image_pdfimage_print

UN ALTRO CONSIGLIO COMUNALE A 5 STELLE

28 novembre 2017 at 19:50

5-stelleTre Mozioni ed una Interrogazione del Movimento 5 Stelle tengono banco al Consiglio Comunale del 30/11/2017 a dimostrazione di una opposizione tanto di controllo quanto il più possibile costruttiva e propositiva. Con le tre mozioni il Movimento 5 Stelle impegna Sindaco e Giunta su tre argomenti diversi, riduzione rifiuti, messa in sicurezza della SP152 e Gora delle Ferriere. Nello specifico il gruppo pentastellato propone l’introduzione della pratica del “vuoto a rendere” prevedendo forme di incentivo economico quali la riduzione della tassa sui rifiuti per gli esercenti, i produttori e distributori, che aderiranno volontariamente all’iniziativa volta alla restituzione di specifiche tipologie di imballaggi con notevole riduzione dei rifiuti. Una proposta quest’ultima in perfetta sintonia e coerenza con il percorso intrapreso da questa Amministrazione con l’adesione al Patto dei Sindaci e all’adozione del PAES (Piano di adozione delle Energie Sostenibili). L’altra Mozione “Sicurezza Stradale SP152” verte invece sul garantire la sicurezza stradale nel tratto della vecchia Aurelia che costeggia la Zona Artigianale impegnando Sindaco e Giunta ad attivarsi presso la Provincia di Grosseto in quanto ente competente alla manutenzione della sp152, al fine di ottenere il rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale rendendola più visibile anche nelle ore notturne e rendere più sicuri le uscite dalla Zona Artigianale soprattutto per quelle in cui vige l’obbligo di svoltare verso sud.

Continua a leggere…

MOVIMENTO 5 STELLE TRA I CITTADINI

18 marzo 2016 at 14:19

referendum_aprile_trivelleIl Movimento 5 Stelle di Follonica invita i cittadini ai banchetti informativi che si terranno durante questo fine settimana. Sarà l’occasione per aggiornare ed informare sui contenuti del referendum popolare TRIVELLE che ci vedrà chiamati alle urne il prossimo 17 aprile. Si tratta di un referendum abrogativo, e cioè di uno dei pochi strumenti di democrazia diretta che la Costituzione italiana prevede per richiedere la cancellazione, in tutto o in parte, di una legge dello Stato. Perché la proposta soggetta a referendum sia approvata occorre che vada a votare almeno il 50% più uno degli aventi diritto al voto e che la maggioranza dei votanti si esprima con un “Sì”. Con il referendum del 17 aprile si chiede di cancellare la norma che consente alle società petrolifere di cercare ed estrarre gas e petrolio entro le 12 miglia marine dalle coste italiane senza limiti di tempo. Se al referendum vincerà il “Sì”, la società petrolifera che ha ottenuto una concessione nel 1996 potrà estrarre per dieci anni ancora e basta, e cioè fino al 2026. Dopodiché quello specifico tratto di mare interessato dall’estrazione sarà libero per sempre.
Invitiamo i cittadini ad informarsi e ad esprimere il proprio voto con un SI a difesa del mare, del turismo, della pesca e del patrimonio ambientale in genere. Vi aspettiamo in Piazza Sivieri sabato dalle h. 10.00 alle h. 12.00 e nel pomeriggio dalle h. 17.00 alle h. 19.00, domenica i banchetti si replicheranno in Piazza Guerrazzi lungomare a Follonica negli stessi orari. Nell’occasione sarà presente l’associazione Maremma Randagia per una raccolta firme contro l’attendamento di circhi con animali. Vi sarà anche una rappresentanza dei residenti di Via Massetana per una petizione al fine di richiedere la messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali della stessa.

LA SICUREZZA DEI PEDONI PRIORITA’ PER IL M5S

14 marzo 2016 at 18:40

Siamo tutti pedoniIl Movimento 5 Stelle di Follonica, alcuni giorni fa, ha ricevuto segnalazioni da alcuni cittadini residenti di Via Massetana in merito alla pericolosità della strada specialmente per i pedoni.
La situazione più critica risulta essere il tratto tra la rotonda del Centro Commerciale Pam e la rotonda del quartiere Corti Nuove/San Luigi, un tratto di strada che a causa di assenza di marciapiede nel lato sinistro in direzione Follonica, di attraversamenti pedonali scarsamente segnalati e dell’alta velocità degli autoveicoli fanno diventare un’azione pericolosa l’attraversamento pedonale della via, difatti tale via è stata teatro di incidenti gravi che hanno visto coinvolte persone e animali d’affezione.
I cittadini promotori delle segnalazioni si sono attivati, come suggerito dagli amministratori, per avviare una raccolta firme e hanno incontrato il primo cittadino, che pare abbia subordinato la sicurezza delle persone al difficile reperimento di poche migliaia di euro.

Continua a leggere…