image_pdfimage_print

M5S: TRATTA FERROVIARIA TIRRENICA VOCE AI PENDOLARI

6 dicembre 2017 at 21:50

treniIl trasporto ferroviario come altri settori della costa e del sud della Regione Toscana sono totalmente trascurati e dimenticati dalla Regione Toscana e dalla Giunta Rossi. Il Movimento 5 Stelle è già intervenuto sul tema del trasporto ferroviario presentando una mozione, approvata all’unanimità dal Consiglio Comunale Follonichese, volta ad incrementare il numero delle corse e l’ottimizzazione degli orari sulle direttrici Pisa/Livorno/Grosseto e Firenze/Grosseto. La situazione è rimasta invariata, anche se il Governo Regionale (PD) si vanta di aver inserito due nuovi treni sulla tratta Firenze/Pisa, lasciando di nuovo a secco la costa sulle medesime direttrici. Questo non ci ferma e attraverso, l’assessore alla mobilità del Comune di Livorno, ed i nostri consiglieri regionali, abbiamo ottenuto l’istituzione di un tavolo di discussione sulle criticità espresse. All’ incontro con l’assessore Regionale Ceccarelli oltre ai Sindaci della costa sud è prevista una rappresentanza di tutti quei cittadini che subiscono quotidiane disfunzioni e disagi del servizio. Al fine di poter portare peso nella discussione, chiediamo a tutti gli utenti pendolari e non, interessati per studio, lavoro e turismo che  rilevano le problematiche rilevate sopra esposte, di farsi avanti e portare in questo gruppo le loro proposte. Siamo disponibili anche ad organizzare un primo incontro su Follonica cercando di creare rete con le altre località costiere. Il Movimento 5 Stelle di Follonica ritiene fondamentale l’efficientamento e il potenziamento del trasporto pubblico ferroviario per permettere uno sviluppo economico anche ecosostenibile senza tralasciare il sacrosanto diritto di una corretta e legittima fruizione dei servizi pubblici alla stregua del resto della Regione, contrastando con forza il progetto di una Toscana a due velocità.

UN ALTRO CONSIGLIO COMUNALE A 5 STELLE

28 novembre 2017 at 19:50

5-stelleTre Mozioni ed una Interrogazione del Movimento 5 Stelle tengono banco al Consiglio Comunale del 30/11/2017 a dimostrazione di una opposizione tanto di controllo quanto il più possibile costruttiva e propositiva. Con le tre mozioni il Movimento 5 Stelle impegna Sindaco e Giunta su tre argomenti diversi, riduzione rifiuti, messa in sicurezza della SP152 e Gora delle Ferriere. Nello specifico il gruppo pentastellato propone l’introduzione della pratica del “vuoto a rendere” prevedendo forme di incentivo economico quali la riduzione della tassa sui rifiuti per gli esercenti, i produttori e distributori, che aderiranno volontariamente all’iniziativa volta alla restituzione di specifiche tipologie di imballaggi con notevole riduzione dei rifiuti. Una proposta quest’ultima in perfetta sintonia e coerenza con il percorso intrapreso da questa Amministrazione con l’adesione al Patto dei Sindaci e all’adozione del PAES (Piano di adozione delle Energie Sostenibili). L’altra Mozione “Sicurezza Stradale SP152” verte invece sul garantire la sicurezza stradale nel tratto della vecchia Aurelia che costeggia la Zona Artigianale impegnando Sindaco e Giunta ad attivarsi presso la Provincia di Grosseto in quanto ente competente alla manutenzione della sp152, al fine di ottenere il rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale rendendola più visibile anche nelle ore notturne e rendere più sicuri le uscite dalla Zona Artigianale soprattutto per quelle in cui vige l’obbligo di svoltare verso sud.

Continua a leggere…

FOLLONICA SPORT, TUTTO MOLTO STRANO

27 novembre 2017 at 7:24

palagolfoIl 2017 è l’anno delle scadenze delle cariche sociali in capo all’ ASD Follonica Sport, associazione titolare della convenzione per la gestione degli impianti sportivi della nostra città quali, Bocciodromo via Etruria, Palazzetto “Armeni”, Palazzetto “PalaGolfo Raul Micheli”, Pista via Etruria.

In attesa di capire quale sarà il nuovo assetto societario, persistono alcuni aspetti della gestione da chiarire, dovuti alla mancanza di un gruppo dirigenziale che sappia gestire al meglio ed amalgamare tutte le ASD affiliate. Le stesse associazioni sportive non sembrano più animate da uno spirito ed un obbiettivo comune ma agiscono per uno scopo proprio, snaturando così il progetto iniziale di collaborazione ed unità di intenti per garantire “lo sport per tutti”, al quale anche l’Amministrazione ha rinunciato.

Continua a leggere…

CAMBIO DI GUARDIA ALLA PROLOCO IN SORDINA

23 novembre 2017 at 20:13

PROLOCOAncora una volta l’Amministrazione Benini non ha brillato certamente in trasparenza e coinvolgimento del Consiglio Comunale nella vita politica e amministrativa della città, come peraltro abbiamo già denunciato in altre circostanze.

Il cambio di presidenza alla Proloco è avvenuto in sordina e senza alcuna spiegazione all’organo di indirizzo politico e controllo amministrativo quale è il Consiglio Comunale.

È il Consiglio Comunale che regola, tramite convenzione, i rapporti tra il Comune di Follonica e la Proloco e stabilisce tra l’altro il relativo contributo pubblico. La stessa Associazione rappresenta l’estensione dell’Amministrazione nel mondo degli eventi e del turismo. Tutti elementi che avrebbero dovuto indurre l’Amministrazione a dare tempestivamente notizia a tutti i consiglieri comunali delle dimissioni del presidente Parrini Maurizio e della nomina del suo successore.

Ancora mancanze, omissioni, assenza di coinvolgimento. Frutto anche delle bizze all’interno della Giunta Benini?

EVENTI SPORTIVI PER CHI?

17 novembre 2017 at 18:23

palagolfoNell’anno 2016 gli impianti in concessione alla Follonica Sport hanno ospitato una serie di eventi sportivi a carattere nazionale e regionale, che solo nel Palagolfo hanno contato la presenza di 9.480 atleti. Questo dato, sommato agli accompagnatori ed il pubblico presente, rappresenta una spinta economica per il nostro territorio molto importante che si colloca perfettamente come risposta alle richieste dell’Amministrazione, da inserite all’interno del Tavolo unico degli eventi. In virtu’ di questa premessa il gruppo consiliare del M5S ha presentato un’interrogazione nella quale si chiedeva all’Amministrazione e alla Follonica Sport, alcuni quesiti riguardo agli eventi sportivi da loro organizzati e la gestione dei flussi turistici generata. Inoltre si chiedeva lumi dell’esistenza di un protocollo d’intesa tra La Follonica Sport e le strutture recettive follonichesi, ed i contenuti del protocollo stesso.

Dalla nostra interrogazione sono passati circa sei mesi, e ad oggi non abbiamo ricevuto alcuna risposta. Il M5S si è sempre adoperato nell’azione di controllo della cosa pubblica, a maggior ragione quando le società di gestione o ASD come in questo caso ricevono soldi pubblici per gestire ed organizzare lo sport cittadino. Quindi vorremo capire il metodo usato per gestire i flussi turistici derivati dalle iniziative ed eventi sportivi, se esiste il protocollo che abbiamo menzionato sopra, e quali sono i contenuti di tale accordo. Crediamo che i principi di trasparenza e collaborazione tra la politica e tutti i soggetti chiamati a gestire delle risorse pubbliche siano alla base di una collaborazione finalizzata ad affrontare le problematiche organizzative e burocratiche. Invitiamo la Follonica Sport, e l’Amministrazione comunale a fornire a tutti i cittadini le risposte dovute.

M5S FOLLONICA……AL VIA LE AUTOCANDIDATURE PER LE AMMINISTRATIVE 2019

11 novembre 2017 at 14:24

autocandidatureSabato 11 novembre presso il Bar Ipanema, con una conferenza stampa alla quale sono stati invitati giornalisti, attivisti e simpatizzanti del Movimento 5 Stelle Follonica, è stata lanciata la campagna per le autocandidature a consigliere comunale in previsione delle amministrative del 2019. Una grande opportunità che il Movimento 5 Stelle offre a tutti i follonichesi per diventare protagonisti di un progetto importante, quello di garantire una vera alternativa politica e allo stesso tempo proporre una visione di un futuro diverso alla nostra città. Tutti coloro che non appartengono a società segrete, logge massoniche o gruppi eversivi, che non hanno procedimenti penali in corso e non hanno riportato sentenze di condanna in sede penale, anche non definitive potranno candidarsi come consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle.

Il messaggio che il Movimento 5 Stelle vuole trasmettere alla collettività è che occorre convincersi che ciascun cittadino può dare il proprio contributo per migliorare le scuole e la sicurezza stradale, per una più parsimoniosa e produttiva gestione dello sport giovanile e del mondo dell’associazionismo culturale e non solo, per una sempre maggiore attenzione verso i più deboli perché nessuno deve rimanere indietro. Tutti possono contribuire a rendere Follonica più accogliente e più sicura ma solo impegnandosi in prima persona trasformando le critiche, le lamentele e la rabbia in qualcosa di costruttivo. Ogni follonichese può portare le proprie sensibilità all’interno dell’Amministrazione Comunale sempre nel rispetto del bene collettivo e per il bene di Follonica. Occorre decidere solo se continuare ad essere “Indifferenti” oppure se essere attori principali di un profondo cambiamento.

Continua a leggere…

STAZIONE FERROVIARIA DI FOLLONICA IN STATO DI COMPLETO ABBANDONO

26 ottobre 2017 at 20:07

follonica-stazioneLa stazione ferroviaria di Follonica è da mesi, se non da anni, oggetto di un lento e inesorabile degrado messo in evidenza, sulla stampa, anche da una parte della maggioranza della Giunta Benini. Più precisamente è Gente di Follonica che stranamente, invece di farsi sentire all’interno della Giunta e del Consiglio Comunale, fa pressione mediatica, forse perché si reputa forza di governo e di opposizione? O forse perché nelle rispettive sedi istituzionali non riesce a farsi ascoltare?

Il degrado e l’abbandono interessa non solo l’interno della Stazione, ma anche l’intera area di competenza dell’Amministrazione Comunale. Basta frequentare ad esempio il parcheggio di Via Amendola nelle ore notturne o all’alba, quando partono i treni degli studenti, per accorgersi che la zona è pressoché al buio a causa di una insufficiente illuminazione pubblica, aggravata dal mancato funzionamento del 50% dei lampioni presenti.

Continua a leggere…

MAFIA IN TOSCANA … FOLLONICA NON FA ECCEZIONE

17 ottobre 2017 at 18:50

mafia-toscanaQuando si parla di mafie o comunque di un sistema mafioso si pensa che sia una questione tutta meridionale, purtroppo sono anni che la malavita organizzata, sotto le sue varie sembianze, è emigrata nel resto dell’Italia e in buona parte del mondo. La triste vicenda che colpisce duramente Follonica non è altro che la conferma che anche la Toscana e purtroppo la nostra città non si devono sentire immuni da questi sistemi delinquenziali. Da mesi il Movimento 5 Stelle regionale, in collaborazione con il senatore Giarrusso Mario Michele, membro della Commissione Giustizia in Senato, è impegnato in un tour formativo e informativo sulla legalità in Toscana. Durante le tappe di Viareggio, Suvignano in provincia di Siena e a Sesto Fiorentino, il Movimento 5 Stelle ha affrontato tematiche quali appalti e concessioni, strumenti di contrasto dell’illegalità a disposizione dei cittadini, interdittiva antimafia, report gioco d’azzardo legale e illegale con la mappa delle collusioni con la criminalità organizzata, con il preciso intento di informare e formare i propri attivisti e portavoce e per offrire un’illustrazione più realistica della situazione in Toscana, ormai sotto attacco delle mafie. Grazie agli arresti eseguiti nei giorni scorsi a Follonica su ordine della Direzione Distrettuale Antimafia di Firenze, come risulta dalle indagini, è emerso come il sistema mafioso abbia avuto modo di introdursi nelle istituzioni e questo deve far riflettere tutti. Cittadini e soprattutto le istituzioni, oltre ad indignarsi, devono alzare il livello di attenzione affinché la città di Follonica non cada in un crescente degrado di illegalità.

Il Movimento 5 Stelle di Follonica ripone massima fiducia nell’operato dalla DDA di Firenze e ringrazia i Carabinieri del comando provinciale e i Finanzieri del comando provinciale della guardia di finanza che, in collaborazione, sono stati impegnati nelle indagini e nelle operazioni svoltesi l’undici di ottobre.

Il Movimento 5 Stelle di Follonica condanna quanto accaduto e crede fermamente che tali sistemi mafiosi possano essere debellati ricorrendo alla massima trasparenza delle istituzioni alzando il livello di controllo e soprattutto con alto senso di morale e di legalità a partire da ogni singolo cittadino fino ad arrivare ai rappresentanti delle istituzioni ripudiando ogni tipi di sistema malavitoso.

Risulta altresì importante che, a tutti i livelli della società civile, si collabori con la Commissione Antimafia ogni qualvolta la minaccia mafiosa si presenti, in qualsiasi forma sia, senza alcun indugio o remora, e senza invocare il diritto alla riservatezza, qualora la rinuncia alla privacy possa permettere indagini più veloci ed efficaci. Quando parliamo di mafia, l’atteggiamento deve essere rigido e determinato, senza alcuna ambiguità a riguardo.

Trasparenza invece osteggiata dalla Massoneria difatti il Grande Oriente d’Italia è da alcuni mesi al centro di uno scontro politico-giudiziario con la Commissione Parlamentare Antimafia e, in particolare con il suo presidente Rosy Bindi, a seguito del rifiuto del Gran Maestro, Stefano Bisi, di fornire gli elenchi degli iscritti alla loggia. Il primo marzo scorso proprio per ordine della Commissione sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza gli elenchi degli iscritti di Sicilia e Calabria. Una misura imposta — a giudizio dei commissari — dalla necessità di conoscere i nomi di alcuni aderenti nell’ambito dell’indagine parlamentare su presunte infiltrazioni di elementi della criminalità organizzate in alcune logge delle due regioni. Ricordiamo che la medesima loggia, Grande Oriente d’Italia, ha tenuto, pochi giorni fa, un convegno INTERNAZIONALE proprio nella città di Follonica ed il primo cittadino Andrea Benini non ha mancato di fare gli onori di casa.

GORA DELLE FERRIERE: A GALLA LA VERITA’!

28 agosto 2017 at 13:52

gora

Sulla ormai nota vicenda della mancanza di acqua nel corso della Gora, che, a nostro avviso, risulta essere tra le cause non solo della morìa dei pesci ma anche dei conseguenti problemi di igiene urbana e di danno ambientale, il Sindaco Benini e il Vice Sindaco, nonché Assessore ai Lavori Pubblici, Andrea Pecorini hanno fatto affermazioni poco chiare e fuorvianti.

Occorre informare la cittadinanza dicendo come stanno veramente le cose.

Si continua ad imputare l’assenza di acqua alla grande siccità degli ultimi mesi e ai prelievi effettuati lungo il corso della Gora per le irrigazioni, ma l’unico vero emungimento che causa l’interruzione totale di afflusso di acqua che alimenta la foce del Petraia è quello presente in Località Cannavota a favore della Nuova Solmine.

Un prelievo autorizzato nel lontano 1979 con atto ministeriale che concede alla Solmine un prelievo di ben 200 litri al secondo, limite che dubitiamo venga controllato con regolarità. Sul sito del prelievo infatti appare e scompare una tavola che interrompe quasi totalmente il deflusso dell’acqua dirottandola nel bacino adiacente o che comunque viene deviata. Nell’atto risultano altre nove concessioni che captano in totale 100 litri di acqua al secondo a fronte dei 200 litri a favore dell’industria la quale gode inoltre di una concessione preferenziale.

Continua a leggere…

SCUOLA DI MUSICA “B.BONARELLI”: FACCIAMO CHIAREZZA

13 agosto 2017 at 20:59

scuola-musica-bonarelli

Troppo spesso, a nostro avviso impropriamente, la Scuola di musica “B.Bonarelli” viene associata ad una scuola di musica “comunale”. Tale definizione viene utilizzata sia sulla stampa che nella promozione della scuola stessa o negli eventi, ma di fatto l’istituto non ha i requisiti giuridici né tanto meno il metodo operativo di una scuola pubblica. L’utilizzo improprio del termine, e secondo noi ancor più grave, è adottato soprattutto dall’Amministrazione comunale e non solo da quella attuale.

Senza dubbio il fattore storico, il merito che tutti le riconosciamo compresa l’aver diffuso su tutto il nostro territorio la lingua universale della musica hanno portato a considerare la scuola come “comunale”. Ciò nonostante la storia ed i tanti meriti non possono portare a certificare l’istituto come pubblico e comunale, sarebbe fuorviante e scorretto verso le tante altre realtà culturali e musicali ormai affermate e altrettanto valide che si sono consolidate negli ultimi anni nella nostra città.

Ma perché riteniamo che definire tale scuola “COMUNALE” è sbagliato?  Perché non sceglie i propri docenti attraverso bandi pubblici, quindi con criteri certi e trasparenti senza nulla togliere a quelli attuali proprio per il fatto che di pubblico non ha niente; il bilancio non viene approvato dal Consiglio Comunale così come non vengono approvate o concordate le rette scolastiche dall’Amministrazione Comunale. Inoltre le cariche apicali non sono di nomina pubblica né tanto meno politica in quanto giustamente nello stesso statuto dell’Associazione Musicale Follonichese, attraverso la quale viene gestita la scuola di musica, si afferma che l’associazione stessa si definisce apolitica ed apartitica.

Continua a leggere…