image_pdfimage_print

M5S: ALTRA TAPPA ELETTORALE

3 febbraio 2018 at 13:31

sicurezza-tour-7-febbario

Il Movimento 5 Stelle di Follonica dà appuntamento alla cittadinanza per la terza tappa elettorale che si terrà alla Sala Tirreno in Via Bicocchi n.53 mercoledì 7 febbraio alle ore 17.30.

Un incontro pubblico in cui verrà illustrato il Programma Elettorale del Movimento 5 Stelle sul tema SICUREZZA E LIBERTA’, un argomento molto sentito dalla comunità follonichese. Purtroppo mai come in questo momento Follonica è stata presa di mira dalla microcriminalità, come lo spaccio di droga in pieno giorno, furti a ripetizione nelle attività commerciali, nelle civili abitazioni fino ad arrivare a prendere di mira i luoghi pubblici considerati quelli più sicuri tra cui il Palazzo Comunale, le scuole e gli uffici della ProLoco, ripetutamente violati negli ultimi mesi. Da aggiungersi alla lista numerosi atti vandalici al patrimonio pubblico e arresti di imprenditori locali per aver utilizzato sistemi mafiosi. Una situazione diventata insostenibile e ormai fuori controllo.

Il Movimento 5 Stelle di Follonica ha prestato sempre un’attenzione particolare alla questione sicurezza presentando in passato anche un’interrogazione parlamentare al fine di chiedere al Ministero degli Interni se ci fosse stata la possibilità di dotare il nostro territorio di un posto di Polizia in modo da aiutare e integrare l’importante azione di controllo già svolta dai Carabinieri, dalla Guardia di Finanza e dalla Guardia Costiera.

All’incontro pubblico parteciperà il consigliere regionale del M5S Gabriele Bianchi Vice-presidente della Prima Commissione (Affari istituzionali, programmazione, bilancio, informazione e comunicazione).

All’evento verranno inoltre presentati i neo candidati al Parlamento Alfonso Bonafede già deputato nella precedente legislatura ricoprendo il ruolo di Vicepresidente della Commissione Giustizia ormai da anni legato alla città di Follonica e da sempre in stretta collaborazione con il meetup locale, il comandante Gregorio De Falco noto per le vicende della Costa Concordia e del traghetto Moby Prince e Renato Scalia ex ispettore capo di Polizia e della DIA e consigliere della Fondazione Antonino Caponnetto.

In un futuro Governo del Movimento 5 Stelle per migliorare la sicurezza e la legalità saranno previste 10.000 nuove assunzioni nelle forze dell’ordine e due nuove carceri, oltre a prevedere una riforma sempre delle varie forze dell’ordine per garantire più organizzazione e collaborazione in sede di controllo del territorio.

FONDERIA 1 PRECLUSA AI CITTADINI

8 gennaio 2018 at 15:36

fonderia-1-follonicaSembra assurdo ma di fatto la Fonderia 1, edificio pubblico all’interno del complesso Ex-Ilva, restaurato per il 40% con i soldi dei follonichesi è precluso agli stessi per la maggior parte dell’uso che ne viene fatto.

Il recupero, costato circa 4,5 milioni di euro, è stato reso possibile grazie ad un cofinanziamento coperto per il 60% dalla Regione Toscana ed il restante dal Comune di Follonica attraverso l’accensione di un mutuo pagato, ribadiamo, con i soldi di tutti. Come si rileva dalla scheda tecnica dell’accordo di valorizzazione, la destinazione d’uso per la quale il cofinanziamento è stato erogato è di AP3: Attrezzature fieristiche, mostre e fiere dei prodotti d’artigianato e agricoltura locali e non.

Quante volte voi cittadini follonichesi avete avuto accesso agli spazi della Fonderia 1 per iniziative di tale tipo con finalità pubblica? Dall’inaugurazione avvenuta nell’ottobre del 2015, nella Fonderia 1 sono state realizzate, con la corretta destinazione d’uso, una mostra fotografica e una esposizione per articoli da cerimonie. Per il resto? Eventi PRIVATI per i quali è stato pagato regolare canone concessorio al Comune, nello specifico “EVENTO NUOVA SOLMINE” Cena Privata, “EVENTO ELETTROMAR SPA” Convivio Aziendale (evento ripetuto per due volte), “LA TAVOLATA IX EDIZIONE” Cena di Beneficienza (evento ripetuto per due volte), “FESTA DELLA LUCE” Raduno Massonico.Convivi, cene e ritrovi massonici, tutti eventi privati ai quali la cittadinanza viene esclusa.

Continua a leggere…

UN ALTRO CONSIGLIO COMUNALE A 5 STELLE

28 novembre 2017 at 19:50

5-stelleTre Mozioni ed una Interrogazione del Movimento 5 Stelle tengono banco al Consiglio Comunale del 30/11/2017 a dimostrazione di una opposizione tanto di controllo quanto il più possibile costruttiva e propositiva. Con le tre mozioni il Movimento 5 Stelle impegna Sindaco e Giunta su tre argomenti diversi, riduzione rifiuti, messa in sicurezza della SP152 e Gora delle Ferriere. Nello specifico il gruppo pentastellato propone l’introduzione della pratica del “vuoto a rendere” prevedendo forme di incentivo economico quali la riduzione della tassa sui rifiuti per gli esercenti, i produttori e distributori, che aderiranno volontariamente all’iniziativa volta alla restituzione di specifiche tipologie di imballaggi con notevole riduzione dei rifiuti. Una proposta quest’ultima in perfetta sintonia e coerenza con il percorso intrapreso da questa Amministrazione con l’adesione al Patto dei Sindaci e all’adozione del PAES (Piano di adozione delle Energie Sostenibili). L’altra Mozione “Sicurezza Stradale SP152” verte invece sul garantire la sicurezza stradale nel tratto della vecchia Aurelia che costeggia la Zona Artigianale impegnando Sindaco e Giunta ad attivarsi presso la Provincia di Grosseto in quanto ente competente alla manutenzione della sp152, al fine di ottenere il rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale rendendola più visibile anche nelle ore notturne e rendere più sicuri le uscite dalla Zona Artigianale soprattutto per quelle in cui vige l’obbligo di svoltare verso sud.

Continua a leggere…

MAFIA IN TOSCANA … FOLLONICA NON FA ECCEZIONE

17 ottobre 2017 at 18:50

mafia-toscanaQuando si parla di mafie o comunque di un sistema mafioso si pensa che sia una questione tutta meridionale, purtroppo sono anni che la malavita organizzata, sotto le sue varie sembianze, è emigrata nel resto dell’Italia e in buona parte del mondo. La triste vicenda che colpisce duramente Follonica non è altro che la conferma che anche la Toscana e purtroppo la nostra città non si devono sentire immuni da questi sistemi delinquenziali. Da mesi il Movimento 5 Stelle regionale, in collaborazione con il senatore Giarrusso Mario Michele, membro della Commissione Giustizia in Senato, è impegnato in un tour formativo e informativo sulla legalità in Toscana. Durante le tappe di Viareggio, Suvignano in provincia di Siena e a Sesto Fiorentino, il Movimento 5 Stelle ha affrontato tematiche quali appalti e concessioni, strumenti di contrasto dell’illegalità a disposizione dei cittadini, interdittiva antimafia, report gioco d’azzardo legale e illegale con la mappa delle collusioni con la criminalità organizzata, con il preciso intento di informare e formare i propri attivisti e portavoce e per offrire un’illustrazione più realistica della situazione in Toscana, ormai sotto attacco delle mafie. Grazie agli arresti eseguiti nei giorni scorsi a Follonica su ordine della Direzione Distrettuale Antimafia di Firenze, come risulta dalle indagini, è emerso come il sistema mafioso abbia avuto modo di introdursi nelle istituzioni e questo deve far riflettere tutti. Cittadini e soprattutto le istituzioni, oltre ad indignarsi, devono alzare il livello di attenzione affinché la città di Follonica non cada in un crescente degrado di illegalità.

Il Movimento 5 Stelle di Follonica ripone massima fiducia nell’operato dalla DDA di Firenze e ringrazia i Carabinieri del comando provinciale e i Finanzieri del comando provinciale della guardia di finanza che, in collaborazione, sono stati impegnati nelle indagini e nelle operazioni svoltesi l’undici di ottobre.

Il Movimento 5 Stelle di Follonica condanna quanto accaduto e crede fermamente che tali sistemi mafiosi possano essere debellati ricorrendo alla massima trasparenza delle istituzioni alzando il livello di controllo e soprattutto con alto senso di morale e di legalità a partire da ogni singolo cittadino fino ad arrivare ai rappresentanti delle istituzioni ripudiando ogni tipi di sistema malavitoso.

Risulta altresì importante che, a tutti i livelli della società civile, si collabori con la Commissione Antimafia ogni qualvolta la minaccia mafiosa si presenti, in qualsiasi forma sia, senza alcun indugio o remora, e senza invocare il diritto alla riservatezza, qualora la rinuncia alla privacy possa permettere indagini più veloci ed efficaci. Quando parliamo di mafia, l’atteggiamento deve essere rigido e determinato, senza alcuna ambiguità a riguardo.

Trasparenza invece osteggiata dalla Massoneria difatti il Grande Oriente d’Italia è da alcuni mesi al centro di uno scontro politico-giudiziario con la Commissione Parlamentare Antimafia e, in particolare con il suo presidente Rosy Bindi, a seguito del rifiuto del Gran Maestro, Stefano Bisi, di fornire gli elenchi degli iscritti alla loggia. Il primo marzo scorso proprio per ordine della Commissione sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza gli elenchi degli iscritti di Sicilia e Calabria. Una misura imposta — a giudizio dei commissari — dalla necessità di conoscere i nomi di alcuni aderenti nell’ambito dell’indagine parlamentare su presunte infiltrazioni di elementi della criminalità organizzate in alcune logge delle due regioni. Ricordiamo che la medesima loggia, Grande Oriente d’Italia, ha tenuto, pochi giorni fa, un convegno INTERNAZIONALE proprio nella città di Follonica ed il primo cittadino Andrea Benini non ha mancato di fare gli onori di casa.

AMMINISTRAZIONI PD: COMPORTAMENTI ELUSIVI ALL’IPPODROMO

22 gennaio 2017 at 17:40

ippodromoLa sentenza non fa sconti alle amministrazioni di centrosinistra in merito alle vicende delle foresterie dell’Ippodromo dei Pini. Non inganni che Il processo per il reato di lottizzazione abusiva sia stato chiuso senza condanne a causa della prescrizione; infatti, nelle motivazioni emanate dal collegio del tribunale, si legge a chiare lettere che la FCC e la Cerretelle srl hanno beneficiato della immissione libera sul mercato, grazie aun meccanismo elusivo, già predisposto in passato attraverso i vari passaggi amministrativi, certamente addebitabili alle passate amministrazioni comunali”. Ed ancora: “le chiare finalità elusive di chi ha orchestrato l’intera operazione, evidenziano la precisa volontà dell’amministrazione comunale di alleviare l’esposizione finanziaria sostenuta dalla FCC per aggiudicarsi l’appalto”.

Il Movimento 5 Stelle si è più volte dichiarato contrario alla condotta assunta dalle varie Giunte che si sono succedute alla guida della Città di Follonica in merito alla “questione Nuovo Ippodromo dei Pini”.

Continua a leggere…

ANCORA SPRECHI E DISORGANIZZAZIONE !

11 maggio 2014 at 17:51

Schermata 2014-05-11 alle 19.45.55

L’ennesima dimostrazione d’incapacità dell’attuale amministrazione, viene confermata anche dalla gestione del mercato settimanale, che si svolge ogni venerdì all’interno del quartiere 167 Ovest.

Dopo un sopralluogo effettuato durante la pulizia delle strade che viene svolta a fine mercato da parte del gestore unico dei rifiuti “6 Toscana”, il paesaggio che si presenta ai nostri occhi e che ogni venerdì si presenta a quelli dei residenti è a dir poco da terzo mondo: rifiuti a terra ovunque e non solo sulla strada, ma anche all’interno dei giardini, dei garage condominiali e delle aree verdi pubbliche che diventano vere e proprie discariche a cielo aperto.

Questa situazione costringe i residenti a pulire le proprie aree condominiali ciclicamente con il verificarsi del mercato, costringe inoltre il gestore dei rifiuti ad intervenire con 5 mezzi meccanici, 8 addetti e due cassoni mobili per la pulizia di tutta l’area pubblica, senza contare la presenza fissa di una pattuglia di vigili urbani addetti al controllo della viabilità. Un grandissimo spreco di risorse umane ed economiche, risorse che potrebbero essere reimpiegate nella pulizia ordinaria della città visto il degrado urbano a cui è sottoposta, senza contare lo spreco di materie riciclabili gettate nell’indifferenziato.

Come di consueto, il Movimento 5 Stelle, oltre a criticare cerca di dare anche dei suggerimenti utili al miglioramento della condizione, consigliamo quindi all’Amministrazione di adottare alcuni accorgimenti che permetterebbero un risparmio economico e garantirebbero una migliore qualità del benessere e del decoro del quartiere.

Basterebbe istallare ogni venerdì delle piccole isole ecologiche, dislocate con buon senso lungo le vie interessate dal mercato, per dare la possibilità agli ambulanti e ai visitatori di usufruire della raccolta differenziata. Resta imprescindibile un controllo del territorio cui è tenuta la Polizia Municipale, ancor prima di prevenzione e di educazione, che sanzionatorio, sia per quanto riguarda il rispetto delle regole ma anche per evitare atti di microcriminalità.

Siamo consapevoli e a conoscenza della situazione precaria in cui si trova il comando di Polizia Municipale che si è visto ridurre drasticamente l’organico con l’ultima legislatura, organico che andrà ripristinato a valori adeguati ad una città come Follonica. Ci auguriamo che questi pochi accorgimenti siano presi in considerazione e sicuramente da noi applicati in una futura amministrazione a 5 stelle, validi anche qualora l’area mercatale venisse trasferita nella nuova collocazione del Parco Centrale.

GAZEBO ELETTORALE IN PIAZZA A MARE

1 maggio 2014 at 20:54

10156011_10203917849576827_8756348321322016698_n
Abbiamo una postazione fissa in Piazza del popolo angolo Piazza a mare dove cercheremo, nel limite delle nostre possibilità, di rimanere aperti per incontrare i cittadini.
Al banchetto troverete la versione cartacea del nostro programma elettorale e potrete conoscere e parlare col candidato Sindaco Gabriele Cecchini.

Vi aspettiamo in piazza a mare

SBAGLIARE E’ UMANO PERSEVERARE E’ DIABOLICO

28 aprile 2014 at 11:45

VIALE ITALIA

Sembra che l’attuale amministrazione fino in fondo voglia veramente lasciare un segno indelebile del suo nefasto passaggio. Verrà ricordata come quella che ha distrutto uno dei viali più belli di Follonica, via Massetana, il Parco Centrale convertito in Parcheggio Centrale, un ippodromo lasciato ad uno stato di abbandono, le pinete in serio pericolo di estinzione, degrado diffuso in tutti i quartieri della città, e cronologicamente parlando, l’ultima perla: il restyling del tratto di viale Italia all’altezza degli unici due alberghi della via, Parrini e Miramare.

Un progetto con molte criticità e che non risolve, anzi aggrava, i problemi di viabilità della zona. Eppure ci voleva solo un poco di buonsenso: restringimento del marciapiede lato pineta con stalli di parcheggio sempre e solo dallo stesso lato, restringimento della carreggiata e lato mare destinato una parte – quella adiacente alle “baracche”- a marciapiede ed una parte – adeguatamente separata – alla pista ciclabile, più larga di quella realizzata.

Soluzione semplice, sicuramente meno costosa e più attenta all’incolumità dei pedoni e dei ciclisti.
Se vogliono prendere spunto da questi consigli per rimediare, bene, altrimenti li proporremo noi dopo le elezioni, intanto alleghiamo anche i grafici ….per non sbagliare ulteriormente!

Per salvare il salvabile, evitando un mare di denuNce e richieste di risarcimento danni, vi regaliamo anche alcuni consigli per rimediare evitando di sprecare altri soldi dei Follonichesi,

  1. per l’amor del cielo stondate quelle lame pericolosissime formate dagli spartitraffico tra carreggiata e ciclabile se ci casca qualcuno si taglia a fette;
  2. togliete i parcheggi di sinistra e sostituiteli con rastrelliere per biciclette, così facendo restituirete la visibilità a chi guida e a chi attraversa la strada e fate anche parcheggiare qualche fruitore della ciclabile;
  3. Mettete due panchine in un lungo tratto di marciapiedi, non sono tutti podisti c’è anche chi ha bisogno di riposare;
  4. tagliate a livello marciapiedi quella lastra di metallica anti sabbia, meglio un’po’ di sabbia sul marciapiedi che fratture multiple;
  5. realizzate delle isole ecologiche togliendo i cassonetti dalla strada.

Basta poco buonsenso e lungimiranza per far bene le cose e farle una sola volta!

25 milioni di euro

26 aprile 2014 at 11:49


Il Movimento 5 Stelle di Follonica, ritiene di replicare alla Lista Gente di Follonica unicamente sui contenuti, rimandando al mittente l’attacco personale diretto al portavoce candidato Sindaco del M5S di Follonica.

I “grillini” pur essendo dei “semplici” cittadini, non sono sprovveduti: studiano gli atti, valutano e propongono, sempre e solo sui contenuti, senza fare dell’ironia a buon mercato.
In merito alle “maggiorazioni” Equitalia, a cui si riferisce Gente di Follonica, informiamo che le stesse maggiorazioni, sono stabilite con atti ministeriali e quindi emanate dai governi che si sono succeduti in questi anni, presieduti dalla forza politica PD, che la citata lista sostiene localmente in queste amministrative.

Confermiamo la cifra indicata nel nostro precedente comunicato ribadendo che si riferisce all’intero progetto “Parco Centrale” finanziato con il PIUSS.
I 25 milioni, citati anche dal sindaco Baldi in un video sul sito del Comune, sono stati assegnati con decreto RT n.5026 del 13 ottobre 2009 la cui suddivisione si ricava tranquillamente sul sito del Comune e su quello della Regione Toscana.
Una cosa è certa, stare dietro alle varie voci di spesa relative al Parco Centrale è difficile visto che il progetto viene cambiato di continuo.
Invitiamo Gente di Follonica a leggere con più attenzione i nostri comunicati non travisandone i contenuti per una propaganda politica di basso profilo; inoltre sarebbe necessario, visto che questo gruppo politico risulta molto informato, che chiarisse alla cittadinanza il motivo per cui è stato sostituito il progetto Saragosa-Cervellati con il progetto Byrne, specificando il costo dell’ultimo progetto. Spieghi inoltre perché il “sogno” del Parco Centrale non è ancora diventato realtà ma un incubo, un cantiere infinito, mentre l’amministrazione PD ha dato priorità all’inaugurazione dell’odiata nuova viabilità di via Massetana con relativo scempio di alberi alla faccia del parco.

l’ immagine dell’ articolo a cui ci riferiamo

grillini sbagliano i conti ?

 

Pillole di programma: SALUTE

25 aprile 2014 at 19:10

Schermata 2014-04-25 alle 21.00.10

Vivere in un ambiente salubre è non solo una condizione necessaria per il miglioramento della qualità della vita, ma anche un mezzo importante di prevenzione sanitaria e di tutela del benessere.

Chi si appresta ad amministrare una città come Follonica che, oltre alle comuni fonti di inquinamento, ha anche un inceneritore situato in un’area già fortemente inquinata, che, di recente, ha fatto registrare sforamenti di diossina fino a cinque volte superiori alla tollerabilità, non avrà certo un compito facile, perché si troverà a dover fronteggiare detentori di interessi economici enormi, ai quali la salvaguardia dell’ambiente e della salute dei cittadini interessa ben poco.

Essendo noi stessi cittadini liberi, non legati a lobbies di potere e nemmeno mossi da interessi economici personali, ma convinti di lavorare unicamente per il bene della collettività, contiamo sull’aiuto dei nostri concittadini per portare avanti le nostre azioni.

 

Noi proponiamo:

• la diminuzione dell’inquinamento con tutti i mezzi possibili ( Rifiuti Zero, Mobilità sostenibile, riduzione immissione CO2 tramite incentivi per minori consumi negli edifici pubblici e privati, ecc. );

• il blocco di ogni progetto o opera che porti inquinamento;

• la partecipazione di tutti gli operatori sanitari alla individuazione delle problematiche e delle criticità esistenti nel territorio ed alla loro risoluzione condivisa;

• l’acquisizione tramite l’ARS (Agenzia Regionale di Sanità) di statistiche sulle cause di mortalità degli ultimi 10 anni così da poter individuare ed isolare i pericoli per la popolazione;

• l’istituzione di un Registro Tumori;

• la partecipazione e il controllo dei consigli comunali sulla Società della Salute, che dovrà divenire una Casa di Vetro;

• un programma di educazione sanitaria nelle scuole, riguardante l’uso corretto dei farmaci, i loro benefici e i rischi;

• politiche di prevenzione da concertare con gli operatori sanitari;

• la collaborazione con gli enti sanitari preposti per tutelare e difendere la L.194;

• una educazione alimentare che promuova stili di vita salutari e un consumo consapevole; utilizzo nella ristorazione collettiva pubblica di alimenti biologici in considerazione del fatto che il buon cibo nutre e cura;

• che le autorità competenti verifichino approfonditamente le cause di inquinamento delle acque superficiali e di falda, soprattutto nel quartiere Cassarello, più vicino all’area industriale del Casone, al fine di rimuovere tali cause.

Il programma completo è disponibile on-line qui, oppure in versione cartacea ai nostri banchetti elettorali