image_pdfimage_print

FOLLONICA SPORT, TUTTO MOLTO STRANO

27 novembre 2017 at 7:24

palagolfoIl 2017 è l’anno delle scadenze delle cariche sociali in capo all’ ASD Follonica Sport, associazione titolare della convenzione per la gestione degli impianti sportivi della nostra città quali, Bocciodromo via Etruria, Palazzetto “Armeni”, Palazzetto “PalaGolfo Raul Micheli”, Pista via Etruria.

In attesa di capire quale sarà il nuovo assetto societario, persistono alcuni aspetti della gestione da chiarire, dovuti alla mancanza di un gruppo dirigenziale che sappia gestire al meglio ed amalgamare tutte le ASD affiliate. Le stesse associazioni sportive non sembrano più animate da uno spirito ed un obbiettivo comune ma agiscono per uno scopo proprio, snaturando così il progetto iniziale di collaborazione ed unità di intenti per garantire “lo sport per tutti”, al quale anche l’Amministrazione ha rinunciato.

Continua a leggere…

EVENTI SPORTIVI PER CHI?

17 novembre 2017 at 18:23

palagolfoNell’anno 2016 gli impianti in concessione alla Follonica Sport hanno ospitato una serie di eventi sportivi a carattere nazionale e regionale, che solo nel Palagolfo hanno contato la presenza di 9.480 atleti. Questo dato, sommato agli accompagnatori ed il pubblico presente, rappresenta una spinta economica per il nostro territorio molto importante che si colloca perfettamente come risposta alle richieste dell’Amministrazione, da inserite all’interno del Tavolo unico degli eventi. In virtu’ di questa premessa il gruppo consiliare del M5S ha presentato un’interrogazione nella quale si chiedeva all’Amministrazione e alla Follonica Sport, alcuni quesiti riguardo agli eventi sportivi da loro organizzati e la gestione dei flussi turistici generata. Inoltre si chiedeva lumi dell’esistenza di un protocollo d’intesa tra La Follonica Sport e le strutture recettive follonichesi, ed i contenuti del protocollo stesso.

Dalla nostra interrogazione sono passati circa sei mesi, e ad oggi non abbiamo ricevuto alcuna risposta. Il M5S si è sempre adoperato nell’azione di controllo della cosa pubblica, a maggior ragione quando le società di gestione o ASD come in questo caso ricevono soldi pubblici per gestire ed organizzare lo sport cittadino. Quindi vorremo capire il metodo usato per gestire i flussi turistici derivati dalle iniziative ed eventi sportivi, se esiste il protocollo che abbiamo menzionato sopra, e quali sono i contenuti di tale accordo. Crediamo che i principi di trasparenza e collaborazione tra la politica e tutti i soggetti chiamati a gestire delle risorse pubbliche siano alla base di una collaborazione finalizzata ad affrontare le problematiche organizzative e burocratiche. Invitiamo la Follonica Sport, e l’Amministrazione comunale a fornire a tutti i cittadini le risposte dovute.

GESTIONE IMPIANTI CALCISTICI ALLA UISP

25 settembre 2017 at 18:49

CalcioAnche nello sport la Giunta Benini non si smentisce, affidata direttamente la gestione provvisoria dei campi di calcio di Follonica ad un’associazione facente parte della grande famiglia del Partito Democratico, la UISP. Anche in questo caso si tratta di un servizio, nello specifico di guardiania, pulizia e tenuta campi, per un importo di poco inferiore ai 40.000 euro (€ 38.720). Una gestione provvisoria della durata di quattro mesi in previsione che l’Ente predisponga la gara pubblica per la gestione sportiva e degli impianti in maniera definitiva.

La scelta della UISP ci fu anticipata in occasione dell’ultima commissione consiliare sul Calcio, richiesta da una parte dell’opposizione per avere il punto della situazione a seguito della revoca della gestione degli impianti alla USD Follonica da parte dell’Amministrazione Comunale. In quella sede il Sindaco anticipò che la gestione provvisoria del calcio sarebbe ricaduta su un soggetto terzo quale la UISP.

Continua a leggere…

CALCIO. A CHE GIOCO GIOCHIAMO?

2 gennaio 2017 at 9:55

CalcioAncora una volta il M5S di Follonica torna a parlare di sport e precisamente del pianeta calcio.

Alcuni ex allenatori e dirigenti dell’USD Follonica Calcio, non avendo più la serenità per continuare il lavoro con il settore giovanile, si sono autotassati e, senza percepire alcun rimborso, hanno dato vita ad una nuova società, il Real Follonica.

Il Real Follonica, in pochi mesi è riuscita a creare un settore giovanile con oltre 150 iscritti, gran parte derivati dall’USD Follonica Calcio.

Eppure l’USD Follonica Calcio è titolare della convenzione con il Comune per la gestione dell’impianti calcistici di Follonica, quindi significa che qualcosa proprio non funziona.

Le vicende tecniche, sportive e politiche che hanno portato a questa situazione, sono state rese pubbliche dal M5S, discusse in commissione sport e fatte oggetto anche di interrogazioni.

Continua a leggere…

IL FUTURO DEL CALCIO A FOLLONICA

27 maggio 2016 at 15:03

CalcioCi risiamo, e sappiamo perfettamente di scrivere cose che a Follonica tutti sanno, ma che è bene ripetere, bisogna ripeterle, anche solo per mantenere viva l’attenzione. Questa volta però andiamo oltre, vi parleremo del futuro del calcio a Follonica, qualora questa Amministrazione non porrà rimedio a questa situazione.

La previsione nefasta di questo che fu glorioso sport a Follonica è perfettamente descritto con le seguenti parole, che un cittadino follonichese ci ha voluto trasmettere. Aspettiamo smentite, con la viva e sincera speranza di sbagliarci.

Gli allenatori non percepiscono il rimborso spese dal mese di dicembre 2015, quindi hanno solo percepito i primi tre mesi calcistici: settembre, ottobre, novembre.

Un allenatore ha già dato le dimissioni nei mesi scorsi e altri hanno deciso di continuare fino a fine maggio poi andranno via perché sono stati già contattati da società limitrofe come Massa Marittima, Gavorrano, Venturina e la nuova società di Roccastrada.

Continua a leggere…

COME IL PD ROVINA ANCHE LO SPORT

5 febbraio 2016 at 22:53

fruttaA Follonica la politica del PD riesce a rovinare anche lo sport rendendolo strettamente vincolato ad essa.

Una delle discipline dell’uomo, considerata tra le più nobili, è da anni inquinata dagli inciuci e intrecci politici anche in virtù dei soldi pubblici che vengono erogati dall’Amministrazione allo sport in modo non sempre del tutto chiaro.  Continua a leggere…

IL SINDACO NEL PALLONE

23 dicembre 2015 at 21:20

calcioDopo l’intervento delle autorità competenti a seguito degli esposti fatti dal M5S di Follonica, lo stadio A. Nicoletti gestito dalla società Usd Follonica, risulta ad oggi più sicuro e meno degradato. Infatti dopo le prescrizioni dell’A.S.L e costanti sopralluoghi di controllo, sono stati sanificati gli spogliatoi, ripristinati gli erogatori per l’acqua sanitaria, imbiancati i locali, istallati degli asciuga capelli, e ripristinato l’impianto in linea con le normative vigenti in materia di sicurezza ed igiene pubblica.

Continua a leggere…

LE SOCIETA’ SATELLITI DELLA GALASSIA IPPODROMO

13 dicembre 2015 at 19:14

ippodromoIl Sindaco di Follonica, rispondendo ad una nostra interrogazione, conferma che tutte le società operanti all’interno dell’Ippodromo, ciascuna a vario titolo, stanno rispettando gli impegni concessori assunti verso la Città di Follonica.
Gli esponenti di Sistema Cavallo hanno “esperienza nel settore dell’Ippica” e hanno “ripianato nel corso degli anni senza alcuna difficoltà le perdite derivanti dalla grave crisi del settore”, dichiara il primo cittadino, mentre per Follonica Corse Cavalli, “per ciò che concerne le garanzie di stabilità e di rispetto della concessione ha provveduto ad una recente capitalizzazione” e che “ha poi intrapreso di recente una serie di azioni volte a mantenere e migliorare, nonostante tutti i comprensibili problemi derivanti dalla particolare congiuntura economica, il controllo sulla struttura dell’ippodromo”.
Il Movimento 5 Stelle, ribadisce prima di tutto che l’esposizione debitoria nei confronti del Comune di Follonica ammonta nel suo insieme ad euro 600.000,00 circa per tributi locali non pagati, e che è presente su FCC, presso la Conservatoria dei Registri Immobiliari, un pignoramento di euro 1.750.000,00 iscritto sui beni della struttura sportiva ed elevato dal Monte dei Paschi di Siena nell’agosto 2015. Inoltre, dopo una attenta lettura dei bilanci dell’anno 2014 pubblicati presso le competenti Camere di Commercio della FCC, SIPET, Sistema Cavallo e Cerretelle, sembra che i conti non siano poi così chiari rilevando delle incongruenze e scarsa trasparenza. Tutte le società fanno registrare degli utili attraverso dei giochi di prestigio contabile forse anche leciti ma sicuramente singolari. Ad esempio nella Sistema Cavallo, società di gestione dell’impianto ippico, nonostante infatti il crollo dei servizi e delle spese del personale rispetto all’anno precedente, la società riesce a garantire un’utile raggiunto in conseguenza del conseguimento di “altri proventi”, parte straordinaria del bilancio. Utile anche in casa Follonica Corse Cavalli, dove a fronte di un tracollo dei ricavi, lo stesso viene garantito diminuendo le immobilizzazioni portandole a rimanenze. Forse intendono vendere le tribune? la Club House o gli uffici piuttosto che il bar o il ristorante? Stessa tecnica usata anche dalla Sipet, andando ad ipotizzare la vendita del centro allenamento nella quasi interezza visto che ne vuole mantenere la proprietà soltanto per una piccola porzione. Nelle Cerretelle invece l’ambiguità è data dagli interessi passivi che sono andati ad aumentare con qualche dubbio il valore degli immobili negli anni dal 2011 al 2013 mentre nell’anno 2014 degli stessi non c’è traccia.
Difficile poter credere alle risposte rassicuranti che ci fornisce il Sindaco Benini; noi crediamo che tali risposte siano semplicemente un voler difendere a tutti i costi una sorta di “alleanza” che questa Giunta, in linea del resto con il comportamento tenuto dagli Amministratori che l’hanno preceduta, ha siglato con le società operanti nell’Ippodromo. Le società nel loro insieme palesano una situazione finanziaria ed economica disastrosa che ci preoccupa perché non si conoscono tra l’altro, né progetti futuri, né nuovi investimenti. Preoccupazione giustificata anche dal fatto che con l’anno 2017 cesseranno le provvidenze Ministeriali al mondo dell’Ippica, settore che dovrà cominciare a “correre” con le proprie “zampe”. Cosa potranno fare questi soggetti concessionari con i propri mezzi?
Proviamo invece ad ipotizzare quale potrebbe essere il risultato economico in caso di decadenza della convenzione a seguito del mancato rispetto della medesima, e le conseguenze per la nostra Città. La decadenza provocherebbe l’estinzione del diritto di superfice (titolari Cerretelle/FCC) con accorpamento alla proprietà del suolo (Comune di Follonica), compresi quindi tutti i mutui che gravano sui fabbricati (euro 25.000.000,00 circa). A quel punto i debiti non sarebbero più di FCC o Cerretelle piuttosto che SIPET, ma forse potrebbero andar a gravare sul bilancio del Comune di Follonica e conseguentemente sulla testa dei Cittadini.
La versione integrale della nostra relazione sui bilanci delle società sarà visionabile sul nostro sito www.follonica5stelle.it

Le bugie hanno le gambe corte

20 settembre 2015 at 16:59

20150824_170859

LE BUGIE HANNO LE GAMBE CORTE

Prima di analizzare punto per punto l’articolo fatto dall’US Follonica Calcio, in risposta alla nostra ispezione allo stadio”A.Nicoletti”, cogliamo l’occasione di informare la cittadinanza che il M5S di Follonica, dopo aver verificato la situazione di carenza igienico sanitaria, documentata con tanto di video e foto, ha inviato un esposto all’ASL e Vigili del Fuoco di Follonica, e all’Ufficio Prevenzione incendi dei Vigili del Fuoco di Grosseto. Atto doveroso verso i frequentatori dell’impianto e tutti i cittadini.

In merito al comunicato dell’US Follonica, crediamo che i dirigenti soffrano di amnesia post traumatica, tanto si sono prodigati nell’affermare che il Comune di Follonica gode di un impianto curato, sicuro, e mantenuto nel rispetto delle normative di legge in riferimento particolare al TUSL D.lgs 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni ad esso collegate. Se questo corrispondesse a verità, dovrebbero spiegarci come mai l’ASL, a seguito del nostro video denuncia, e conseguente esposto, in data 03/09/2015 ha effettuato un’ispezione presso l’impianto sopracitato, confermando carenze di carattere igienico, strutturale e documentale, prescrivendo manutenzioni ed adeguamenti impiantistici, riassunti in 12 punti.

In merito all’ASL, stiamo ancora aspettando il verbale della prima visita ispettiva fatta all’impianto in data 21/07/2015 che ancora non ci hanno trasmesso, atto fondamentale per comprendere come mai, in quell’occasione tutto rimase tale fino alla nostra visita ispettiva del 24/08/2015.

Nell’articolo dell’US Follonica Calcio, ci viene contestato dalla stessa società, il metodo usato con cui abbiamo proceduto alla visita ispettiva.Informiamo i sig. dirigenti, che è nelle funzioni di sindacato ispettivo che, all’interno del territorio comunale, i nostri consiglieri si muovono e agiscono, nel rispetto delle normative che le regolamentano. Per quale motivo dovevamo avvertire? Di quale autorizzazione dovevamo essere in possesso, visto che stiamo parlando di un impianto Comunale? Vergognoso e falso dire che abbiamo approfittato della buona fede del custode, visto che ci siamo presentati ad un dirigente, il quale, avvertito il presidente al telefono, ha autorizzato il custode ad accompagnarci.

Il massimo si raggiunge con la testuale affermazione ” facciamo presente che neppure gli organi amministrativi di controllo effettuano tale procedura arbitraria” al quale rispondiamo che sarebbe stato meglio che tali organi avessero controllato!

Cari signori vi state arrampicando sugli specchi, cercate di accusare l’unica forza politica libera che può agire finalmente solo per gli interessi della collettività!

Volete incontrarci? Bene: vi proponiamo un incontro pubblico con il Sindaco, che è anche Assessore allo Sport, con tutti i ragazzini emigrati in altre società, allenatori, giocatori e addetti ai lavori che sono andati via in questi anni, i soci della società.

Infine mettiamo sul tavolo tutta la rendicontazione degli ultimi 5 anni di gestione (siamo stati stretti) di cui abbiamo richiesto accesso agli atti, il vostro bilancio con le pezze d’appoggio di riferimento e vediamo il contributo impianti di 85.000 euro di cui 4.000 pagate di affitto come viene impiegato!

Benvenuti in una società normale, dove chi come noi crede in un cambiamento, lo porta vanti con coerenza ed impegno, esercita le proprie funzioni con correttezza e rispetto, soprattutto per chi paga le tasse e pretenderebbe che le cose venissero fatte nel rispetto delle regole, cosa che evidentemente sia a voi che al Sindaco Benini piace disattendere!

 

 

ISPEZIONE STADIO COMUNALE DI CALCIO “A.NICOLETTI”

28 agosto 2015 at 17:30


Il controllo del territorio è una prerogativa fondamentale per il M5S, oltretutto quando le tematiche riguardano strettamente gli interessi della collettività. Ci teniamo quindi ad informare la cittadinanza che, in data 24/08/2015 una delegazione composta dal portavoce consigliere Gabriele Cecchini e due attivisti del M5S di Follonica hanno effettuato una visita ispettiva allo Stadio Comunale “A.Nicoletti”. Questa giunge all’indomani di moltissime segnalazioni riguardanti la situazione generale che sta attraversando il calcio follonichese.
Al di là delle scelte societarie riguardanti la gestione tecnica delle squadre, per altro poco chiare e di dubbia efficacia, visto che si registrano molti abbandoni di giovani calciatori per altre squadre limitrofe, vogliamo porre l’attenzione sulla manutenzione dell’impianto da parte della U.S.D. Follonica. Questa società attualmente gestisce lo stadio del Capannino e quello di Campi Alti, tramite una convenzione con il Comune. Accompagnati dal custode, abbiamo visitato tutti gli ambienti posti in essere nell’impianto, container adibito a infermeria, magazzino indumenti, lavanderia, spogliatoi, tribuna, campi di calcio, calcetto, ecc.
Durante l’ispezione, abbiamo potuto, nostro malgrado, verificare una situazione a dir poco disastrosa, dove chiamare spogliatoi ambienti paragonabile a latrine è un’offesa a tutta la cittadinanza follonichese che dà a questi signori, tramite il Comune ben 85.000 euro l’anno per la manutenzione. Abbiamo verificato e documentato con foto e video, che all’interno dell’impianto non vengono rispettate le ben che minime normative in vigore sull’igiene pubblica, sicurezza, e antincendio. Su 4 torri faro per l’illuminazione, 3 sono sprovviste di luce rossa di segnalazione per i velivoli. Negli spogliatoi abbiamo trovato un lavandino spezzato in due, rubinetti inutilizzabili, tubazioni dell’acqua rugginose, wc indecenti, vetri rotti, sporcizia ovunque, mattonelle con 4 dita grasso, porte sfondate. All’esterno abbiamo trovato panchine barcollanti con tavole sfondate, porte di calcio traballanti con le traverse quasi sfilate dai montanti, campo di calcetto sintetico stappato, tondini in vista, monconi di paletti della vecchia recinzione sporgenti, e degrado ovunque. L’impianto viene mantenuto da un solo custode, che deve seguire anche l’impianto di Campi Alti.
Va detto inoltre che la nostra ispezione è stata preceduta da una visita di routine dell’ASL, del cui verbale abbiamo già fatto richiesta di accesso agli atti. Ci domandiamo come sia possibile che non siano stati presi immediati provvedimenti dallo stesso ente, vista la situazione. Evidenziamo anche la mancanza di qualsiasi dispositivo antincendio, piano di emergenza, vie di fuga ecc.
Chiamiamo ufficialmente in causa il sindaco Benini che ha la delega allo sport e lo riteniamo responsabile di una situazione che si è potuta verificare solo con la complicità del suo silenzio e di tutte le forze politiche, minoranze incluse.
Ci risulta che l’’attuale società U.S.D. Follonica abbia una forte perdita finanziaria, con debiti sia a livello fiscale, che con commercianti follonichesi, con calciatori e allenatori. Visto che gli € 85.000 non vengono usati per la manutenzione dell’impianto, dove vanno a finire?
Sarebbe il caso “Sindaco Benini” di far valere gli articoli della convenzione e fare in modo che chi si intasca i soldi ripristini al più presto l’impianto come dovuto.
Il M5S Follonica procederà a verificare ed approfondire la situazione del calcio follonichese, e ad usare tutti gli strumenti in proprio possesso al fine di garantire un impianto sicuro per atleti, operatori, bambini e genitori. M5S Follonica.