento si esprime, lo fa con cognizione con cognizione di causa e documenti alla mano, specie se si parla di un argomento così complesso e delicato come l’Ippodromo di Follonica. Comunicati, interrogazioni, commissioni, non sono state sufficienti per svegliare dal torpore l’Amministrazione Comunale.

Non sono bastate a chi ci governa le nostre osservazioni sulle grosse criticità presenti sulla gestione politica, economica, sportiva dell’Ippodromo, quindi i bilanci delle società, i tributi non pagati al Comune, l’attività sportiva approssimativa e poco produttiva, i dubbi sulla validità giuridica della convenzione, sulla quale avevamo a più riprese chiesto lumi, sulla gestione della Follonica Corse Cavalli e Sistema Cavallo di tutto il complesso del Centro ippico Follonichese, per noi disastrosa.

Abbiamo appreso dai giornali che, per il fallimento della Jumping Follonica, la società a responsabilità limitata che era nata per organizzare eventi e manifestazioni che ruotavano attorno alle corse di cavalli, sono andate a processo cinque persone. Il giudice dell’udienza preliminare, Sergio Compagnucci, ha infatti rinviato a giudizio Olis Granucci, 56 anni di Capannori; Giorgio Mele 55 anni di Quarto; Veronica Bisacchi di Chiusi; Roberta Signorini 56 anni di Pontendera e Silvio Toriello 49 anni di Napoli attuale Amministratore unico della Sistema Cavallo.

Tutto ciò conferma che la gestione della Follonica Corse Cavalli, della Sistema Cavallo, avallata dalla Amministrazione Comunale, fa acqua da tutte le parti.

Continua a leggere… 

FOLLONICA SPORT, TUTTO MOLTO STRANO

27 novembre 2017 at 7:24

palagolfoIl 2017 è l’anno delle scadenze delle cariche sociali in capo all’ ASD Follonica Sport, associazione titolare della convenzione per la gestione degli impianti sportivi della nostra città quali, Bocciodromo via Etruria, Palazzetto “Armeni”, Palazzetto “PalaGolfo Raul Micheli”, Pista via Etruria.

In attesa di capire quale sarà il nuovo assetto societario, persistono alcuni aspetti della gestione da chiarire, dovuti alla mancanza di un gruppo dirigenziale che sappia gestire al meglio ed amalgamare tutte le ASD affiliate. Le stesse associazioni sportive non sembrano più animate da uno spirito ed un obbiettivo comune ma agiscono per uno scopo proprio, snaturando così il progetto iniziale di collaborazione ed unità di intenti per garantire “lo sport per tutti”, al quale anche l’Amministrazione ha rinunciato.

Continua a leggere…

EVENTI SPORTIVI PER CHI?

17 novembre 2017 at 18:23

palagolfoNell’anno 2016 gli impianti in concessione alla Follonica Sport hanno ospitato una serie di eventi sportivi a carattere nazionale e regionale, che solo nel Palagolfo hanno contato la presenza di 9.480 atleti. Questo dato, sommato agli accompagnatori ed il pubblico presente, rappresenta una spinta economica per il nostro territorio molto importante che si colloca perfettamente come risposta alle richieste dell’Amministrazione, da inserite all’interno del Tavolo unico degli eventi. In virtu’ di questa premessa il gruppo consiliare del M5S ha presentato un’interrogazione nella quale si chiedeva all’Amministrazione e alla Follonica Sport, alcuni quesiti riguardo agli eventi sportivi da loro organizzati e la gestione dei flussi turistici generata. Inoltre si chiedeva lumi dell’esistenza di un protocollo d’intesa tra La Follonica Sport e le strutture recettive follonichesi, ed i contenuti del protocollo stesso.

Dalla nostra interrogazione sono passati circa sei mesi, e ad oggi non abbiamo ricevuto alcuna risposta. Il M5S si è sempre adoperato nell’azione di controllo della cosa pubblica, a maggior ragione quando le società di gestione o ASD come in questo caso ricevono soldi pubblici per gestire ed organizzare lo sport cittadino. Quindi vorremo capire il metodo usato per gestire i flussi turistici derivati dalle iniziative ed eventi sportivi, se esiste il protocollo che abbiamo menzionato sopra, e quali sono i contenuti di tale accordo. Crediamo che i principi di trasparenza e collaborazione tra la politica e tutti i soggetti chiamati a gestire delle risorse pubbliche siano alla base di una collaborazione finalizzata ad affrontare le problematiche organizzative e burocratiche. Invitiamo la Follonica Sport, e l’Amministrazione comunale a fornire a tutti i cittadini le risposte dovute.

GESTIONE IMPIANTI CALCISTICI ALLA UISP

25 settembre 2017 at 18:49

CalcioAnche nello sport la Giunta Benini non si smentisce, affidata direttamente la gestione provvisoria dei campi di calcio di Follonica ad un’associazione facente parte della grande famiglia del Partito Democratico, la UISP. Anche in questo caso si tratta di un servizio, nello specifico di guardiania, pulizia e tenuta campi, per un importo di poco inferiore ai 40.000 euro (€ 38.720). Una gestione provvisoria della durata di quattro mesi in previsione che l’Ente predisponga la gara pubblica per la gestione sportiva e degli impianti in maniera definitiva.

La scelta della UISP ci fu anticipata in occasione dell’ultima commissione consiliare sul Calcio, richiesta da una parte dell’opposizione per avere il punto della situazione a seguito della revoca della gestione degli impianti alla USD Follonica da parte dell’Amministrazione Comunale. In quella sede il Sindaco anticipò che la gestione provvisoria del calcio sarebbe ricaduta su un soggetto terzo quale la UISP.

Continua a leggere…

CALCIO. A CHE GIOCO GIOCHIAMO?

2 gennaio 2017 at 9:55

CalcioAncora una volta il M5S di Follonica torna a parlare di sport e precisamente del pianeta calcio.

Alcuni ex allenatori e dirigenti dell’USD Follonica Calcio, non avendo più la serenità per continuare il lavoro con il settore giovanile, si sono autotassati e, senza percepire alcun rimborso, hanno dato vita ad una nuova società, il Real Follonica.

Il Real Follonica, in pochi mesi è riuscita a creare un settore giovanile con oltre 150 iscritti, gran parte derivati dall’USD Follonica Calcio.

Eppure l’USD Follonica Calcio è titolare della convenzione con il Comune per la gestione dell’impianti calcistici di Follonica, quindi significa che qualcosa proprio non funziona.

Le vicende tecniche, sportive e politiche che hanno portato a questa situazione, sono state rese pubbliche dal M5S, discusse in commissione sport e fatte oggetto anche di interrogazioni.

Continua a leggere…

IL FUTURO DEL CALCIO A FOLLONICA

27 maggio 2016 at 15:03

CalcioCi risiamo, e sappiamo perfettamente di scrivere cose che a Follonica tutti sanno, ma che è bene ripetere, bisogna ripeterle, anche solo per mantenere viva l’attenzione. Questa volta però andiamo oltre, vi parleremo del futuro del calcio a Follonica, qualora questa Amministrazione non porrà rimedio a questa situazione.

La previsione nefasta di questo che fu glorioso sport a Follonica è perfettamente descritto con le seguenti parole, che un cittadino follonichese ci ha voluto trasmettere. Aspettiamo smentite, con la viva e sincera speranza di sbagliarci.

Gli allenatori non percepiscono il rimborso spese dal mese di dicembre 2015, quindi hanno solo percepito i primi tre mesi calcistici: settembre, ottobre, novembre.

Un allenatore ha già dato le dimissioni nei mesi scorsi e altri hanno deciso di continuare fino a fine maggio poi andranno via perché sono stati già contattati da società limitrofe come Massa Marittima, Gavorrano, Venturina e la nuova società di Roccastrada.

Continua a leggere…

COME IL PD ROVINA ANCHE LO SPORT

5 febbraio 2016 at 22:53

fruttaA Follonica la politica del PD riesce a rovinare anche lo sport rendendolo strettamente vincolato ad essa.

Una delle discipline dell’uomo, considerata tra le più nobili, è da anni inquinata dagli inciuci e intrecci politici anche in virtù dei soldi pubblici che vengono erogati dall’Amministrazione allo sport in modo non sempre del tutto chiaro.  Continua a leggere…

IL SINDACO NEL PALLONE

23 dicembre 2015 at 21:20

calcioDopo l’intervento delle autorità competenti a seguito degli esposti fatti dal M5S di Follonica, lo stadio A. Nicoletti gestito dalla società Usd Follonica, risulta ad oggi più sicuro e meno degradato. Infatti dopo le prescrizioni dell’A.S.L e costanti sopralluoghi di controllo, sono stati sanificati gli spogliatoi, ripristinati gli erogatori per l’acqua sanitaria, imbiancati i locali, istallati degli asciuga capelli, e ripristinato l’impianto in linea con le normative vigenti in materia di sicurezza ed igiene pubblica.

Continua a leggere…