CHIEDIAMO CHIAREZZA SUL PORTALE TURISTICO!

follonica-online

 

Dalla valutazione delle determine e dopo l’accesso agli atti, il M5S di Follonica, grazie alla disponibilità del Consigliere Daniele Pizzichi, ha protocollato una interrogazione riguardante l’incarico, ottenuto da una società, per la progettazione, realizzazione e gestione di un Portale Web e strutture accessorie per la promozione turistica del Comune di Follonica.

A tale proposito si chiede maggiore chiarezza sull’iter amministrativo seguito ed sulle competenze necessarie alla realizzazione del suddetto Portale Turistico.

Nello specifico ci domandiamo:

  • perché nella Determina 990 del 30/11/2018 sia indicata come destinataria, (oppure se i destinatari dell’incarico in oggetto siano due – non è chiaro), una società che all’epoca dei fatti, non risultava ancora esistere, in quanto costituitasi il 3 Luglio dell’anno successivo, iscrittasi al Registro Imprese il 10 Luglio e con indicazione di inizio attività al 26 dello stesso mese dopo verifica effettuata tramite visura camerale?
  • Quali uffici dell’Amministrazione hanno verificato ed attestato il possesso, da parte di questa Società, dei requisiti necessari visto che pare anche che la stessa Società non abbia il Codice Ateco specifico per lo svolgimento dell’incarico in oggetto?
  • Inoltre sul portale follonicaonline.it , a nostro avviso, non sono rispettate del tutto le motivazioni espresse da detta determina, relative alla <<valorizzazione turistica del proprio territorio>> e alla voce <<visitatore una fonte da cui reperire il materiale e le informazioni sulla città.>>. Primo perché il territorio sconfina in quello di altri Comuni non facenti parte di questo progetto e pertanto senza contribuire alle spese di realizzazione e gestione; e poi anche per la presenza di errori quali la localizzazione geografica d i alcune spiagge ( comprese nella Guida di Follonica ) e l’assenza di didascalie descrittive ed informative sui contenuti delle immagini fotografiche ivi pubblicate (oltre tutto senza citare l’autore/i e la proprietà dei copyright).

Infine a noi, come Follonichesi, desta tanta preoccupazione anche una frase contenuta nella stessa determina, che indurrebbe a ritenere la Società affidataria dell’incarico concernente il Portale turistico, nell’imminente futuro, anche fruitore delle <<risorse culturali di Follonica>>.

Che cosa vuol dire?

Che il Sindaco e la Giunta del Comune di Follonica intendono affidare gli istituti culturali della Città, quali ad esempio, la Biblioteca, la Pinacoteca, il Magma, ed altro, a tale Società senza alcuna procedura pubblica di selezione degli affidatari?