NON CI RESTA CHE PIANGERE!!!!

piangere-turismoDopo ben oltre due mesi di attesa è arrivata la risposta alla nostra richiesta di accesso agli atti in merito alla manifestazione della nazionale MTB, e per la quale chiedevamo quale fosse la struttura alberghiera scelta per ospitare i 25 componenti dell’evento. Ricordiamo che la manifestazione è stata cofinanziata dal Comune di Follonica per euro 7.500,00. Nella risposta si dichiara che la struttura scelta, ad ospitare la Nazionale di Mountain Bike dal 20 febbraio al 03 marzo, è l’Hotel Parrini.

Decisione forse a nostro avviso poco opportuna dato che la struttura è di proprietà del Presidente della Pro Loco Follonica, ma riteniamo ancora più discutibile e grave la motivazione per cui la scelta sia ricaduta su tale struttura, una decisione di fatto forzata, dal momento che, come affermato nella risposta, in tutto il territorio comunale follonichese non ci fosse stato un albergo disponibile, aperto e che rispondesse alle esigenze degli ospiti.

Continuua a leggere…

Un albergo quindi in grado di avere camere disponibili per 25 ospiti, la possibilità di rimessaggio per le biciclette e il trattamento di pensione completa più merenda. La risposta continua dicendo che essendo un evento annuale che si ripete, si è cercato di scegliere a rotazione per uno o due anni le strutture con i requisiti adeguati ad accogliere i gruppi. La Nazionale è stata infatti per due anni di seguito ospitata all’Hotel Lido. Quest’anno, continua la risposta, la titolare non ha potuto accogliere il gruppo perché lo aveva già ospitato per due anni consecutivi. Inoltre all’interno vi erano dei lavori in corso come per l’Hotel Ausonia.

Altre strutture come il Golfo del Sole, Parco dei Pini, Boschetto, Lampada di Aladino, erano al momento chiuse, mentre l’Hotel Orchidea e il Piccolo Mondo non avevano camere a sufficienza per accogliere l’intero gruppo e un luogo sicuro dove poter depositare le mountain bike.

Alla luce di questi fatti come può Follonica aspirare a diventare una meta turistica non solo per il periodo estivo? Come possono gli attuali amministratori continuare a propagandare la destagionalizzazione del turismo se non favoriscono un rapporto collaborativo con il tessuto alberghiero follonichese? Se non ci fosse stato l’Albergo Parrini, la Nazionale di MTB non avrebbe probabilmente potuto soggiornare a Follonica? L’Amministrazione elargisce denaro pubblico inconsapevole di tutto cio’? dove vengono alloggiate tutte le persone che gravitano su Follonica attraverso gli EVENTI SPORTIVI?

Grazie al Presidente della Proloco l’Amministrazione si è salvata la faccia in questa occasione ma in altre ci risulta che Follonica ha perso importanti occasioni. Ci riferiamo, come ci sembra risultare, che centinaia di atleti di ballo con addetti ai lavori e familiari sono dovuti andare a Riotorto per due giorni, visto che il Palagolfo non era disponibile!

A Follonica il turismo sportivo, eno-gastronomico, storico-culturale, accessibile ai disabili con numeri importanti si potrà mai fare?

Attendiamo dal Sindaco (PD) e dall’Assessore Baldi (Gente di Follonica) delle risposte precise e una progettualità seria e programmata e non lasciata al caso.