INTERROGAZIONE PARLAMENTARE DEL MOVIMENTO 5 STELLE SULLA PINETA DI PONENTE

19 novembre 2015 at 16:10
image_pdfimage_print

Pineta di ponenteOrmai da tempo la situazione critica in cui versa la Pineta di Ponente preoccupa tutta la cittadinanza Follonichese, condizione che sembra precipitare di anno in anno e le cui conseguenze sono evidenti agli occhi di tutti, sempre più spazi vuoti vengono lasciati dai nostri amici secolari. In seguito ad una richiesta di accesso agli atti presentata al Comune di Follonica, il Movimento 5 Stelle prende atto che la Pineta è arrivata alla conclusione del suo ciclo di vita, sembra che se non si interviene tempestivamente la pineta sarà destinata ad estinguersi entro dieci anni con un importante onere economico, necessario per il taglio, la ripiantumazione delle specie arboree e per la manutenzione del parco in genere stimato intorno ai € 500.000,00.
Al fine di produrre un serio progetto di recupero condiviso e in collaborazione con le parti interessate, Comune di Follonica ed il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, è indispensabile che siano anche rinnovati e ridefiniti gli atti concessori che regolamentano la gestione della pineta stessa. Infatti sia la concessione sulla Pineta di Levante che quella sulla Pineta di Ponente sono scadute a luglio 2015, l’Amministrazione Follonichese nell’ambito delle sue facoltà ha sollecitato al Ministero il rinnovo delle stesse nel novembre 2014. Rinnovo che risulta essere indispensabile per venire anche alla stesura di un progetto finalizzato al recupero del patrimonio arboreo della città.
Da quando il Movimento 5 Stelle è entrato a far parte del Consiglio Comunale di Follonica ha sempre cercato di portare i problemi esistenti nel nostro territorio all’attenzione dei propri portavoce in Parlamento. Grazie a questa stretta e preziosa collaborazione e scambio di informazioni tra i rappresentanti locali e quelli centrali abbiamo potuto accendere dei riflettori su tante vicende, è accaduto per l’Ippodromo, per la gestione integrata dei rifiuti, per la sicurezza e per la tutela del mare. Abbiamo così ritenuto che la nostra pineta cittadina, considerata un patrimonio di tutti, fosse degna di essere attenzionata anche dai nostri parlamentari. In questi giorni, infatti è stata depositata un’interrogazione a firma di Chiara Gagnarli Vicepresidente della XIII Commissione Agricoltura con l’intento di sapere se il Ministro interrogato non ritenga opportuno sollecitare un confronto tra le parti finalizzato alla rivisitazione e modifica di alcuni aspetti del rapporto concessorio previsto dall’attuale convenzione scaduta, che tenga conto delle rispettive finalità istituzionali, delle responsabilità gestionali, delle competenze in materia di manutenzione ordinaria e straordinaria e delle incombenze economiche delle parti, finanche prevedendo un reinvestimento dei canoni concessori pagati dal Comune, al fine di garantire una corretta gestione e valorizzazione del bene pubblico.

Be Sociable, Share!